NAVIGA IL SITO

Ultima della settimana in rosso per Piazza Affari

Giornata negativa per Piazza Affari e per le altre borse principali del Vecchio Continente. La settimana della borsa italiana registra però un bilancio positivo

di Mauro Introzzi 21 giu 2024 ore 18:06

milano-negativa_1Giornata negativa per Piazza Affari e per le altre borse principali del Vecchio Continente. La settimana della borsa italiana registra però un bilancio positivo con un progresso vicino ai 2 punti percentuali.

Alla campana di fine contrattazioni il FTSEMib ha chiuso in calo dell'1,09% a 33.308 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 33.137 punti e un massimo di 33.551 punti. Il FTSE Italia All Share è sceso dell'1,07%. In calo della stessa entità il FTSE Italia Mid Cap (-0,91%) e il FTSE Italia Star (-1,11%). Nella seduta del 21 giugno 2024 il controvalore degli scambi è balzato a 5,88 miliardi di euro, rispetto ai 2,63 miliardi di giovedì.

Alle ore 18.00 il bitcoin è sceso sotto i 64.000 dollari (meno di 60.000 euro).

Lo spread Btp-Bund si è confermato poco sopra i 150 punti, con il rendimento del Btp decennale intorno al 3,92%.

L’euro si è attestato sotto gli 1,07 dollari.

 

Ancora protagonisti della seduta i bancari, già al centro delle attenzioni del mercato di queste ultime sedute. UniCredit ha perde il 2,14%. Nell’ambito dell’autorizzazione all’acquisto di azioni proprie deliberata dall’assemblea del 12 aprile 2024, nelle sedute tra il 17 e il 20 giugno 2024 UniCredit ha acquistato 9.729.799 azioni proprie al prezzo medio ponderato di 33,9393 euro per azione, per un controvalore complessivo di 330,22 milioni di euro. Alla data del 20 giugno 2024, alla data di chiusura della seconda tranche del programma di acquisto di azioni proprie, la società detiene 44.859.171 azioni proprie pari allo 2,67% del capitale. In conformità con la delibera dell’assemblea degli azionisti del 12 aprile 2024, la società prevede di procedere all’annullamento di tutte le azioni acquistate in esecuzione della seconda tranche del programma di buy-back 2023.

Tra gli altri bancari, IntesaSanpaolo è arretrata dell'1,16%. Tra l'1% e il 2% i cali anche di BPER Banca (-1,23%) e BancoBPM (-1,81%). Male invece Banca Mps (-3,79%),

 

In moderato ribasso Fincantieri (-1,51%). Da lunedì parte l'aumento di capitale da 500 milioni di euro del gruppo: azioni offerte a 2,62 euro, un valore che incorpora uno sconto pari al 32,2%, rispetto al prezzo teorico ex diritto (Theoretical ex right price-Terp) calcolato sul prezzo di chiusura al 20 giugno 2024. I diritti di opzione per la sottoscrizione delle nuove azioni siano esercitabili da lunedì prossimo, 24 giugno, e fino all'11 luglio, mentre mentre i titoli saranno negoziabili fino al 5 luglio.

Nel frattempo il gruppo ha annunciato di aver firmato i contratti per la costruzione di due navi da crociera, che si baseranno sulle caratteristiche delle precedenti navi già realizzate da Fincantieri, per l'armatore Viking. Le navi saranno consegnate tra il 2028 e il 2029. Il valore dell'accordo, soggetto a finanziamento e ad altri termini e condizioni, è stato definito come "grande". Le nuove navi si posizioneranno nel segmento delle navi da crociera di piccole dimensioni.

 

A proposito di operazioni societarie, S.G.G. Holding ha concordato con Borsa Italiana la proroga di 5 giorni dell'offerta pubblica di acquisto volontaria totalitaria promossa sulle azioni Saes Getters (+0,91%). Pertanto il periodo di adesione terminerà così il 28 giugno.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.