NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib chiude in ribasso (limitato) dopo la BCE

L’istituto centrale ha alzato i tassi di interesse di 25 punti base. In altalena i titoli del settore bancario. Spicca la performance di FinecoBank

di Edoardo Fagnani 15 giu 2023 ore 17:42

piazza-affari-rossoI maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno chiuso la seduta in territorio negativo, dopo le decisioni della BCE in materia di politica monetaria. L’istituto centrale ha alzato i tassi di interesse di 25 punti base, portando il saggio di riferimento al 4%. In particolare, la Banca Centrale Europea ha segnalato che l’inflazione è diminuita ma al contempo ritiene che dovrebbe rimanere troppo elevata per un periodo di tempo troppo prolungato.

Il FTSEMib ha subito un ribasso dello 0,28% a 27.732 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 27.553 punti e un massimo di 27.787 punti. Il FTSE Italia All Share ha perso lo 0,34%. Performance peggiori per il FTSE Italia Mid Cap (-0,97%) e per il FTSE Italia Star (-0,47%). Nella seduta del 15 giugno 2023 il controvalore degli scambi è sceso a 2,1 miliardi di euro, rispetto ai 2,46 miliardi di mercoledì.

Il bitcoin è rimasto sotto i 25.000 dollari (meno di 23.000 euro).

Lo spread Btp-Bund è tornato sotto i 165 punti, con il rendimento del Btp decennale che è sceso sotto il 4,15%.

L’euro ha superato gli 1,09 dollari dopo le indicazioni della BCE.

 

In altalena i titoli del settore bancario, dopo i forti rialzi messi a segno nella seduta precedente.

Il Monte dei Paschi di Siena ha chiuso in positivo e ha guadagnato il 2,28% a 2,284 euro.

Al contrario, UniCredit ha registrato una flessione dell’1,44% a 18,846 euro.

 

Spicca la performance di FinecoBank, che ha guadagnato il 2,57% a 12,785 euro.

 

Saipem ha perso l'1,07% a 1,2525 euro. L’agenzia Moody’s ha confermato a “Ba3” il rating sull’indebitamento a lungo termine della società; tuttavia, gli esperti hanno migliorato le prospettive sul rating per i prossimi trimestri, portandole da “Stabili” a “Positive”.

 

In calo Telecom Italia TIM (-0,12% a 0,2574 euro), dopo il forte rialzo messo a segno nella seduta precedente. Il consiglio di amministrazione della compagnia telefonica ha proceduto, a maggioranza, alla cooptazione di Alessandro Pansa come consigliere.

 

Spicca anche il ribasso di Italgas (-2,41% a 5,47 euro). La società ha approvato il piano industriale per il periodo 2023/2029, che prevede investimenti complessivi per 7,8 miliardi di euro. Inoltre, Italgas ha aggiornato la politica dei dividendi, che è stata estesa al 2026.

 

Generali ha ceduto lo 0,11% a 18,91 euro. La compagnia assicurativa ha comunicato di aver raggiunto un accordo con Liberty Mutual per l'acquisizione di Liberty Seguros, Compañia de Seguros y Reaseguros, compagnia assicurativa spagnola che opera in Spagna, Portogallo, Irlanda ed Irlanda del Nord. Il corrispettivo totale dell'operazione è pari a 2,3 miliardi di euro pagato per cassa.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.