NAVIGA IL SITO

FTSEMib, la settimana si è chiusa con un rialzo

Oggi è stata giornata di scadenze tecniche a Piazza Affari. Rialzi superiori al punto percentuale per Saipem e STM. Geox in rosso, dopo l'indicazione sui ricavi trimestrali

di Edoardo Fagnani 15 nov 2019 ore 17:46

I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali borse europee hanno terminato l’ultima seduta della settimana con progressi frazionali. Oggi a Piazza Affari è stata giornata di scadenze tecniche: sono arrivati a termine i contratti di opzione sulle azioni e sugli indici datati novembre 2019: il valore di regolamento del FTSEMib è stato fissato a 23.601 punti. Hanno prevalso le performance positive sui titoli del settore bancario. Rialzi superiori al punto percentuale per Saipem e STM.

mercato-sale_1Il FTSEMib è salito dello 0,46% a 23.589 punti (minimo di 23.463 punti, massimo di 23.632 punti) e ha terminato la settimana (dall’11 al 15 novembre) con un progresso dello 0,23%. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato lo 0,47%. Chiusura positiva anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,56%) e per il FTSE Italia Star (+0,55%). Nella seduta del 15 novembre il controvalore degli scambi è salito a 2,27 miliardi di euro, rispetto ai 2,15 miliardi di giovedì; sono passate di mano 566.992.315 azioni (622.205.912 nella seduta di giovedì). Su 417 titoli trattati, 233 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 149; invariate le restanti 35 azioni.

L’euro è risalito a 1,105 dollari, mentre il bitcoin è sceso a 8.500 dollari (poco più di 7.500 euro).

Lo spread Btp-Bund è tornato sotto i 160 punti.

 

Hanno prevalso le performance positive sui titoli del settore bancario.

BPER Banca ha registrato un progresso dello 0,74% a 4,366 euro. Secondo quanto scritto su MF l’istituto sarebbe “tra i candidati di quel risiko bancario a lungo atteso dal mercato e pronosticato da molti osservatori per il prossimo anno”.

 

E' proseguito il rally di Azimut Holding. Il titolo ha guadagnato il 2,71% e ha terminato la settimana con un rialzo complessivo dell'11%, registrando la migliore performance al FTSEMib tra l'11 e il 15 novembre.

 

Buona performance per Saipem (+1,38% a 4,404 euro). Secondo quanto riportato dall’agenzia Bloomberg la società starebbe valutando l’ipotesi di un’integrazione con Subsea 7, azienda attiva nel settore della perforazione. L’operazione porterebbe alla creazione di un grande gruppo europeo nel settore petrolifero. L’agenzia ha precisato che al momento non è stata presa alcuna decisione ufficiale. Alcune banche d’affari hanno valutato positivamente questo progetto, in quanto porterebbe importanti risparmio sui costi.

 

Telecom Italia TIM è salita dello 0,52% a 0,5441 euro. L’amministratore delegato della compagnia telefonica, Luigi Gubitosi, ha dichiarato che punta a vendere una quota della società che con Vodafone gestirà le torri di trasmissione.

 

Spicca il rialzo di STM (+1,29% a 22 euro), in scia al trend positivo dei titoli del settore dei semiconduttori, grazie ai risultati trimestrali migliori delle attese comunicati dalla statunitense Applied Materials.

 

Rimbalzo di Prysmian (+2,19% a 19,635 euro), dopo la forte correzione subita nelle scorse sedute. Il titolo ha registrato la peggiore performance della settimana al FTSEMib (-7,82% tra l'11 e il 15 novembre).

 

Geox ha chiuso la giornata con una flessione del 7,32% a 1,19 euro. La società ha fornito alcune indicazioni sull’andamento operativo dell’azienda nei primi nove mesi del 2019. Nel periodo in esame i ricavi si sono ridotti a 643,42 milioni di euro, evidenziando una contrazione del 4,3% rispetto ai 672,36 milioni ottenuti nei primi tre trimestri dello scorso anno; a cambi costanti il fatturato si sarebbe ridotto del 4,9%. Per l'intero 2019 il management di Geox ipotizza una diminuzione annuale del fatturato inferiore al 5%. Inoltre, i vertici hanno segnalato che la riduzione dei ricavi avrà un impatto sul livello di redditività percentuale rispetto all’esercizio precedente, con un Ebit margin dovrebbe essere leggermente negativo. Dopo la diffusione delle indicazioni sui ricavi per i primi nove mesi del 2019 gli analisti di Equita sim hanno dimezzato a 0,7 euro il target price su Geox e hanno peggiorato a “Reduce” (ridurre) il giudizio. Mediobanca, invece, ha limato da 1,2 euro a 1,1 euro il prezzo obiettivo, ma ha confermato il rating “Neutrale”.

 

Spunti importanti al segmento STAR

Spicca lo scivolone di Aquafil (-14,9% a 5,98 euro, dopo alcune sospensioni per eccesso di ribasso). Hanno deluso i risultati trimestrali comunicati dalla società. Aquafil ha terminato i primi nove mesi del 2019 con ricavi per 419,54 milioni di euro (-2,6%) e un utile netto di 9,53 milioni di euro, in forte calo rispetto ai 24,36 milioni contabilizzati nei tre trimestri del 2018; l’utile netto rettificato è stato pari a 16,2 milioni di euro. Nel solo terzo trimestre i ricavi di Aquafil sono scesi del 4,9% a 132,87 milioni di euro, mentre il risultato finale è stato negativo per 1,12 milioni di euro.

In forte rialzo, invece, Mondo TV (+4,46% a 1,242 euro). La società ha comunicato di aver sottoscritto una lettera di intenti per l’acquisizione di una partecipazione minoritaria, pari al 19%, del capitale, di una start-up anglosassone con sede a Brighton la cui attività è principalmente focalizzata allo sviluppo e alla distribuzione di videogame.  Mondo Tv si è riservata l’opzione per acquisire, attraverso un aumento di capitale ad hoc ovvero con modalità da determinare, una partecipazione di maggioranza.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Come si effettua il riscatto della laurea

Come si effettua il riscatto della laurea

Il riscatto della laurea consente di considerare validi per la pensione gli anni trascorsi all’università, come se si fosse lavorato anziché studiato Continua »