NAVIGA IL SITO

Arriva il rimbalzo del FTSEMib

Seduta positiva per i titoli del settore bancario, dopo il forte calo registrato il giorno precedente. Rimbalzo generalizzato dei titoli del settore petrolifero. Stellantis in rosso

di Edoardo Fagnani 21 set 2021 ore 17:49

mercato-positivo_2I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno terminato la giornata con rialzi superiori al punto percentuale, dopo la forte correzione subita il giorno precedente. Secondo Pierre Veyret – analista tecnico di ActivTrade - gli investitori rimangono in attesa delle decisioni della FED che saranno comunicate il 22 settembre, anticipando una nuova base per il tapering. "Questo spiega in parte il sell-off di ieri e potrebbe essere visto come un "messaggio" del mercato alla Fed: qualsiasi ritiro del supporto potrebbe seriamente minacciare il rally azionario, soprattutto in un momento in cui i dati economici non sono rassicuranti", ha ipotizzato l'esperto.

Il FTSEMib ha messo a segno un progresso dell'1,22% a 25.353 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 25.169 punti e un massimo di 25.436 punti. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato l'1,14%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,66%) e per il FTSE Italia Star (+1,12%). Nella seduta del 21 settembre 2021 il controvalore degli scambi è sceso a 2,18 miliardi di euro, rispetto ai 3,18 miliardi di lunedì; sono passate di mano 712.180.198 azioni (920.390.257 nella seduta di lunedì).

Alle 17.30 il bitcoin si era riportato poco sopra i 42.500 dollari (meno di 36.500 euro).

Lo spread Btp-Bund si è attestato a 100 punti.

L’euro ha oscillato tra gli 1,17 e gli 1,175 dollari.

 

Seduta positiva per i titoli del settore bancario, dopo il forte calo registrato il giorno precedente.

Spicca la performance di BPER Banca (+1,3% a 1,715 euro).

Bene anche UniCredit (+0,84% a 10,276 euro). Secondo quanto scritto su Il Sol24Ore i vertici dell’istituto guidato da Andrea Orcel starebbero lavorando sul nuovo piano industriale, con l’obiettivo di presentarlo a novembre.

 

Rimbalzo generalizzato per i titoli del settore petrolifero, nonostante il prezzo del greggio a New York (contratto con scadenza a ottobre 2021) sia tornato a 70 dollari al barile.

ENI ha recuperato l'1,84% a 10,606 euro.

Performance migliore per Saipem (+3,22% a 2,02 euro). La società di ingegneristica ha firmato con Saudi Aramco un protocollo d’intesa volto ad esplorare la possibilità di costituire in Arabia Saudita una nuova entità per l'esecuzione di attività di ingegneria e costruzione nel settore industriale.

In controtendenza Tenaris (-0,02% a 8,078 euro).

 

Sono tornati gli acquisti su Enel (+0,86% a 6,899 euro), dopo la correzione subita nelle precedenti sedute.

 

Stellantis (-0,16% a 16,032 euro) tra i pochi titoli in rosso al FTSEMib. Il colosso automobilistico ha comunicato che dal 1° novembre 2021 Mike Manley lascerà il suo ruolo di Head of Americas dell'azienda per assumere il ruolo di CEO di AutoNation, rivenditore automobilistico americano, con sede in Florida.

 

Da segnalare il balzo di Amplifon (+4,89%), che ha registrato la migliore performance di giornata al FTSEMib.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.