NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib chiude in positivo (ma sotto i 34mila punti)

Giornata decisamente negativa per Brunello Cucinelli. Chiusura positiva per i titoli del settore bancario, dove spicca il progresso di Banca MPS.

di Edoardo Fagnani 15 mar 2024 ore 17:41

milano-positivaI maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno registrato progressi frazionali nell’ultima seduta della settimana, giornata caratterizzata da alcune scadenze tecniche: sono andati in scadenza i future e i contratti di opzione sulle azioni e sugli indici con termine a marzo 2024.

Il FTSEMib ha guadagnato lo 0,46% a 33.940 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 33.759 punti e un massimo di 34.042 punti; nell'intera settimana il principale indice di Borsa Italiana è salito dell'1,61%. Il FTSE Italia All Share ha messo a segno un progresso dello 0,43%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,3%) e per il FTSE Italia Star (+0,42%). Nella seduta del 15 maggio 2024 il controvalore degli scambi è salito a 6,55 miliardi di euro, rispetto ai 3,32 miliardi di giovedì.

Alle ore 17.30 il bitcoin si è riportato a 68.000 dollari (poco meno di 62.500 euro).

Lo spread Btp-Bund è tornato a 125 punti, con il rendimento del Btp decennale che si è attestato al 3,7%.

L’euro è rimasto sotto gli 1,09 dollari.

 

Giornata positiva per i titoli del settore bancario.

Spicca il rialzo del Monte dei Paschi di Siena (+4,32% a 4,18 euro). Gli analisti di KBW hanno incrementato il target price sull'istituto senese, portandolo a 5,68 euro; sulla base del prezzo di chiusura del titolo nella seduta del 14 marzo (4,007 euro), il nuovo prezzo obiettivo implica una rivalutazione di circa il 42%. Gli esperti hanno anche migliorato ad "Outperform" (farà meglio del mercato) il giudizio.

 

Brunello Cucinelli ha registrato un ribasso del 7,96% a 107,5 euro. Il gruppo del cachemire ha comunicato i risultati finanziari del 2023, chiuso con ricavi e redditività in crescita. Sulla base della raccolta ordini delle collezioni Autunno Inverno 2024 e della programmazione di selezionate ed esclusive aperture, per il 2024 Brunello Cucinelli prevede una crescita del fatturato intorno al 10%.

 

Performance negativa anche per DiaSorin (-4,1% a 91,72 euro). La società di diagnostica ha diffuso i dati finanziari del 2023 e ha fornito la nuova guidance per il 2024 elaborata a tassi di cambio costanti.

 

In flessione Iveco Group (-1,14% a 13,405 euro), dopo il balzo messo a segno nella seduta precedente. La società ha fornito alcune puntualizzazioni sui target finanziari per il 2024 e per il 2028.

 

In altalena Leonardo (-0,37%), dopo il rally registrato nelle precedenti due sedute.

 

Al MidCap si segnala la flessione di Webuild (-4,07% a 2,354 euro), dopo la diffusione dei risultati finanziari relativi all’esercizio 2023. Inoltre, la società ha comunicato i target finanziari per il 2024. Il management punta a proseguire nel trend di crescita con ricavi superiori a 11 miliardi di euro ed EBITDA maggiore di 900 milioni.

 

Al segmento STAR spicca il ribasso di Datalogic (-11,6% a 5,11 euro), dopo la diffusione dei dati di bilancio del 2023.

In forte rialzo, invece, El.En. (+17,9% a 9,77 euro).

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.