NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib chiude in rialzo (ma fallisce l'assalto a quota 21mila)

Dopo quattro giorni di trattative il Consiglio Europeo ha trovato l’accordo sul Recovery Fund. Seduta positiva per i titoli del settore bancario: volatilità su MPS

di Edoardo Fagnani 21 lug 2020 ore 17:43

borsa-positiva_1I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno terminato la seduta del 21 luglio 2020 in territorio positivo, anche se con rialzi ridotti rispetto ai massimi toccati in mattinata. Dopo quattro giorni di trattative il Consiglio Europeo ha trovato l’accordo sul Recovery Fund, che avrà un plafond complessivo di 750 miliardi di euro (390 miliardi a fondo perduto e 360 miliardi in prestiti). All’Italia dovrebbero arrivare 209 miliardi di euro (82 miliardi a fondo perduto e 127 miliardi in prestiti). Esty Dwek - Head of Global Market Strategy di Natixis IM Solutions - dopo questo accordo, il rischio di una disgregazione dell'Europa si è ulteriormente attenuato e la crescita del Vecchio Continente sarà sostenuta da questi interventi anche nel medio termine. "Anche il premio di rischio sugli asset europei dovrebbe quindi diminuire, sostenendo i mercati", ha aggiunto l'esperta.

Il FTSEMib ha registrato un progresso delo 0,49% a 20.723 punti; nel corso della giornata l'indice ha oscillato tra un minimo di 20.703 punti e un massimo di 21.133 punti. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato lo 0,5%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,76%) e per il FTSE Italia Star (+0,29%). Nella seduta del 21 luglio 2020 il controvalore degli scambi è salito a 2,84 miliardi di euro, rispetto agli 1,99 miliardi di lunedì; sono passate di mano 894.761.638 azioni (686.500.326 nella seduta di lunedì). Su 431 titoli trattati, 238 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 161; invariate le restanti 32 azioni. Pierre Veyret – analista tecnico di ActivTrades - ha segnalato che alcuni investitori vedono questi nuovi massimi di mercato come uno stato di euforia e credono che l'attuale slancio rialzista sia eccessivo. Di conseguenza, l'esperto non esclude una brusca correzione dei mercati azionari. "Detto questo, non sembra ci siano molto trader disposti a rischiare di fermarsi davanti ad un treno così veloce, per lo meno per il momento", ha puntualizzato Pierre Veyret.

L’euro ha sfiorato gli 1,15 dollari. Lo spread Btp-Bund è sceso a 154 punti.

 

Seduta positiva per i titoli del settore bancario.

IntesaSanpaolo ha guadagnato l'1,64% a 1,8848 euro. Borsa Italiana ha comunicato che, nell’ambito dell’offerta pubblica di scambio volontaria totalitaria avente ad oggetto massime 1.144.285.146 azioni ordinarie di UBI Banca (+0,19% a 3,733 euro) al momento sono state portate in adesione 59.814.360 azioni, pari al 5,229% del capitale di UBI Banca. Intanto, secondo quanto scritto sul Corriere della Sera oggi potrebbe riunirsi il consiglio di amministrazione di UBI Banca per valutare la nuova offerta di IntesaSanpaolo.

Buona giornata per UniCredit (+1,43%). L'istituto ha annunciato un accordo per la cessione pro-soluto di un portafoglio di crediti in sofferenza derivanti da contratti di credito chirografario verso clientela del segmento piccole e medie imprese italiane. Il portafoglio comprende esclusivamente crediti derivanti da contratti di finanziamento regolati dal diritto italiano con una creditoria complessiva - al lordo delle rettifiche di valore - di circa 702 milioni di euro.

Performance positiva anche per il BancoBPM (+0,44%) e BPER Banca (+3,46%).

Forte volatilità sul Monte dei Paschi di Siena, dopo aver terminato la seduta del 20 luglio con un balzo del 15%. Il titolo dell'istituto senese ha registrato un progresso dello 0,39% a 1,807 euro, ma era arrivato a toccare un massimo a 1,983 euro in mattinata. Il trend del Monte dei Paschi di Siena è positivo da diverse settimane: le azioni hanno quasi raddoppiato il proprio valore dai minimi toccati a fine maggio (1,01 euro).

 

Da segnalare il forte ribasso di Telecom Italia TIM (-2,49%).

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »