NAVIGA IL SITO

FTSEMib in positivo. Balzo di Leonardo (+10%)!

A Piazza Affari era giornata di scadenze tecniche. ENI in territorio positivo dopo la diffusione dei risultati 2020 e della strategia 2021-2024. Seduta brillante per Leonardo e Moncler

di Edoardo Fagnani 19 feb 2021 ore 17:58

borsa-positiva_1I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno registrato progressi nell'ordine del punto percentuale nell’ultima seduta della settimana. Norman Villamin - Chief Investment Officer Wealth Management di Union Bancaire Privée (UBP) - ritiene che la continua accelerazione degli utili sarà il driver dell'azionario nei prossimi mesi. Tuttavia, "se da una parte abbiamo un outlook positivo per il 2021, vediamo anche un aumento delle vulnerabilità nei mercati azionari nel breve termine", ha avvertito l'esperto, secondo cui i lockdown prolungati legati alla diffusione discontinua dei vaccini in Europa, l'emergere di nuovi ceppi del virus, così come le valutazioni elevate del mercato potrebbero portare a mercati volatili. Intanto, oggi è stata giornata di scadenze tecniche; sono arrivati a termine i contratti di opzione sulle azioni e sugli indici datati febbraio 2021.

Il FTSEMib ha guadagnato lo 0,94% a 23.136 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 22.851 punti e un massimo di 23.187 punti. Il FTSE Italia All Share è salita dello 0,9%. Performance sulla stessa linea per il FTSE Italia Mid Cap (+0,85%) e per il FTSE Italia Star (+1,11%). Nella seduta del 19 febbraio 2021 il controvalore degli scambi è salito a 2,55 miliardi di euro, rispetto ai 2,27 miliardi di giovedì; sono passate di mano 641.333.592 azioni (665.522.142 nella seduta di giovedì). Su 436 titoli trattati, 245 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 150; invariate le restanti 41 azioni.

Alle 17.40 il bitcoin era poco sotto i 55.000 dollari (circa di 45.000 euro), sui massimi storici.

Lo spread Btp-Bund è poco sopra i 90 punti.

L’euro è rimasto sopra gli 1,21 dollari.

 

Protagonista di giornata, al FTSEMib, Leonardo (+10,05% a 6,59 euro). Secondo quanto scritto su Il Messaggero, nei prossimi giorni il management del gruppo aerospaziale potrebbe dare il via libera all’OPVS (offerta pubblica di vendita e sottoscrizione) della controllata DRS a Wall Street. La società stessa, su richiesta di CONSOB a seguito dell’odierno andamento del titolo, ha poi dichiarato nel pomeriggio che sta valutando la possibilità di procedere alla quotazione di Leonardo DRS in un’ottica di creazione di valore per i propri azionisti. La società ha ribadito tuttavia che, come già comunicato in data 9 novembre 2020, nessuna decisione formale in merito è stata ancora presa.

 

ENI in rialzo dell'1,11% a 9,198 euro. Il colosso petrolifero ha comunicato i risultati finanziari del 2020, che hanno risentito della forte volatilità registrata dal prezzo del petrolio nella prima parte dell’anno e della drastica riduzione della domanda, in conseguenza al lockdown deciso per frenare la pandemia da Covid-19. Nessuna sorpresa dalla politica dei dividendi. Il management di ENI intende proporre all’assemblea degli azionisti la distribuzione di un dividendo 2021 (relativo all’esercizio 2020) di 0,36 euro per azione (0,86 euro nel 2019).

Nel corso della giornata il Cane a sei zampe ha diffuso il piano strategico 2021-2024.

 

Rialzi generalizzati per i titoli del settore bancario.

IntesaSanpaolo ha guadagnato l'1,37% a 2,1085 euro. Gli analisti di Goldman Sachs e Jp Morgan hanno incrementato il prezzo obiettivo sull’istituto guidato da Carlo Messina, portandolo rispettivamente a 2,65 euro e a 2,7 euro; entrambe le banche d’affari hanno confermato l’indicazione di acquisto delle azioni.

La stessa Goldman Sachs ha incrementato da 10,7 euro a 12,3 euro il target price su UniCredit (+2,57% a 8,346 euro), ribadendo il giudizio “Buy” (acquistare).

 

Seduta spumeggiante per Moncler (+5,42% a 53,32 euro). Il gruppo dei piumini ha comunicato i risultati finanziari relativi al 2020, esercizio chiuso con ricavi per 1,44 miliardi di euro, in contrazione del 12% rispetto agli 1,63 miliardi realizzati l’anno precedente; a tassi di cambio costanti, il calo del fatturato sarebbe stato dell’11%. In forte peggioramento anche il risultato operativo, che si è ridotto da 491,8 milioni a 368,82 milioni di euro; di conseguenza, la marginalità è scesa al 25,6%. L’utile netto è sceso a 300,35 milioni di euro, dai 358,69 milioni contabilizzati nel 2019. Il consensus elaborato dalle banche d'affari aggiornato al 16 febbraio 2021 e pubblicato sul sito internet di Moncler indicava un giro d'affari in calo del 15% pari a 1,39 miliardi di euro, un risultato operativo per 306 milioni di euro (con una marginalità del 22%) e un utile netto di 199 milioni di euro.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »