NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib ha perso l'1% nel giorno della BCE

Sono scattate le prese di beneficio su Stellantis, dopo il rialzo accumulato nelle precedenti tre sedute. In generale ribasso bancari e petroliferi. Al MidCap tonfo di Autogrill

di Edoardo Fagnani 21 gen 2021 ore 17:47

mercato-rossoI maggiori indici di Borsa Italiana hanno chiuso la seduta in territorio negativo (con volatilità in aumento), dopo le indicazioni di politica monetaria dalla BCE: la banca centrale ha deciso di riconfermare l’orientamento molto accomodante della propria politica monetaria. Nel corso della successiva conferenza stampa, Christine Lagarde ha ribadito le modalità con cui sarà utilizzato il PEPP. Ribassi frazionali per Francoforte e Parigi.

Il FTSEMib ha perso lo 0,98% a 22.429 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 22.425 punti e un massimo di 22.836 punti. Il FTSE Italia All Share è sceso dello 0,92%. Segno meno anche per il FTSE Italia Mid Cap (-0,25%) e per il FTSE Italia Star (-0,17%). Nella seduta del 21 gennaio 2021 il controvalore degli scambi è salito a 2,3 miliardi di euro, rispetto ai 2,19 miliardi di mercoledì; sono passate di mano 614.538.594 azioni (548.563.396 nella seduta di mercoledì). Su 442 titoli trattati, 267 hanno registrato una performance negativa, mentre i rialzi sono stati 145; invariate le restanti 30 azioni.

L’euro è risalito a 1,215 dollari. Alle 17.30 il bitcoin si attestava a 32.000 dollari (poco più di 26.000 euro).

Lo spread Btp-Bund ha sfiorato i 120 punti.

 

Sono scattate le prese di beneficio su Stellantis (-2,17% a 13,646 euro), dopo il rialzo accumulato nelle precedenti tre sedute. Gli analisti di Kepler Cheuvreux hanno fissato un prezzo obiettivo di 18 euro sul gruppo automobilistico; gli esperti consigliano l’acquisto delle azioni, in quanto il target price presuppone un rialzo del 29% rispetto ai 13,948 euro della chiusura del 20 gennaio 2021.

 

In generale ribasso i bancari. Secondo quanto scritto su Il Sole24Ore anche nel 2021 le principali banche europee adegueranno la politica dei dividendi alle richieste restrittive imposte dalla BCE.

Spicca il calo di BPER Banca (-1,76% a 1,62 euro).

 

Vendite sui titoli del settore petrolifero.

ENI ha subito una flessione del 2,62% a 8,668 euro.

Performance peggiori per Saipem (-4,8% a 2,202 euro) e Tenaris (-3,21% a 6,516 euro).

 

In rosso anche Telecom Italia TIM (-1,17% a 0,3626 euro). Il consiglio di amministrazione della compagnia telefonica ha espresso il proprio orientamento sulla composizione del nuovo organo amministrativo che l’assemblea dei soci dovrà nominare per il prossimo triennio. Parallelamente p stato assegnato un mandato al presidente Salvatore Rossi di coordinare le attività propedeutiche alla definizione di una lista di candidati proposta dal Consiglio stesso.

 

Al MidCap spicca il tonfo di Autogrill (-13,2% a 4,36 euro dopo alcune sospensioni per eccesso di ribasso). Il consiglio di amministrazione della società di ristorazione ha deliberato di sottoporre all’approvazione dell’assemblea straordinaria degli azionisti, che si terrà, in unica convocazione, il 25 febbraio 2021, la proposta di attribuire allo stesso CdA, una delega quinquennale ad aumentare a pagamento, il capitale per un importo massimo complessivo di 600 milioni di euro, mediante emissione di azioni ordinarie, da offrire in opzione agli aventi diritto.

 

In decisa flessione anche Garofalo HC (-9,25% a 5,1 euro). La società ha completato l'operazione di accelerated bookbuilding mediante l'emissione di 8,2 milioni nuove azioni ordinarie, in un collocamento privato riservato ad investitori qualificati. Le nuove azioni di Garofalo HC sono state collocate a un prezzo unitario di 5,1 euro, per un controvalore complessivo di 41,82 milioni di euro. Il titolo aveva terminato la seduta del 20 gennaio 2021 a 5,62 euro. Inoltre, l’azionista di controllo e amministratore delegato, Maria Laura Garofalo, ha deciso di porre in vendita 300mila azioni della società allo stesso prezzo delle azioni offerte agli investitori istituzionali.

In forte rialzo, invece, Salvatore Ferragamo (+6,05%). L’azionista di riferimento della società del lusso, Ferragamo Finanziaria, ha comunicato che, in vista della scadenza di marzo per il deposito della lista per il rinnovo del consiglio di amministrazione della controllata, ha iniziato le valutazioni in merito alla nuova governance.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Chi e per cosa si può utilizzare NoiPA

NoiPA è la piattaforma digitale per la gestione del personale e degli stipendi del settore pubblico.

da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »