NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib chiude in positivo: banche in evidenza

Hanno prevalso i rialzi sui titoli del settore bancario, che hanno sfruttato l'ottima trimestrale diffusa da Morgan Stanley. Fiat Chrysler Automobiles in territorio negativo

di Edoardo Fagnani 16 gen 2020 ore 17:49

I maggiori indici di Piazza Affari e le principali borse europee hanno terminato la seduta del 16 gennaio con discreti rialzi. Banche protagoniste: i titoli del settore hanno sfruttato l'ottima trimestrale diffusa dal colosso statunitense Morgan Stanley.

mercato-sale_1Il FTSEMib ha messo a segno un progresso dello 0,74% a 23.940 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 23.760 punti e un massimo di 23.961 punti. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato lo 0,67%. Variazioni minime per il FTSE Italia Mid Cap (+0,1%) e per il FTSE Italia Star (+0,03%). Nella seduta del 16 gennaio il controvalore degli scambi è sceso a 2,19 miliardi di euro, rispetto ai 2,3 miliardi di mercoledì; sono passate di mano 597.023.398 azioni (752.876.165 nella seduta di mercoledì). Su 427 titoli trattati, 194 hanno registrato una performance negativa, mentre i rialzi sono stati 189; invariate le restanti 44 azioni.

L’euro è sceso sotto gli 1,115 dollari, mentre il bitcoin è rimasto oltre gli 8.500 dollari (poco meno di 8.000 euro).

Lo spread Btp-Bund ha sfiorato i 170 punti.

 

Hanno prevalso i rialzi sui titoli del settore bancario, che hanno sfruttato l'ottima trimestrale diffusa dal colosso statunitense Morgan Stanley.

In frazionale progresso il Monte dei Paschi di Siena (+0,83% a 1,695 euro). L’istituto senese ha comunicato di aver completato il collocamento di un’emissione obbligazionaria di tipo Subordinato Tier 2 a tasso fisso, con scadenza 10 anni (rimborsabile anticipatamente dopo 5 anni dall’emissione, a opzione dell’emittente, previa approvazione del regolatore), destinata ad investitori istituzionali, per un ammontare pari a 400 milioni di euro. Il rendimento annuale è stato fissato all’8%. L’emissione ha ottenuto ordini finali per oltre 900 milioni di euro da parte di oltre 100 investitori. Intanto, MF ha scritto che in queste settimane si sarebbero intensificate le trattative tra il ministero dell'Economia e la DgComp (direzione generale della Commissione e responsabile della politica dell’UE in materia di concorrenza) sul tema del derisking del Monte dei Paschi di Siena. Un'operazione propedeutica all'uscita del ministero del Tesoro dal capitale dell'istituto senese. Queste trattative potrebbero approdare a un accordo tra la fine di gennaio e l'inizio di febbraio. Inoltre, Goldman Sachs ha modificato la valutazione sul Monte dei Paschi di Siena. Gli esperti hanno incrementato da 1,25 euro a 2,05 euro il prezzo obiettivo sull’istituto senese, in seguito alla revisione delle stime sull’utile per azione per il periodo 2019/2023 e alla modifica dei parametri di valutazione della banca. Goldman Sachs ha confermato il rating “Neutrale”.

Performance migliore per UBI Banca (+3,92% a 2,939 euro). Gli analisti di Goldman Sachs hanno incrementato il target price sulla banca, portandolo da 3,25 euro a 4,25 euro; gli esperti hanno anche migliorato il giudizio e ora consigliano l’acquisto delle azioni. La stessa banca d’affari ha ripreso la copertura sul BancoBPM (+2,25% a 2,048 euro) con un prezzo obiettivo di 2,75 euro un giudizio “Buy” (acquistare).

UniCredit ha registrato un progresso dello 0,51% a 13,116 euro. Sempre Goldman Sachs ha incrementato da 17,5 euro a 18 euro il target price sull’istituto e ha confermato l’indicazione di acquisto delle azioni.

 

Chiusura negativa per Fiat Chrysler Automobiles (-0,14% a 12,454 euro). L’ACEA ha comunicato che nel mese di dicembre 2019 sono state immatricolate nell'Unione Europea circa 1,22 milioni di vetture, in aumento del 21,7% rispetto alle 999mila dello stesso periodo del 2018. Nell'intero 2019 le vendite di automobili in Europa hanno registrato un incremento dell'1,2%. In aumento anche le vendite di Fiat Chrysler Automobiles a dicembre 2019, anche se il trend è rimasto peggiore rispetto a quello del mercato: il gruppo quotato al FTSEMib ha registrato un incremento delle immatricolazioni del 13,8% con poco meno di 68mila vetture vendute; di conseguenza, la quota di mercato in Europa del gruppo si è attestata al 6,1%. Nell'intero 2019 le immatricolazioni di Fiat Chrysler Automobiles sono scese del 7,3%.

 

Rimbalzo di Atlantia, dopo la correzione subita nelle ultime sedute. Il titolo ha terminato la giornata con un rialzo dell’1,17% a 20,72 euro. Secondo quanto riportato da alcune agenzie i vertici della società potrebbero valutare la possibilità di discutere con il governo l’ipotesi di ridurre le tariffe autostradali.

 

Prosegue il trend positivo di Enel. Il titolo del colosso elettrico ha terminato la giornata con un progresso del 2,56% a 7,611 euro.

 

Segno più per Telecom Italia TIM (+0,79% a 0,5099 euro), protagonista di un pessimo avvio di 2020: nelle prime undici sedute dell’anno il titolo del colosso telefonico ha lasciato sul terreno oltre il 9%. Matteo Oddi di Exante ha segnalato che la rottura del supporto a 0,545 euro, avvenuta lo scorso 8 gennaio, abbia generato nuova pressione al ribasso, provocando un’estensione delle vendite e avviando una nuova fase di debolezza. “Telecom Italia TIM sta ora scambiando in prossimità di un altro livello chiave, ovvero il supporto a 0,51 euro; la tenuta di tale area sarà ora fondamentale per scongiurare nuovi crolli; tuttavia una chiusura sotto tale livello potrebbe fornire occasione per l’apertura di nuove posizioni short, con target fissato a 0.4975 euro”, ha puntualizzato Matteo Oddi. Secondo l’esperto, in caso di test di area 0,49 euro (forte livello di supporto) sarà probabile assistere a un rimbalzo del titolo. “Tuttavia è in ogni caso preferibile attendere un segnale oggettivo di inversione sul grafico giornaliero”, ha concluso Matteo Oddi.

 

Discreta seduta per STM (+0,69% a 24,76 euro). Gli analisti di Barclays hanno alzato da 21,5 euro a 30 euro il target price sul gruppo italofrancese; gli esperti hanno confermato il giudizio “Overweight” (sovrappesare).

 

Vendite sulla Juventus FC (-1,53% a 1,221 euro). Gli analisti di Kepler Cheuvreux hanno iniziato la copertura sul titolo del club bianconero con un prezzo obiettivo di 1,3 euro e l’indicazione di mantenere le azioni in portafoglio.

 

All’AIM Italia spicca l’ottima performance di Confinvest (+5,45% a 4,545 euro, dopo uno stop per eccesso di rialzo). La società ha fornito alcune indicazioni sull’andamento dell’esercizio 2019, chiuso con ricavi pari a circa 27 milioni di euro, in aumento dell'84% rispetto a 14,7 milioni ottenuti l'anno precedente.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Gli incentivi per l'assunzione di lavoratori

La legge riconosce sgravi contributivi per le assunzioni di persone in particolari condizioni. L’incentivo ha un’entità e una durata variabile. In questa guida tutti i bonus attualmente in vigore

da

ABCRisparmio

Detrazioni 730 delle spese sanitarie: pagate con mezzi tracciabili!

Detrazioni 730 delle spese sanitarie: pagate con mezzi tracciabili!

Ogni anno la Legge di Bilancio introduce novità sulle agevolazioni fiscali. Quest’anno, per 730 e dichiarazioni dei redditi da fare nel 2020, sono variate le condizioni per ottenere le detrazioni Continua »