NAVIGA IL SITO

Rialzo minimo per il FTSEMib (ma supera i 22mila punti)

Bancari sempre sotto i riflettori. Ancora vendite su Fincantieri, dopo la correzione subita il giorno precedente. Il bitcoin è balzato sopra quota 23.000 dollari

di Edoardo Fagnani 17 dic 2020 ore 17:43

borsa-positiva_1I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno terminato la seduta con progressi frazionali, alla vigilia di importanti scadenze tecniche.

Il FTSEMib ha messo a segno un rialzo dello 0,12% a 22.012 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 22.009 punti e un massimo di 22.142 punti. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato lo 0,18%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,59%) e per il FTSE Italia Star (+0,38%). Nella seduta del 17 dicembre il controvalore degli scambi è sceso a 2,13 miliardi di euro, rispetto ai 2,31 miliardi di mercoledì; sono passate di mano 642.127.318 azioni (658.599.260 nella seduta di mercoledì). Su 438 titoli trattati, 237 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 167; invariate le restanti 34 azioni.

L’euro ha toccato gli 1,225 dollari, mentre il bitcoin è tornato sopra i 23.000 dollari (oltre 19.000 euro), dopo aver superato i 23.600 dollari in mattinata.

Lo spread Btp-Bund si è attestato poco sopra i 110 punti.

 

Bancari sempre sotto i riflettori.

Chiusura negativa per il Monte dei Paschi di Siena (-0,37% a 1,087 euro). In giornata si è riunito il consiglio di amministrazione dell’istituto senese in cui è stata presentata una proposta di piano strategico. Intanto, l’agenzia Moody’s ha esteso la revisione sul Monte dei Paschi di Siena per un eventuale miglioramento dei rating sulla solidità patrimoniale dell’istituto senese. La revisione è iniziata in seguito all’accordo siglato con AMCO per il trasferimento di circa 8 miliardi di euro di crediti problematici.

 

Fiat Chrysler Automobiles ha registrato un rialzo dello 0,63% a 14,404 euro. L’ACEA (l'associazione europea che raggruppa i produttori di automobili) ha comunicato che nel mese di novembre 2020 sono state immatricolate nell'Unione Europea circa 898mila vetture, in flessione del 12,0% rispetto alle 1,02 milioni dello stesso periodo del 2019. Più limitato il calo delle vendite di Fiat Chrysler Automobiles a novembre 2020: il gruppo quotato al FTSEMib ha registrato una flessione delle immatricolazioni del 2,6% con 62.224 vetture vendute; di conseguenza, la quota di mercato in Europa del gruppo si è attestata al 6,9%. Intanto, gli analisti di Equita sim hanno alzato da 15,1 euro a 20,5 euro il target price su Fiat Chrysler Automobiles e hanno confermato il gruppo automobilistico tra le migliori opportunità di acquisto.

 

Da segnalare il forte ribasso di Telecom Italia TIM (-3,1% a 0,375 euro), mentre Pirelli ha terminato la seduta con un balzo del 4,67% a 4,684 euro.

 

Ancora vendite su Fincantieri (-6,2% a 0,552 euro), dopo la correzione subita il giorno precedente. Secondo quanto riportato dall’agenzia Bloomberg la società starebbe valutando la possibilità di procedere con operazioni straordinarie, compreso un aumento di capitale da 1,5 miliardi di euro. Fincantieri non ha commentato le indiscrezioni, ribadendo che l’azienda valuta diverse opportunità, come fa solitamente. Sulla base di questa ipotesi gli analisti di Banca Akros hanno peggiorato il giudizio su Fincantieri e ora consigliano di ridurre l’esposizione del titolo in portafoglio; gli esperti hanno confermato il target price di 0,5 euro.

 

Al segmento STAR in evidenza Mondo TV (+5,96% a 1,422 euro). La società ha comunicato di aver chiuso il contenzioso con l’Agenzia delle Entrate in relazione alle contestazioni fiscali in essere per gli anni dal 2012 al 2019.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.