NAVIGA IL SITO

Piazza Affari chiude la settimana con un ribasso

Dopo una partenza positiva in scia ai rialzi dei mercati Usa e asiatici, la borsa milanese ha presto cambiato rotta, arrivando anche a perdere quasi un punto e mezzo a metà giornata

di Mauro Introzzi 21 ago 2020 ore 17:49

milano-negativaDopo una partenza positiva, in scia ai recenti rialzi dei mercati americani e di quelli asiatici, la borsa milanese e le altre piazze del Vecchio Continente hanno presto cambiato rotta, arrivando anche a perdere quasi un punto e mezzo a metà giornata. Poi il calo si è ridimensionato ma il recupero non è arrivato ad azzerare le perdite. Sulla parità le prime fasi di contrattazione dei principali indici americani.

 

Il FTSEMib ha così perso lo 0,36% a 19.695 punti (minimo di 19.480 punti e massimo di 19.868 punti) mentre il FTSE Italia All Share ha perso lo 0,44%. Segno negativo, ma più contenuto, anche per il FTSE Italia Mid Cap (-0,22%) e per il FTSE Italia Star (-0,22%). Nella settimana Milano ha perso quasi 2 punti percentuali.

Nella seduta del 21 agosto 2020 il controvalore degli scambi è salito a 1,33 miliardi di euro rispetto agli 1,22 miliardi di giovedì 20 agosto; sono passate di mano 389.183.759 azioni (350.734.872 nella seduta precedente). Su 400 titoli trattati, 229 hanno registrato una performance negativa, mentre i rialzi sono stati 139; invariate le restanti 32 azioni.

L’euro è arrivato sotto gli 1,18 dollari, mentre il bitcoin si è confermato poco sotto i 12.000 dollari (sotto i 10.000 euro).

Lo spread Btp-Bund è risalito lievemente in zona 150 punti.

 

Al FTSEMib spicca il calo di Saipem (-3,5%). Il titolo paga la riduzione del rating da parte di Bernstein. Gli analisti dellla banca d'affari hanno portato il giudizio a "market perform" (neutrale) dal precedente "outperform" (farà meglio del mercato) e più che dimezzato il target price, portato a 2 euro da 4,8 euro.

 

In ribasso Telecom Italia (-1,41%). La posizione dell'esecutivo italiano nei confronti del controllo della rete unica appare diversa rispetto a quella palesata nelle scorse ore dal numero uno della società, Luigi Gubitosi, che ha dichiarato che la maggioranza di un'ipotetica azienda nazionale di gestione della rete dovrebbe essere in capo a Telecom Italia TIM.

 

In controtendenza CNH Industrial (+1,62%), arrivato anche a guadagnare il 3% circa dopo i cali di ieri. Il gruppo ha beneficiato anche degli acquisti sul comparabile americano Deere, in grande evidenza a Wall Street dopo una trimestrale migliore delle attese.

 

Complessivamente in calo, ma frazionale, i bancari. IntesaSanpaolo ha perso lo 0,25%. La banca, con una nota, ha confermato che il periodo di presentazione delle richieste di vendita delle azioni UBI Banca (-0,27%) avrà inizio alle ore 8.30 del 24 agosto 2020 e terminerà alle ore 17.30 dell’11 settembre 2020.  Qualora a seguito della procedura di adempimento dell’obbligo di acquisto l'istituto venga a detenere una partecipazione complessiva superiore o pari al 95% del capitale sociale di UBI Banca, IntesaSanpaolo adempierà all'obbligo di acquisto nei confronti degli azionisti di UBI Banca che ne facciano richiesta. Questa procedura avrà ad oggetto la totalità delle rimanenti azioni ordinarie UBI non possedute da IntesaSanpaolo ancora in circolazione e si concluderà con il trasferimento a IntesaSanpaolo della titolarità di ciascuna di tali azioni.

In calo dello 0,65% Unicredit.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »