NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib torna a salire

Intanto, la FED ha sorpreso i mercati con una massiccia iniezione di liquidità nel sistema bancario. Giornata positiva per i titoli del settore bancario. Pesante ribasso, invece, per Moncler

di Edoardo Fagnani 18 set 2019 ore 17:45

In rialzo i maggiori indici di Borsa Italiana e le principali borse europee, nella seduta di mercoledì 18 settembre, prima delle indicazioni di politica monetaria della FED. Intanto, la banca centrale statunitense ha sorpreso i mercati con una massiccia iniezione di liquidità nel sistema bancario, pari a 75 miliardi di dollari di fondi in due giorni. Giornata positiva per i titoli del settore bancario, dopo le vendite registrate martedì. In forte ribasso, invece, Moncler.

mercato-sale_1Il FTSEMib ha messo a segno un progresso dello 0,67% a 21.948 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 21.774 punti e un massimo di 22.009 punti. Il FTSE Italia All Share ha registrato un rialzo dello 0,6%. Variazioni positive anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,11%) e per il FTSE Italia Star (+0,43%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è sceso a 2,1 miliardi di euro, rispetto ai 2,32 miliardi di martedì; sono passate di mano 456.697.446 azioni (635.234.534 nella seduta di martedì). Su 419 titoli trattati, 203 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 174; invariate le restanti 42 azioni.

L’euro ha superato gli 1,105 dollari.

Lo spread Btp-Bund è tornato sotto i 140 punti.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

Giornata positiva per i titoli del settore bancario, dopo i forti ribassi registrati martedì.

In rialzo di oltre mezzo punto percentuale Mediobanca (+0,71% a 9,586 euro). Delfin, la holding di Leonardo del Vecchio, ha comunicato di detenere una partecipazione del 6,94% nell’istituto di Piazzetta Cuccia. La mossa, secondo quanto indicato dallo stesso imprenditore veneto, sarebbe di lungo periodo e il ruolo del nuovo azionista rilevante sarebbe quello di “dare un sostegno per accelerare la creazione di valore a vantaggio di tutti gli stakeholder”.

Poco sopra la parità il Monte dei Paschi di Siena (+0,06% a 1,622 euro). L’istituto senese ha concluso il collocamento di un’emissione obbligazionaria unsecured di tipo Senior Preferred a tasso fisso con scadenza 5 anni, destinata ad investitori istituzionali, per un ammontare pari a 500 milioni di euro. L'obbligazione ha ottenuto ordini finali per circa 900 milioni di euro da parte di circa 100 investitori. Il rendimento è stato portato a un livello finale pari al 3,625%.

 

Moncler ha registrato la peggiore performance al FTSEMib, terminando la giornata con uno scivolone del 7% a 31,74 euro. L’amministratore delegato del gruppo dei piumini, Remo Ruffini, ha precisato che le proteste in atto ad Hong Kong potrebbero avere un impatto sui risultati dell’azienda nel corso del 2019. Nel corso della diffusione dei risultati del primo semestre il management di Moncler aveva ipotizzato uno scenario di ulteriore crescita per l’intero 2019, confermando la strategia di sviluppo internazionale e consolidamento dei mercati “core”.  Intanto, gli analisti di Kepler Cheuvreux hanno tagliato da 44 euro a 41,5 euro il target price su Moncler, in seguito alla riduzione delle stime sull’utile per azione per il biennio 2019/2020; tuttavia, gli esperti hanno confermato l’indicazione di acquisto delle azioni.

 

Riflettori ancora puntati su Atlantia (+1,54% a 21,08 euro). La concessionaria ha ufficializzato le dimissioni dell’amministratore delegato e direttore generale, Giovanni Castellucci, dalle cariche ricoperte in azienda, definendo una risoluzione consensuale con il manager. Fino alla nomina di un nuovo amministratore delegato, il CdA ha deliberato di trasferire in via temporanea le deleghe esecutive a un comitato esecutivo, formato anche dal presidente Fabio Cerchiai e dall’amministratore Carlo Bertazzo. Intanto, secondo quanto scritto su MF, Atlantia starebbe studiando l’ipotesi di quotare la controllata Autostrade per l'Italia con l’obiettivo di far entrare contestualmente nel capitale “un soggetto di natura istituzionale e italiano, come potrebbe essere la Cassa Depositi e Prestiti o un fondo a vocazione infrastrutturale come F2i”.

 

Fiat Chrysler Automobiles è rimasta invariata a 12,39 euro. L’ACEA ha comunicato che nel mese di agosto 2019 sono state immatricolate nell'Unione Europea poco più di 1,04 milioni di vetture, in flessione dell'8,4% rispetto allo stesso periodo del 2018. Anche lo scorso mese il trend di Fiat Chrysler Automobiles è stato peggiore rispetto al mercato: il gruppo quotato al FTSEMib ha registrato un calo delle immatricolazioni del 26,6% con poco meno di 53mila vetture vendute.

 

È proseguito il trend negativo di Prysmian (-2,97% a 19,6 euro). Gli analisti di Jp Morgan hanno tagliato da 25 euro a 23,5 euro il target price sulla società, in seguito alla revisione delle prospettive del settore, dopo che il gruppo statunitense Corning ha ridotto la stima sui ricavi per l’esercizio in corso. Tuttavia, gli esperti hanno confermato il giudizio “Overweight” (sovrappesare).

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Dimissioni per giusta causa: quando sono possibili e come si danno

Le dimissioni per giusta causa consentono al lavoratore di risolvere immediatamente il rapporto di lavoro. Se ricorre giusta causa, il lavoratore può licenziarsi senza preavviso al datore di lavoro.

da

ABCRisparmio

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

La lotteria degli scontrini è una delle manovre che secondo l’attuale esecutivo dovrebbe favorire il riemergere di una certa parte di sommerso. Vediamo cos’è e come funziona Continua »