NAVIGA IL SITO

Indici misti a Piazza Affari. Minimo calo per il FTSEMib

Performance brillante per Telecom Italia TIM. Hanno prevalso le vendite sui titoli bancari: spicca il ribasso del BancoBPM. Buone performance per i petroliferi

di Edoardo Fagnani 20 dic 2023 ore 17:40

trading-grafico_1_1I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno terminato la giornata con variazioni frazionali. "È probabile che i titoli europei continuino a muoversi in laterale fino a quando un nuovo catalizzatore, sotto forma di uno sviluppo macro significativo, non porterà una maggiore direzionalità ai mercati", ha segnalato Pierre Veyret – analista tecnico di ActivTrades.

Il FTSEMib ha subito una flessione dello 0,01% a 30.361 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 30.204 punti e un massimo di 30.461 punti. Il FTSE Italia All Share ha chiuso in progresso dello 0,04%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,44%) e per il FTSE Italia Star (+0,86%).

Il bitcoin ha toccato i 44.000 dollari (circa 40.000 euro).

Lo spread Btp-Bund si attestato sopra i 160 punti, con il rendimento del Btp decennale che ha oscillato intorno al 3,6%.

L’euro si è consolidato oltre gli 1,095 dollari.

 

Telecom Italia TIM ha registrato la migliore performance di giornata al FTSEMib. Il titolo della compagnia telefonica ha messo a segno un progresso del 5,75% a 0,296 euro.

 

Hanno prevalso le vendite sui titoli del settore bancario.

Il BancoBPM ha registrato un ribasso dell'1,45% a 4,744 euro. Gli analisti di UBS hanno tagliato a 4,6 euro il target price sull'istituto guidato da Giuseppe Castagna; gli esperti hanno portato il giudizio a "Neutrale".

In rosso anche il Monte dei Paschi di Siena (-0,68%) e BPER Banca (-1,21%).

 

Buone performance per i titoli del settore petrolifero, dopo che il prezzo del greggio a New York (contratto con scadenza a febbraio 2024) ha toccato i 75 dollari al barile.

ENI ha guadagnato l'1,18% a 15,204 euro.

 

In frazionale ribasso Stellantis (-0,21% a 21,24 euro). L’ACEA (l'associazione europea che raggruppa i produttori di automobili) ha comunicato che nel mese di novembre 2023 sono state immatricolate nell'Unione Europea 885.581 vetture, in aumento del 6,7% rispetto alle 829.823 dello stesso periodo del 2022. In flessione, invece, le vendite di Stellantis a novembre 2023: lo scorso mese il gruppo automobilistico ha registrato un calo delle immatricolazioni del 7,3% con 139.073 vetture vendute; di conseguenza, la quota di mercato di Stellantis in Europa si è attestata al 15,7%.

 

OpenJobmetis è rimasta sospesa dalle contrattazioni in attesa di un comunicato.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.