NAVIGA IL SITO

Buon rialzo per il FTSEMib: brillano i bancari

Spiccano i progressi messi a segno da BPER Banca e UniCredit. Riflettori puntati su Telecom Italia TIM, nel giorno del CdA per la nomina del nuovo presidente

di Edoardo Fagnani 21 ott 2019 ore 17:45

I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali borse europee hanno iniziato la settimana con buone performance. Oggi ha preso il via il collocamento della quindicesima tranche del BTP Italia, con scadenza nel 2027 e cedola minima netta dello 0,6%: nella prima giornata di offerta sono pervenute richieste per circa 2 miliardi di euro. Riflettori puntati su Telecom Italia TIM, nel giorno del CdA per la nomina del nuovo presidente. I titoli del settore bancario hanno terminato la giornata con forti rialzo, confermando i trend positivo registrato la scorsa settimana.

mercato-andamentoIl FTSEMib ha messo a segno un progresso dello 0,7% a 22.478 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 22.344 punti e un massimo di 22.501 punti. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato lo 0,64%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,1%) e per il FTSE Italia Star (+0,25%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è sceso a 2,12 miliardi di euro, rispetto ai 2,28 miliardi di venerdì; sono passate di mano 523.858.605 azioni (582.597.522 nella seduta di venerdì). Su 426 titoli trattati, 226 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 160; invariate le restanti 40 azioni.

L’euro è tornato sotto gli 1,115 dollari, mentre il bitcoin si è riportato oltre gli 8.000 dollari (poco meno di 7.500 euro).

Lo spread Btp-Bund è salito a 133 punti.

 

Riflettori puntati su Telecom Italia TIM (+0,39% a 0,5375 euro). Oggi si è riunito il consiglio di amministrazione della compagnia telefonica per la nomina del nuovo presidente in sostituzione di Fulvio Conti. Secondo quanto scritto su Il Sole24Ore nel week-end dalla riunione del comitato nomine di venerdì 18 ottobre è arrivato, con decisione unanime, il via libera alla cooptazione di Salvatore Rossi nel cda di Telecom Italia TIM.

 

I titoli del settore bancario hanno terminato la giornata in territorio positivo, dopo il forte recupero registrato la scorsa settimana.

UniCredit ha registrato un progresso del 2,1% a 11,742 euro. Con riferimento al piano industriale che sarà presentato a inizio dicembre Milano Finanza ha segnalato che l’istituto “potrebbe riunire tutte le attività internazionali sotto un'unica subholding alla cui guida, secondo indiscrezioni, potrebbe essere chiamato un top manager di Hvb”.

Molto bene anche BPER Banca (+2,6% a 4,018 euro). Gli analisti di Kepler Cheuvreux hanno alzato da 4,2 euro a 4,4 euro il target price sull’istituto, ipotizzando un’altra operazione straordinaria nel corso del 2020; gli esperti hanno confermato l’indicazione di acquisto delle azioni.

 

Spicca il forte rialzo messo a segno da Azimut Holding (+4,45% a 18,2 euro). Gli analisti di Banca Akros hanno alzato da 18,5 euro a 19 euro il target price sulla compagnia, ipotizzando un buon terzo trimestre del 2019 in merito alle commissioni; gli esperti hanno confermato l’indicazione di accumulare le azioni in portafoglio. Al contrario, Deutsche Bank ha limato da 19,5 euro a 19,3 euro il prezzo obiettivo su Azimut Holding e ha ribadito il giudizio “Hold” (mantenere). La stessa banca d’affari ha aumentato da 11,4 euro a 11,7 euro per azione la valutazione su FinecoBank (+2,64% a 10,32 euro); gli esperti hanno confermato il giudizio “Buy” (acquistare).

 

Enel è salita dello 0,89% a 6,828 euro. Dalle comunicazioni diffuse dalla Consob il 21 ottobre si apprende che l’11 ottobre Capital Research and Management Company è diventato uno dei maggiori azionisti della società con una quota del 5,03% del capitale; la partecipazione è detenuta in gestione discrezionale del risparmio. La Consob ha ricordato che l’azionisti di riferimento della compagnia elettrica resta il Ministero dell'economia e delle Finanze, accreditato del 23,585% di Enel.

 

In rosso Atlantia (-0,94% a 22,06 euro). Gli operatori hanno collegato le vendite sul titolo a una norma proposta dal Movimento 5 Stelle che prevede la riduzione all’1% della quota di ammortamento di alcuni beni destinati ai concessionari di autostrade e trafori. Secondo quanto scritto su Il Sole24Ore questa disposizione avrebbe un impatto negativo sul bilancio di Atlantia per circa 300 milioni di euro nel biennio 2019/2020.

 

Amplifon (-4,23% a 21,28 euro) ha registrato la peggiore performance di giornata al FTSEMib. Secondo quanto riportato dalla Consob, il 18 ottobre il fondo Canada Pension Plan Investment Board ha incrementato la posizione corta sulla società, portandola dallo 0,72% allo 0,92% del capitale, scommettendo su un ribasso del titolo.

 

Al segmento STAR spicca lo scivolone di GEDI Gruppo Editoriale. Il titolo ha terminato la giornata con un calo del 6,09% a 0,293 euro, dopo uno stop per eccesso di ribasso in seguito alla diffusione dei risultati dei primi nove mesi del 2019. GEDI Gruppo Editoriale ha terminato il periodo in esame con una perdita netta di 18,3 milioni di euro, rispetto all’utile di 7,8 milioni contabilizzati nei primi nove mesi del 2018; recependo gli effetti della cessione di Persidera (-16,9 milioni di euro) e oneri per ristrutturazioni con impatto sul risultato netto pari a 3,7 milioni.

 

Seduta brillante per Bio-ON, dopo il forte rialzo messo a segno la scorsa settimana (+50,2% tra il 14 e il 18 ottobre). Il titolo dell’azienda, quotata all'AIM Italia e attiva nel settore dei biopolimeri di alta qualità, ha terminato la giornata con balzo del 10,8% a 9,75 euro, dopo alcune sospensioni per eccesso di rialzo.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

La lotteria degli scontrini è una delle manovre che secondo l’attuale esecutivo dovrebbe favorire il riemergere di una certa parte di sommerso. Vediamo cos’è e come funziona Continua »