NAVIGA IL SITO

Indici in rosso a Piazza Affari: FTSEMib -0,8%

Spicca il balzo di NEXI (+13,2%). In altalena Telecom Italia TIM, dopo le performance registrate nelle due sedute precedenti. Saipem tra i migliori al FTSEMib

di Edoardo Fagnani 18 ott 2023 ore 17:39

mercato-rosso_1I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno terminato la seduta in territorio negativo.

Il FTSEMib ha lasciato sul terreno lo 0,82% a 28.136 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 28.102 punti e un massimo di 28.514 punti. Il FTSE Italia All Share ha subito un ribasso dello 0,85%. Performance peggiori per il FTSE Italia Mid Cap (-1,24%) e per il FTSE Italia Star (-1,95%). Nella seduta del 18 ottobre 2023 il controvalore degli scambi è salito a 2,46 miliardi di euro, rispetto agli 1,91 miliardi di martedì.

Il bitcoin si è confermato sotto i 28.500 dollari (meno di 27.000 euro).

Lo spread Btp-Bund si è allargato a 205 punti, con il rendimento del Btp decennale che ha sfiorato il 5%.

L’euro è sceso sotto gli 1,055 dollari.

 

NEXI ha registrato un balzo del 13,2% a 6,514 euro. Secondo quanto riportato dall’agenzia Bloomberg, il fondo CVC Capital Partners starebbe valutando la possibilità di formulare un’offerta per il gruppo attivo nel settore dei pagamenti.

 

Seduta caratterizzata da diversi cambi di direzione per Telecom Italia TIM, dopo le performance registrate nelle due sedute precedenti. Il titolo della compagnia telefonica ha terminato la giornata con un progresso dello 0,75% a 0,2688 euro.

 

Performance positive per i titoli del settore petrolifero, nonostante il prezzo del greggio a New York (contratto con scadenza a novembre 2023) sia sceso a 88 dollari al barile, da un massimo intraday di 89,88 dollari.

ENI è salita dello 0,7% a 15,64 euro. Il colosso petrolifero ha diffuso le stime di consensus relative al 3° trimestre 2023. Le previsioni pubblicate sul sito Internet di ENI indicano per il periodo luglio-settembre un utile operativo adjusted di 2,85 miliardi di euro e un utile netto adjusted pari a 1,63 miliardi di euro.

Performance migliore per Saipem (+3,67% a 1,5835 euro). Gli analisti di Jp Morgan hanno alzato il prezzo obiettivo sulla società di ingegneristica, portandolo da 2,75 euro a 3 euro; gli esperti hanno confermato il giudizio "Overweight" (sovrappesare).

 

Al FTSEMib è proseguito il trend negativo di Mediobanca (-3,89% a 11,38 euro).

Spiccano anche i ribassi di CNH Industrial (-3,28%) e di Interpump (-3,89%).

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.