NAVIGA IL SITO

Seduta poco mossa per il FTSEMib. Vendite su Juventus

In frazionale rialzo il principale indice di Piazza Affari in una giornata decisamente poco volatile. In sensibile ribasso Juventus, dopo l'annuncio del nuovo tecnico Maurizio Sarri

di Mauro Introzzi 17 giu 2019 ore 17:39

mercato-sale_1In frazionale rialzo il FTSEMib, il principale indice di Piazza Affari, in una giornata decisamente poco volatile. Poco mosse anche le altre piazze del Vecchio Continente e le prime contrattazioni delle borse americane.

A Milano, per tutta la durata della seduta con variazioni poco marcate, occhi puntati su Juventus, Telecom Italia, Fiat Chrysler Automobiles e qualche bancario.

Poco da segnalare dall’agenda del giorno, se non che STM (-0,6%) staccava la tranche trimestrale del suo dividendo, per un controvalore pari a 6 centesimi di dollaro per azione. Intanto il debito pubblico italiano ha registrato ad aprile un altro record, dopo essere salito di una quindicina di miliardi rispetto al mese precedente.

Così alla campana di fine contrattazioni il FTSEMib ha registrato un progresso dello 0,07% a 20.626 punti (minimo di 20.602 punti e massimo di 20.722 punti) mentre l'All Share è avanzato dello 0,23%. In lieve rosso il Mid Cap (-0,4%) e lo Star (-0,2%).

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

In calo del 3,41% Juventus: nelle scorse ore è stato ufficializzato Maurizio Sarri sulla panchina del club bianconero. Termina così la grande attesa sul tecnico successore di Massimiliano Allegri. L'ex tecnico di Napoli e Chelsea ha firmato un triennale fino al 30 giugno 2022.

 

In rialzo dello 0,24% Telecom Italia TIM. Il gruppo ha intenzione di avviare la procedura finalizzata a cancellare la quotazione presso la borsa americana del New York Stock Exchange (NYSE) delle proprie American Depositary Shares ordinarie e di risparmio.

 

Tra i bancari in rialzo dello 0,48% il BancoBPM che ha comunicato che, dopo l’emissione del senior preferred di marzo per un ammontare di 750 milioni di euro e del subordinato Additional Tier 1 di aprile per 300 milioni di euro, ha portato a termine un’emissione obbligazionaria senior preferred con scadenza a 5 anni, per un ammontare di 500 milioni di euro. Nel comparto in positivo anche BPER Banca (+0,76%). In calo frazionale Unicredit (-0,26%) e IntesaSanpaolo (-0,35%).

 

Sempre sotto i riflettori Fiat Chrysler Automobiles (+0,9%). Secondo quanto riporta la stampa potrebbero riaprirsi le trattative per una fusione con Renault.

 

Bene Fincantieri (+1,07%), che ha firmato con Naval Group un accordo, l’Alliance Cooperation Agreement, che definisce i termini operativi per la costituzione di una joint venture paritaria (50/50) denominata “Poseidon”.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Dimissioni per giusta causa: quando sono possibili e come si danno

Le dimissioni per giusta causa consentono al lavoratore di risolvere immediatamente il rapporto di lavoro. Se ricorre giusta causa, il lavoratore può licenziarsi senza preavviso al datore di lavoro.

da

ABCRisparmio

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

La lotteria degli scontrini è una delle manovre che secondo l’attuale esecutivo dovrebbe favorire il riemergere di una certa parte di sommerso. Vediamo cos’è e come funziona Continua »