NAVIGA IL SITO

Europa e Wall Street spingono il FTSEMib oltre i 21mila punti

Piazza Affari e le borse europee hanno terminato la seduta con progressi superiori al punto percentuale. Sono tornati gli acquisti sui bancari, dopo il calo dello spread

di Edoardo Fagnani 16 mag 2019 ore 17:49

Piazza Affari e le borse europee hanno terminato la seduta del 16 maggio 2019 con progressi superiori al punto percentuale. Sono tornati gli acquisti sui bancari, dopo che lo spread tra Btp e Bund si è ristretto a 278 punti. Tra i titoli a minore capitalizzazione spicca il balzo di TerniEnergia.

borsa-positivaIl FTSEMib ha terminato la giornata con un progresso dell’1,38% a 21.152 punti, il massimo di giornata (minimo di 20.768 punti). Il FTSE Italia All Share ha guadagnato l’1,3%. Performance positive anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,58%) e per il FTSE Italia Star (+1,59%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è sceso a 2,43 miliardi di euro, rispetto ai 2,84 miliardi di mercoledì; sono passate di mano 663.949.479 azioni (782.866.818 nella seduta di mercoledì). Su 405 titoli trattati, 260 hanno chiuso in rialzo, mentre i segni meno sono stati 111; invariate le restanti 34 azioni.

L’euro è sceso sotto gli 1,12 dollari, mentre il bitcoin ha oscillato intorno agli 8.000 dollari (circa 7.000 euro).

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

Sono tornati gli acquisti sui bancari, dopo che lo spread tra Btp e Bund si è ristretto a 278 punti.

In rialzo di oltre un punto e mezzo percentuale UniCredit (+1,71% a 10,82 euro).

Performance migliori per il BancoBPM (+4,3% a 1,784 euro) e per UBI Banca (+4,27% a 2,613 euro).

 

Generali ha registrato un frazionale rialzo dello 0,82% a 17,13 euro. Il colosso triestino ha comunicato i risultati del primo trimestre del 2019, chiuso con utile netto di 744 milioni di euro, in aumento del 28,1% rispetto ai 581 milioni contabilizzati nello stesso periodo dello scorso anno. Il dato è stato superiore alle attese degli analisti, beneficiando del profitto sulla vendita delle attività in Belgio per 128 milioni di euro. L’utile netto normalizzato è stato pari a 616 milioni di euro. A fine marzo 2019 il patrimonio netto di Generali ammontava a 26,31 miliardi di euro, in crescita dell’11,5%. Nel corso della conference call a commento dei risultati trimestrali i vertici di Generali hanno messo l’accento sulla solidità patrimoniale della compagnia, capace di assorbire la volatilità dei mercati finanziari. Il direttori finanziario ha precisato che a fine marzo 2019 l’esposizione di Generali sui Btp era pari a 59,5 miliardi di euro. Dopo la diffusione dei risultati del trimestrali gli analisti di Banca Akros hanno alzato da 17 euro a 18,5 euro il target price sulla compagnia assicurativa, in seguito al miglioramento delle stime finanziarie per il triennio 2019/2021; gli esperti hanno anche migliorato il giudizio e ora consigliano di accumulare le azioni in portafoglio.

 

Leonardo è salita dell’1,77% a 10,03 euro. L’assemblea degli azionisti ha approvato il bilancio dell’esercizio 2018. Nel corso dell’assise, l’amministratore delegato, Alessandro Profumo, ha comunicato che l’azienda ha presentato una manifestazione di interesse per le attività di manutenzione di Piaggio Aerospace.

 

Pirelli ha terminato la giornata con una flessione dell’1,2% a 5,784 euro. Dopo la diffusione dei risultati del primo trimestre 2019 gli analisti di Banca IMI hanno tagliato da 7,5 euro a 7,1 euro il target price sulla società, in seguito alla revisione dei parametri di valutazione del settore di riferimento. Tuttavia, gli esperti hanno confermato l’indicazione di acquisto delle azioni.

 

Fiat Chrysler Automobiles ha recuperato l’1,11% a 13,244 euro. L'agenzia Moody’s ha alzato di un livello il rating sul debito del gruppo, portandolo da “Ba2” a “Ba1”; si tratta dell'ultimo step prima del ritorno del gruppo automobilistico tra gli emittenti non speculativi. Le prospettive sul rating per i prossimi trimestri sono "stabili".

 

Giornata decisamente positiva per Salini Impregilo (+2,93% a 1,721 euro). Secondo quanto scritto su Il Sole24Ore potrebbe slittare di qualche settimana il termine ultimo per la presentazione del progetto di salvataggio di Astaldi (-2,37% a 0,6385 euro). Intanto, Salini Impregilo ha esaminato alcuni dati e informazioni relativi all’andamento del business nel primo trimestre del 2019. Il totale dei nuovi ordini acquisiti da inizio anno ammonta a circa 5 miliardi di euro, di cui 0,5 miliardi relativi a progetti in corso di finalizzazione.

 

Tra i titoli a minore capitalizzazione spicca il balzo di TerniEnergia (+22,3% a 0,449 euro, dopo alcune sospensioni per eccesso di rialzo). La società ha comunicato di aver raggiunto l’accordo per la cessione di 22 impianti fotovoltaici per un prezzo di 23,88 milioni di euro. Il controvalore complessivo dell’operazione (Enterprise Value) è pari a circa 59 milioni di euro.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »

da

ABCRisparmio

730 precompilato 2019: istruzioni per la compilazione

730 precompilato 2019: istruzioni per la compilazione

Il modello 730 precompilato 2019 sarà accessibile online dal 16 aprile. Può semplificare molte cose nella compilazione della dichiarazione dei redditi. Continua »