NAVIGA IL SITO

FTSEMib, la chiusura è negativa

Prese di beneficio sui bancari, dopo le buone performance di martedì. Minimo rialzo per Fiat Chrysler Automobiles. In rosso i titoli del settore petrolifero

di Edoardo Fagnani 17 lug 2019 ore 17:49

Piazza Affari e le principali borse europee hanno terminato la seduta del 17 luglio con ribassi frazionali. Secondo gli analisti di Lyxor l'abbondante liquidità ha portato le azioni ai massimi dell'anno e dovrebbe continuare a rappresentare un forte sostegno nel breve periodo. "Preferiamo azioni ad alta qualità e elevati dividendi che offrono alternative interessanti per gli investitori alla ricerca di rendimenti", hanno precisato gli esperti.

milano-negativaIl FTSEMib ha registrato un calo dello 0,56% a 22.079 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 22.036 punti e un massimo di 22.237 punti. Anche il FTSE Italia All Share ha ceduto lo 0,56%. In ribasso di mezzo punto percentuale il FTSE Italia Mid Cap (-0,5%) e il FTSE Italia Star (-0,49%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è sceso a 1,86 miliardi di euro, rispetto ai 2,01 miliardi di martedì; sono passate di mano 886.181.937 azioni (881.889.157 nella seduta di martedì). Su 403 titoli trattati, 226 hanno registrato una performance negativa, mentre i rialzi sono stati 144; invariate le restanti 33 azioni.

L’euro ha oscillato tra gli 1,12 e gli 1,125 dollari, mentre il bitcoin si è attestato sotto i 10mila dollari (poco più di 8.500 euro).

Lo spread tra Btp e bund è salito a 194 punti.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

Prese di beneficio sui bancari, dopo le buone performance di martedì.

Chiusura sotto la parità per il Monte dei Paschi di Siena; il titolo dell’istituto toscano è sceso dell’1,94% a 1,621 euro. La banca ha concluso il collocamento di un’emissione obbligazionaria di tipo Subordinato Tier 2 a tasso fisso con scadenza 10 anni, destinata ad investitori istituzionali, per un ammontare pari a 300 milioni di euro. Il rendimento del titolo è stato fissato al 10,5%. L’operazione, ha ottenuto ordini finali per circa 600 milioni di euro da parte di oltre 100 investitori.

UniCredit ha lasciato sul terreno l’1,3% a 11,584 euro.

Performance peggiori per BancoBPM (-1,59% a 1,891 euro) e per UBI Banca (-1,66% a 2,599 euro).

 

Azimut Holding ha ceduto l’1,95% a 17,305 euro. Gli analisti di Deutsche Bank hanno peggiorato il giudizio sulla compagnia, portandolo da “Buy” (acquistare) a “Hold” (mantenere), dopo il rally registrato dal titolo nel corso del 2019; gli esperti hanno confermato a 19,5 euro il target price.

 

Minimo rialzo per Fiat Chrysler Automobiles (+0,07% a 12,188 euro), dopo il forte ribasso subito nella seduta del 16 luglio. L’ACEA ha comunicato che nel mese di giugno 2019 sono state immatricolate nell'Unione Europea poco meno di 1,45 milioni di vetture, in calo del 7,8% rispetto allo stesso periodo del 2018. Lo scorso mese il trend di Fiat Chrysler Automobiles è stato peggiore rispetto al mercato: il gruppo quotato al FTSEMib ha registrato un calo delle immatricolazioni del 13,6% con poco meno di 89mila vetture vendute.

 

In rosso i titoli del settore petrolifero, dopo che a New York il prezzo del greggio è sceso sotto i 58 dollari al barile.

Spiccano i ribassi subiti da Saipem (-2,71% a 4,446 euro) e Tenaris (-3,83% a 11,555 euro).

Male anche ENI (-1,72% a 14,414 euro).

 

Enel è salita dello 0,96% a 6,513 euro. L’agenzia Moody’s ha migliorato le prospettive del rating sul debito a lungo termine del colosso elettrico, portandole da “stabili” a “positive”. Gli esperti hanno confermato il rating “Baa2”, che classifica Enel tra gli emittenti non speculativi.

 

Telecom Italia TIM ha registrato un frazionale rialzo dello 0,3% a 0,5049 euro. Secondo quanto scritto su La Repubblica il consiglio di amministrazione della compagnia telefonica in programma per il 1° agosto potrebbe esaminare la cessione di attività per un ammontare di 2 miliardi di euro; risorse che "saranno destinate a ridurre i debiti e che eventualmente potrebbero essere utilizzate per Open Fiber", ha evidenziato il quotidiano. Tuttavia, il numero uno di Telecom Italia TIM, Luigi Gubitosi, ha precisato che non c’è l’intenzione di vendere le attività di data center. Intanto, gli analisti di Deutsche Bank hanno tagliato il prezzo obiettivo su Telecom Italia TIM, portandolo da un euro a 0,7 euro. Indicazione simile da Equita sim, che ha limato da 0,6 euro a 0,58 euro il target price sulla compagnia telefonica. Tuttavia, gli esperti delle due banche d’affari hanno confermato l’indicazione di acquisto delle azioni.

 

Debutto positivo per Pattern all’AIM Italia. Il titolo ha terminato la giornata con un balzo del 15,4% a 3,75 euro. Le azioni Pattern sono state collocate a 3,25 euro.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Unisalute: cos'è e come funziona

Unisalute è una società assicurativa specializzata nella sanità. Fa parte del gruppo Unipol e gestisce numerosi fondi di assistenza sanitaria integrativa e casse professionali

da

ABCRisparmio

Come si ritirano le vincite al Superenalotto

Come si ritirano le vincite al Superenalotto

Come possono essere ritirare le vincite al Superenalotto? I premi Possono essere riscossi presentando la ricevuta originale e integra della schedina vincente giocata Continua »