NAVIGA IL SITO

Piazza Affari chiude la settimana con un calo

In ribasso di oltre un punto percentuale i principali indici di Piazza Affari. Le contrattazioni sono peggiorate decisamente nel corso del pomeriggio

di Mauro Introzzi 15 gen 2021 ore 17:53

borsa-rossoIn ribasso di oltre un punto percentuale i principali indici di Piazza Affari. Le contrattazioni sono peggiorate decisamente nel corso del pomeriggio, non solo sulla borsa milanese ma anche sugli altri principali mercati internazionali. Prese di beneficio su FCA dopo il balzo della seduta precedente.

 

Così il FTSEMib ha subito una flessione dell'1,13% a 22.381 punti, dopo aver oscillato tra un massimo di 22.748 punti e un minimo di 22.243 punti. Il FTSE Italia All Share ha lasciato sul terreno l'1,06%. Variazioni negative anche per il FTSE Italia Mid Cap (-1,36%) e per il FTSE Italia Star (-1,29%). Nella seduta del 15 gennaio 2021 il controvalore degli scambi è salito a 2,65 miliardi di euro, rispetto ai 2,29 miliardi di giovedì; sono passate di mano 576.743.548 azioni (569.493.371 nella seduta di mercoledì). Su 434 titoli trattati, 318 hanno registrato una performance negativa, mentre i rialzi sono stati 91; invariate le restanti 25 azioni.

L’euro è sceso sotto gli 1,215 dollari. Alle 17.30 il bitcoin era poco sotto i 36.200 dollari (meno di 30.000 euro).

Lo spread Btp-Bund è tornato sotto i 110 punti.

 

Tra i singoli titoli da segnalare le prese di beneficio su Fiat Chrysler Automobiles (-4,35%), ieri in deciso rialzo dopo lo stacco della cedola straordinaria.

 

Vendite corpose anche su Tenaris (-4,19%) e Prysmian (-4,4%).

 

Tra gli energetici in lieve rialzo Enel (+0,29%). Moody’s ha annunciato di aver migliorato il rating sul debito a lungo termine della società, portandolo a “Baa1” rispetto al precedente “Baa2”. L’outlook è stabile. Secondo l'agenzia l'upgrade su Enel riflette i progressi nel miglioramento del profilo di rischio aziendale grazie a continui investimenti nelle reti rinnovabile, maggiore diversificazione geografica e focus sulla finanza centralizzata.

 

Tra i bancari in calo dello 0,68% IntesaSanpaolo. L'istituto ha annunciato che procederà con l'assunzione - entro il primo semestre 2024 - di 3.500 persone a fronte di tutte le oltre 7.200 adesioni volontarie all'uscita pervenute dall'attuale personale.

 

Tra gli assicurativi in lieve calo Generali (-0,24%), durante la giornata in buon spolvero. Secondo quanto riportato dal Sole24Ore nelle prossime settimane i vertici del Leone di Trieste potrebbero essere caratterizzati da una riorganizzazione: potrebbero uscire un paio di manager in posizioni apicali le cui attività potrebbero essere accentrate su altri dirigenti del gruppo tra cui lo stesso amministratore delegato Philippe Donnet.

 

Vendite su Ascopiave (-2,6%), che ha presenta il suo piano strategico 2020-2024.

 

Fitch Ratings ha confermato per Acea (-0,86%) il Long-Term Issuer Default Rating a "BBB+" con outlook stabile e lo short-term IDR a "F2". Il long-term senior unsecured rating è stato riconfermato a "BBB+". L'agenzia spiega che la conferma del rating è dovuta alla focalizzazione della strategia di Acea su business regolati, oltre che al buon andamento delle performance operative e di liquidità disponibili. Tali fattori compensano l'indebitamento legato ai programmi di investimento in innovazione e sostenibilità previsti dal piano industriale 2020-2024.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.