NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib chiude in rosso

Focus sui titoli del settore petrolifero: ottima performance per Saras, che ha terminato la seduta con un balzo del 13,7%. Vendite sui titoli del settore bancario

di Edoardo Fagnani 16 feb 2021 ore 17:44

mercato-neutroI maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno terminato la seduta del 16 febbraio con variazioni frazionali: a Piazza Affari hanno prevalso i ribassi. Secondo Esty Dwek - Head of Global Macro Strategy di Natixis IM Solutions - i mercati azionari dovrebbero continuare a fare bene fino a quando i rendimenti non saliranno e la FED resterà in attesa, lo scenario ritenuto più probabile dall'esperta. "Infatti, le valutazioni, già elevate, si deteriorerebbero ulteriormente con tassi più alti", ha evidenziato Esty Dwek.

Il FTSEMib ha subito una flessione dello 0,69% a 23.441 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 23.423 punti e un massimo di 23.641 punti. Il FTSE Italia All Share ha perso lo 0,72%. Ribassi frazionali anche per il FTSE Italia Mid Cap (-0,68%) e per il FTSE Italia Star (-0,33%). Nella seduta del 16 febbraio 2021 il controvalore degli scambi è sceso a 2,02 miliardi di euro, rispetto ai 2,24 miliardi di lunedì; sono passate di mano 784.426.600 azioni (672.758.557 nella seduta di lunedì). Su 446 titoli trattati, 245 hanno registrato una performance negativa, mentre i rialzi sono stati 170; invariate le restanti 31 azioni.

Alle 17.35 il bitcoin era sceso sotto i 49.000 dollari (meno di 40.500 euro), dopo aver portato il massimo storico a 50.513 dollari.

Lo spread Btp-Bund è tornato oltre i 90 punti. Secondo quanto riportato da alcune agenzie stampa il MEF avrebbe emesso i nuovi Btp con scadenza a 10 e 30 anni nell'ambito di un collocamento sindacato riservato a investitori istituzionali: i due titoli avrebbero ottenuto richieste per oltre 130 miliardi di euro.

L’euro è sceso a 1,21 dollari.

 

Focus sui titoli del settore petrolifero, dopo le ottime performance registrate il giorno precedente.

In evidenza Saipem (+1,61% a 2,652 euro). Dalle comunicazioni diffuse della Consob il 15 febbraio 2021 si apprende che dal 9 febbraio Marathon Asset Management è accreditata di una partecipazione del 5,102% nel capitale della società di ingegneristica.

Ottima performance anche per Saras (+13,7% a 0,729 euro). La società di raffinazione ha siglato un protocollo d’intesa con Enel Green Power per sviluppare un progetto di idrogeno verde in Sardegna. La soluzione allo studio prevede l’utilizzo di un elettrolizzatore da 20 MW alimentato da energia rinnovabile prodotta sul posto per fornire idrogeno verde da utilizzare come materia prima nella raffineria Saras presso il sito industriale di Sarroch, in provincia di Cagliari.

 

Vendite sui titoli del settore bancario.

Il BancoBPM ha registrato una flessione dell'1,28% a 2,16 euro. Dalle comunicazioni diffuse della Consob il 15 febbraio 2021 si apprende che dall'8 febbraio UBS Group è accreditata di una partecipazione dell'1,031% nel capitale dell’istituto.

 

Giornata negativa anche per le utilities. Spicca il ribasso di Enel, che ha lasciato sul terreno l'1,91% a 8,303 euro.

 

Aedes SIIQ non è riuscita a fare prezzo per eccesso di ribasso. Il consiglio di amministrazione della società ha deliberato di aumentare il capitale a pagamento, per un importo massimo di 49,98 milioni di euro. Il prezzo di sottoscrizione delle nuove azioni sarà di 0,19 euro, che incorpora uno sconto del 24,23% circa rispetto al prezzo teorico ex diritto (Theoretical Ex Right Price o TERP) delle azioni ordinarie Aedes SIIQ, calcolato secondo le metodologie correnti, sulla base del prezzo di riferimento al 15 febbraio 2021.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.