NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib chiude in calo (ma lontano dai minimi)

Telecom Italia TIM in progresso di oltre il 2%. Giornata negativa, invece, per Stellantis. Al segmento STAR debutto brillante per SYS-DAT

di Edoardo Fagnani 2 lug 2024 ore 17:39

piazza-affari-rosso_1I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno terminato la giornata in territorio negativo.

Il FTSEMib ha perso lo 0,7% a 33.481 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 33.262 punti e un massimo di 33.581 punti. Il FTSE Italia All Share ha chiuso in calo dello 0,67%. Variazioni frazionali per il FTSE Italia Mid Cap (-0,38%) e per il FTSE Italia Star (+0,22%).

Alle 17.30 il bitcoin era sceso sotto i 62.000 dollari (circa 57.500 euro).

Lo spread Btp-Bund si è ristretto a 145 punti, con il rendimento del Btp decennale che si è riportato oltre il 4,05%.

L’euro si è confermato sotto gli 1,075 dollari.

 

Telecom Italia TIM ha messo a segno un progresso del 2,21% a 0,231 euro. La compagnia telefonica ha annunciato di aver perfezionato la cessione di NetCo a Kohlberg Kravis Roberts. L'operazione si concretizzerà mediante il conferimento in FiberCop (società controllata al 58% da Telecom Italia TIM) del ramo d’azienda della compagnia telefonica che comprende l’infrastruttura di rete fissa e le attività wholesale, e la successiva acquisizione dell'intero capitale di FiberCop da parte di Optics BidCo, società controllata da KKR. L’operazione di cessione di NetCo è valorizzata fino a un massimo di 22 miliardi di euro.

 

Stellantis ha subito una flessione del 2,29% a 18,208 euro. Il Ministero dei Trasporti ha comunicato che nel mese di giugno 2024 in Italia sono state immatricolate 160.0461 vetture, in aumento del 15% rispetto alle 139.150 dello stesso periodo dello scorso anno. In forte aumento anche le vendite di Stellantis. A giugno 2024 le immatricolazioni del gruppo sono state pari a oltre 48mila unità, in crescita dell'11,4% rispetto alle oltre 43mila vetture vendute a giugno 2023. Di conseguenza, la quota di mercato di Stellantis si è attestata al 30,04%.

 

In calo anche i titoli del settore bancario.

Spiccano i ribassi della Popolare di Sondrio (-1,89%) e di BPER Banca (-2,54%).

 

In altalena i titoli del settore petrolifero, dopo che il prezzo del greggio a New York (contratto con scadenza ad agosto 2024) è tornato a 83,5 dollari al barile.

ENI ha ceduto lo 0,03% a 14,528 euro. Performance positive, invece, per Saipem (+0,25% a 2,404 euro) e Tenaris (+0,98% a 14,385 euro).

 

Spiccano le performance di DiaSorin (+3,43%) e di Iveco Group (-3,76%).

 

Al segmento STAR focus su SYS-DAT, nel giorno del debutto a Piazza Affari. Il titolo ha registrato un balzo del 7,37% a 3,6505 euro, dopo aver oscillato tra un minimo di 3,6145 euro e un massimo di 3,85 euro. Le azioni erano state collocate a un prezzo di 3,4 euro, per una capitalizzazione iniziale di circa 103 milioni di euro.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.