NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib ha chiuso sui massimi di giornata

Bancari in territorio positivo, dopo la diffusione delle trimestrali di alcuni importanti colossi finanziari statunitensi come Citigroup, Goldman Sachs e Jp Morgan.

di Edoardo Fagnani 15 ott 2019 ore 17:47

I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali borse europee hanno terminato la seduta del 15 ottobre con rialzi superiori al punto percentuale. A Piazza Affari, riflettori puntati sui titoli del settore bancario, che hanno chiuso la giornata in territorio positivo, dopo la diffusione delle trimestrali di alcuni importanti colossi finanziari statunitensi come Citigroup, Goldman Sachs e Jp Morgan. Intanto, il Fondo Monetario Internazionale ha rivisto al ribasso le stime sul Pil italiano per il biennio 2019/2020, portandole rispettivamente allo 0,0% e al +0,5%. Inoltre, in mattinata la Banca d’Italia ha comunicato l’aggiornamento sul debito pubblico italiano, che ad agosto 2019 si è attestato a 2.463 miliardi di euro.

mercato-positivo_2Il FTSEMib ha registrato un progresso dell’1,21% a 22.365 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 21.168 punti e un massimo di 22.399 punti. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato l’1,11%. Variazioni frazionali per il FTSE Italia Mid Cap (+0,34%) e per il FTSE Italia Star (-0,32%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è salito a 2,36 miliardi di euro, rispetto agli 1,64 miliardi di lunedì; sono passate di mano 628.987.368 azioni (409.430.016 nella seduta di lunedì). Su 413 titoli trattati, 235 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 138; invariate le restanti 40 azioni.

L’euro ha oscillato tra gli 1,1 e gli 1,105 dollari, mentre il bitcoin si è confermato sotto gli 8.500 dollari (circa 7.500 euro).

Lo spread Btp-Bund è sceso fino a 135 punti.

 

I titoli del settore bancario hanno terminato la giornata in territorio positivo, dopo la diffusione delle trimestrali di alcuni importanti colossi finanziari statunitensi come Citigroup, Goldman Sachs e Jp Morgan.

Il Monte dei Paschi di Siena ha guadagnato oltre mezzo punto percentuale (+0,75% a 1,481 euro). MF ha scritto che l’operazione di cessione dei crediti deteriorati dell'istituto senese sarà varata dal consiglio di amministrazione che sarà nominato la prossima primavera. Nonostante la decisa accelerazione impressa dal ministero del Tesoro in queste settimane, infatti, la maxi pulizia di npl - propedeutica alla vendita della quota della banca senese di competenza dello Stato (circa il 70%) -  partirà nella prima metà del 2020. L’uscita del ministero dall’azionariato avverrà così entro il 2021.

Segno più anche per UBI Banca (+2% a 2,801 euro). L’istituto ha lanciato un’emissione obbligazionaria senior non-preferred benchmark a 5,5 anni a tasso fisso per un ammontare di 500 milioni di euro e scadenza al 21 aprile 2025. Nel corso del collocamento sono stati ricevuti ordini da circa 140 investitori, per un totale finale di circa 2,5 volte l’ammontare dell’emissione. La cedola è pari all'1,625%, mentre il prezzo di riofferta è stato fissato in 99,769% e il relativo rendimento a scadenza all'1,67%, 198 punti base sopra il tasso mid swap a 5,5 anni.

Performance migliore per UniCredit che ha guadagnato lo 3,18% a 11,214 euro. Dalle comunicazioni periodiche diffuse dalla Consob si apprende che il 10 ottobre BlackRock ha ridotto la partecipazione detenuta nel capitale dell’istituto. La quota del fondo statunitense è scesa dal 5,026% al 4,999%.

IntesaSanpaolo ha terminato la giornata con un progresso dell’1,38% a 2,21 euro. Il presidente dell’istituto, Gian Maria Gros Pietro, ha dichiarato che la banca non ha intenzione di applicare tassi negativi ai propri correntisti, a differenza di quanto ventilato da UniCredit per i clienti con depositi superiori al milione di euro. Inoltre, il presidente di IntesaSanpaolo ha auspicato che la nuova Legge di Bilancio possa portare a un’ulteriore riduzione dello spread, che potrebbe rappresentare “la soluzione dei molti problemi di finanza pubblica italiana”.

Banca Generali è balzata del 5,74% a 27,98 euro. Gli analisti di Kepler Cheuvreux hanno alzato da 26 euro a 27 euro il target price sulla compagnia, in seguito al miglioramento delle stime sull’utile per azione per il biennio 2019/2020. Per lo stesso motivo la banca affari ha aumentato da 7 euro a 7,2 euro il prezzo obiettivo su Banca Mediolanum (+0,76% a 7,305 euro). Kepler Cheuvreux ha confermato l’indicazione di mantenere in portafoglio le azioni delle due compagnie.

 

Qualche spunto importante tra le società attive nel settore del lusso.

Spicca il forte rialzo di Brunello Cucinelli (+5,6% a 28,28 euro), in scia alla promozione di Goldman Sachs. Gli analisti hanno alzato da 32 euro a 34,8 euro il target price sul gruppo del cachemire, in seguito alla revisione dei parametri di valutazione dell’azienda. Gli esperti hanno anche migliorato il giudizio e ora consigliano l’acquisto delle azioni Brunello Cucinelli, in quanto il nuovo prezzo obiettivo implica una potenziale rivalutazione delle azioni del 30%.

Moncler ha perso lo 0,38% a 34,07 euro. Gli esperti di Goldman Sachs hanno ritoccato al rialzo il prezzo obiettivo sul gruppo dei piumini, portandolo da 42 euro a 43 euro, in seguito alla revisione dei parametri di valutazione dell’azienda. Gli esperti hanno confermato il giudizio “Buy” (acquistare) su Moncler. Intanto, dalle comunicazioni diffuse dalla Consob si apprende che il 7 ottobre Invesco è diventato uno dei maggiori azionisti della società con una quota del 3,026% del capitale; la partecipazione è detenuta in gestione non discrezionale del risparmio. Il giorno seguente BlackRock ha limato la partecipazione nel gruppo di piumini, portandola dal 5,016% al 4,999%.

Salvatore Ferragamo è salita dell’1,35% a 16,51 euro. Goldman Sachs ha limato il target price sulla società del lusso, portandolo da 18,6 euro a 18,1 euro, in seguito alla riduzione delle stime sul fatturato e sulla redditività per il triennio 2019/2021; gli esperti hanno confermato il giudizio “Neutrale”. Indicazione simile da Mediobanca, che ha sforbiciato da 16,2 euro a 15 euro per azione la valutazione su Salvatore Ferragamo, in scia alla riduzione delle stime sull’utile per azione per i prossimi trimestri; gli esperti hanno ribadito il rating “Underperform” (farà peggio del mercato).

 

Bene Saipem (+1,24% a 4,18 euro). HSBC ha alzato da 5,1 euro a 5,15 euro il target price sulla società di ingegneristica , in seguito al miglioramento delle stime sui ricavi e sulla redditività per il 2020; gli esperti hanno confermato l’indicazione di acquisto delle azioni.

 

Interpump ha subito uno scivolone dell’8,02% a 25,68 euro e ha registrato la peggiore performance della giornata al segmento STAR. Gli analisti di Kepler Cheuvreux hanno limato da 28,5 euro a 27,5 euro il target price sulla società, in seguito alla riduzione delle stime sull’utile per azione per il biennio 2019/2020; gli esperti hanno confermato l’indicazione di mantenere le azioni in portafoglio. Equita sim, invece, ha limato le stime finanziarie per il 2019, ipotizzando una crescita più limitata del mercato di riferimento; al contrario, gli esperti hanno confermato il prezzo obiettivo di 32 euro e il giudizio “Hold” (mantenere).

 

In forte recupero Trevi Group (+3,08% a 0,268 euro). La società ha comunicato che le banche finanziatrici provvederanno nei prossimi giorni ad erogare nuova finanza per cassa per complessivi 12 milioni di euro in favore delle controllate Trevi (per 8,4 milioni) e Soilmec (per 3,6 milioni). Inoltre, Trevi Group ha ricordato che a inizio mese Tribunale di Forlì ha autorizzato la concessione alla società di nuova finanza interinale sotto forma di emissione di garanzie bancarie per un importo complessivo di 39,3 milioni di euro.

 

Altro rialzo a due cifre per Bio-ON, dopo il rimbalzo registrato ieri. Il titolo dell’azienda, quotata all'AIM Italia e attiva nel settore dei biopolimeri di alta qualità, è balzato del 18,6% a 8,6 euro, dopo essere rimasto sospeso per eccesso di rialzo per gran parte della giornata.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Malattia e assenza da lavoro, cosa fare

La malattia dà al lavoratore il diritto di assentarsi dal lavoro mantenendo il proprio posto di lavoro. L’assenza è consentita per tutto il tempo che occorra al lavoratore per tornare in salute

da

ABCRisparmio

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

La lotteria degli scontrini è una delle manovre che secondo l’attuale esecutivo dovrebbe favorire il riemergere di una certa parte di sommerso. Vediamo cos’è e come funziona Continua »