NAVIGA IL SITO

Piazza Affari: la peggiore del giorno in Europa

In rosso il FTSEMib nella giornata odierna. Il principale paniere italiano ha chiuso sui minimi di seduta. Prese di beneficio su Atlantia dopo i rialzi di ieri. Poco mossi i bancari

di Mauro Introzzi 2 mar 2021 ore 17:59

mercato-azionario-negativoIn rosso il FTSEMib nella giornata odierna. Il principale paniere italiano ha chiuso sui minimi di seduta, con il calo che si è ampliato nel corso del pomeriggio. Prese di beneficio su Atlantia dopo i rialzi di ieri. Poco mossi i bancari.

Alla campana di fine contrattazioni il FTSEMib ha registrato un calo dello 0,78% ai minimi di seduta a quota 23.084 punti, dopo aver otccato anche un massimo di 23.326 punti nel corso della giornata. Il FTSE Italia All Share ha perso lo 0,65%. Segno negativo anche per il FTSE Italia Mid Cap (-0,27%) mentre il FTSE Italia Star ha guadagnato lo 0,32%.

Nella seduta del 2 marzo 2021 il controvalore degli scambi è sceso a 2,24 miliardi, dai 2,52 miliardi di euro di lunedì; sono passate di mano 595.761.730 azioni (645.067.947 nella seduta precedente). Su 434 titoli trattati, 182 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 221; invariate le restanti 31 azioni.

Alle 17.40 il bitcoin era rimasto sotto i 48.000 dollari (poco sotto i 40.000 euro).

L’euro si è attestato sotto gli 1,21 dollari.

Lo spread Btp-Bund è risalito oltre i 102 punti.

 

Tra i titoli a maggior capitalizzazione prese di beneficio su Atlantia (-3,69%) dopo i progressi di ieri. In rosso anche Telecom Italia (-1,81%) e STM (-2,16%).

 

In calo del 2,64% Saipem. Gli analisti di Berenberg hanno deciso di abbassare a "hold" (mantenere) dal precedente "buy" (acquistare) il loro giudizio sulla società, ora valutata 2,4 euro rispetto al precedente 2,6 euro. Gli esperti della banca d'affari sono rimasti delusi dai conti del quarto trimestre 2020 diffusi di recente, che mostravano una marginalità sotto le attese.

 

In lieve ribasso Stellantis (-0,22%). Secondo quanto indicato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nel mese di febbraio 2021 la motorizzazione ha immatricolato 142.998 autovetture, con un calo del 12,3% rispetto a febbraio 2020, durante il quale ne furono immatricolate 163.124. Stellantis, il gruppo nato dalla fusione tra la francese PSA e l'italoamericana FCA, ha immatricolato nel mese di febbraio 59.047 auto, con una quota di mercato pari al 41,3%.

Domani la società diffonderà i conti 2020.

 

Tra i bancari in calo liene UniCredit (-0,35%). Secondo quanto riportato da Il Sole24Ore la banca starebbe accelerando sulla lista del nuovo consiglio di amministrazione. Sembra che già in settimana il board di Gae Aulenti sarebbe pronto a varare l'elenco dei componenti del nuovo board per il prossimo triennio.

Poco mossa anche IntesaSanpaolo (-0,25%). In positivo BancoBPM (+0,79%).

Minimo rialzo per il Creval (+0,12%). Secondo le ultime comunicazioni Credit Agricole Italia ha acquistato ai blocchi un altro 1,14% del capitale. La quota potenziale detenuta nell'azionariato della banca è ora quindi pari al 17,7%.

 

Allo STAR bene Esprinet (+2,11%). Il gruppo della distribuzione it ed elettronica di consumo ha chiuso il 2020 con ricavi in salita del 14% rispetto al 2019 a 4,49 miliardi di euro e un utile netto di 31,8 milioni di euro, in miglioramento del 35% rispetto ai 23,6 milioni dell'esercizio precedente. Sulla base di questi conti il board propone ai soci la distribuzione di un dividendo pari a 0,54 euro per azione.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.