NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib chiude in rosso, zavorrato dalle banche

Spicca il calo registrato da BPER Banca. In decisa flessione anche BancoBPM, IntesaSanpaolo e UniCredit. Ulisse Biomed e Nusco ancora sotto i riflettori all'AIM Italia

di Edoardo Fagnani 17 ago 2021 ore 17:42

milano-negativaAncora una seduta all’insegna delle vendite per i maggiori indici di Borsa Italiana, mentre le principali piazze finanziarie europee hanno registrato variazioni frazionali.

Il FTSEMib ha subito un calo dello 0,85% a 26.225 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 26.161 punti e un massimo di 26.331 punti. Il FTSE Italia All Share ha perso lo 0,79%. In rosso anche il FTSE Italia Mid Cap (-0,43%), mentre il FTSE Italia Star ha registrato un rialzo dello 0,09%. Nella seduta del 17 agosto 2021 il controvalore degli scambi è salito a 1,89 miliardi di euro, rispetto agli 1,74 miliardi di lunedì; sono passate di mano 776.286.317 azioni (362.924.272 nella seduta di lunedì).

Alle 17.35 il bitcoin si era portato sotto i 46.000 dollari (poco più di 39.000 euro).

Lo spread Btp-Bund ha sfiorato i 105 punti.

L’euro è sceso sotto gli 1,175 dollari.

 

Giornata negativa per i titoli del settore bancario.

Spicca il ribasso registrato da BPER Banca (-1,77% a 1,773 euro). Dalle comunicazioni diffuse dalla Consob il 16 agosto 2021 si appende che dal 10 agosto Norges Bank è diventato uno dei maggiori azionisti dell’istituto. Il colosso finanziario norvegese è accreditato del 3,09% del capitale della banca italiana.

In decisa flessione anche BancoBPM (-1,93%), IntesaSanpaolo (-1,36%) e UniCredit (-1,77%).

 

Stellantis (-2,72% a 17,844 euro) ha registrato la peggiore performance di giornata al FTSEMib.

 

Ulisse Biomed e Nusco ancora sotto i riflettori all’AIM Italia, dopo i forti rialzi messi a segno nella prima seduta della settimana. Ulisse Biomed è scesa del 3,38% a 6 euro, mentre Nusco ha guadagnato il 4,44% a 2,82 euro.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.