NAVIGA IL SITO

Borsa italiana in rialzo: FTSEMib (quasi) sui massimi di giornata

Chiusura in rialzo per Piazza Affari, dopo lo scivolone di mercoledì e la sosta di Ferragosto. In positivo utility e banche. Il FTSEMib, che ha chiuso quasi sui massimi, si allontana così dai 20mila

di Mauro Introzzi 16 ago 2019 ore 17:46

mercato-andamentoGiornata positiva per Piazza Affari, che rimbalza dopo lo scivolone di mercoledì e la sosta di Ferragosto. Bene i titoli delle società di pubblica utilità e le banche, sul raffreddarsi delle tensioni sull'obbligazionario e sullo spread. In difficoltà gli industriali. Balzo di Mediaset.

Il FTSEMib si allontana così dall'importante soglia psicologica dei 20mila punti, che aveva violato al ribasso durante la seduta di mercoledì. Sulla stessa linea positiva tutti gli altri mercati del Vecchio Continente e le prime ore di contrattazioni di Wall Street.

Quella di oggi ha così rappresentato una seduta importante dopo quella di mercoledì che ha evidenziato i timori dei mercati su una nuova recessione, con le borse internazionali in ampio calo.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

Così, alla campana di chiusura, il FTSEMib è salito dell'1,51% a 20.323 punti dopo aver oscillato in giornata tra un minimo di 20.010 punti e un massimo di 20.348 punti. Bene i volumi, con il controvalore degli scambi a 2,6 miliardi di euro dai 2,2 miliardi della precedente giornata di borsa aperta (il 14 agosto). In giornata sono passate di mano 659.455.972 azioni (574.754.048 nella seduta di mercoledì). Su 394 azioni con scambi, 223 hanno registrato un progresso e 129 un calo. Invariate le rimanenti 42 azioni.

 

Grazie alla contrazione dello spread in positivo i titoli delle società di pubblica utilità. Enel è salita del 4,59%, Terna del 2,22% e Snam del 2,3%.

 

Occhi ancora puntati sulle banche, anch'esse condizionate dall'andamento dello spread. Tra i singoli titoli del comparto bene UBI Banca (+5,62%). MF, nell’edizione di giovedì 15 agosto, indicava che l'isituto starebbe studiando una cartolarizzazione garantita (Gacs) su un portafoglio di crediti deteriorati pari a circa un miliardo di euro di valore nominale. Secondo MF l’operazione dovrebbe partire in autunno per chiudersi entro la fine dell'anno.

Giornata decisamente positiva anche per IntesaSanpaolo (+1,97%), Unicredit (+3,71%), BPER Banca (+2,19%) e BancoBPM (+4,04%).

 

Tra i titoli in ribasso c'è stato quello di FCA. Il gruppo del produttore italo americano ha perso il 2,71%. Altri industriali sono stati oggetto di vendite, come Pirelli (-1,07%) mentre Prysmian (+0,25%) si è salvata sul finale.

 

Tra i titoli fuori del FTSEMib balzo di Mediaset. L'azione è salita del 9,89% dopo un'accelerazione nel corso delle contrattazioni del primo pomeriggio. Gli acquisti delle ultime sedute hanno portato il prezzo dell'azione oltre il valore di recesso per gli azionisti che non intendono aderire all'operazione di holding europea comunicata qualche settimana fa.

 

In rialzo anche Fincantieri (+3,84%). Il Sole24Ore, nell’edizione di giovedì 15 agosto, scriveva che per il gruppo si sta avvicinando una grande opportunità: lo sblocco di 7,2 miliardi di finanziamenti per diversi programmi di investimento delle Forze armate da parte del ministero dello Sviluppo Economico di concerto con la Difesa comporta anche "i primi fondi per la costruzione di altri quattro sottomarini U-212 NFS (Near Future Submarine) per la Marina italiana".

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di residenza attiva: 700 euro al mese per trasferirsi in Molise

Reddito di residenza attiva: 700 euro al mese per trasferirsi in Molise

Ma bisogna anche viverci davvero e soprattutto avviare una attività economica. In questa guida ecco come funzionerà il cosiddetto "Reddito di residenza attiva" Continua »

da

ABCRisparmio

Cuneo fiscale: cos’è e perché tagliarlo

Cuneo fiscale: cos’è e perché tagliarlo

Ne sentiremo parlare nei prossimi mesi. Perché la riforma del cuneo fiscale fa parte del programma del nuovo governo. Vediamo cos'è il cuneo fiscale e perché tagliarlo Continua »