NAVIGA IL SITO

Solo un minimo rialzo per il FTSEMib

Spicca il ribasso subito da Campari. In forte calo anche DiaSorin. Performance decisamente positive, invece, per STM e Telecom Italia TIM

di Edoardo Fagnani 15 dic 2023 ore 17:42

piazza-affari-positivaI maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno registrato variazioni frazionali nell'ultima seduta della settimana, giornata caratterizzata da importanti scadenze tecniche: sono andati in scadenza i future e i contratti di opzione sulle azioni e sugli indici con termine a dicembre 2023. Secondo Pierre Veyret – analista tecnico di ActivTrades - gli ultimi dati macroeconomici prima di Natale rimarranno probabilmente critici per i trader azionari, mentre i principali livelli tecnici dovrebbero essere osservati con cautela. L'analista ha segnalato che l'indice STOXX50 è ancora al di sopra del livello di supporto di 4.520 punti, ma al di sotto del suo ultimo top a 4.595 punti. "Il trading range si è allargato a causa dell'aumento della volatilità del mercato negli ultimi giorni, ma il consolidamento rimane in atto", ha puntualizzato Pierre Veyret.

Il FTSEMib ha guadagnato lo 0,05% a 30.374 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 30.303 punti e un massimo di 30.593 punti; nell'intera settimana il principale indice di Borsa Italiana è sceso dello 0,1%. Il FTSE Italia All Share ha chiuso in progresso dello 0,09%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,41%) e per il FTSE Italia Star (+0,67%). Nella seduta del 15 dicembre 2023 il controvalore degli scambi è salito a 5,67 miliardi di euro, rispetto ai 4,07 miliardi di giovedì.

Il bitcoin è sceso sotto i 42.000 dollari (poco meno di 38.500 euro).

Lo spread Btp-Bund si è avvicinato ai 170 punti, con il rendimento del Btp decennale che ha oscillatotra il 3,7% e il 3,75%.

L’euro è sceso a 1,09 dollari.

 

Campari ha subito una flessione del 2,86% a 10,01 euro. La società ha annunciato di aver avviato trattative in esclusiva con Beam Suntory e di aver concesso a quest'ultimo un'opzione di vendita, al fine di acquisire il 100% del capitale di Beam Holding France, che detiene il 100% del capitale di Courvoisier. Il prezzo fisso di acquisto è pari a 1,2 miliardi di dollari (corrispondente a circa 1,11 miliardi di euro), in assenza di cassa o debito finanziario, ed è soggetto ai consueti meccanismi di adeguamento del prezzo.

 

Chiusura positiva, invece, per Telecom Italia TIM (+2,36% a 0,2688 euro). Il consiglio di amministrazione della compagnia telefonica ha deliberato di prorogare a fine gennaio 2024 il termine concesso a Optics Bidco (società controllata da Kohlberg Kravis Roberts, KKR), per completare le attività di due diligence e formulare un’offerta finale per Sparkle. Inoltre, il presidente Salvatore Rossi ha comunicato che non intende presentare una propria candidatura in occasione del prossimo rinnovo del CdA dell'azienda.

 

È rimasto negativo il trend dei titoli del settore bancario, dopo i ribassi registrati nella seduta precedente, in scia alle decisioni di politica monetaria della FED e della BCE.

Ha fatto eccezione IntesaSanpaolo (+0,52%).

Il BancoBPM ha registrato un calo dell'1,72% a 4,734 euro. L'istituto ha comunicato di aver acquisito l’intero capitale di Vera Vita e Vera Financial da Generali Italia e di aver ceduto a Crédit Agricole Assurances la partecipazione del 65% di Banco BPM Assicurazioni e - contestualmente al riacquisto della stessa da parte della banca - del 65% di Vera Assicurazioni che, a sua volta, detiene l’intero capitale di Vera Protezione. Il prezzo corrisposto a Generali Italia dal BancoBPM per l’acquisto del 65% di Vera Vita e Vera Assicurazioni è risultato complessivamente pari a 392,4 milioni di euro, mentre il prezzo complessivo corrisposto da Crédit Agricole Assurances per l’acquisto del 65% di Banco BPM Assicurazioni e Vera Assicurazioni è stato pari 243,6 milioni di euro.

Performance peggiori per il Monte dei Paschi di Siena (-2,07%) e BPER Banca (-2,2%).

 

Chiusura positiva per STM (+2,74% a 46,84 euro). Alcune banche d’affari hanno rivisto al rialzo la valutazione sul gruppo italofrancese. In particolare, Citigroup ha incrementato a 80 euro il target price sul titolo e ha confermato l'indicazione di acquisto delle azioni.

 

Prese di beneficio su DiaSorin (-5,53% a 91,9 euro), prima della diffusione dei target del piano industriale per il periodo 2024/2027.

 

Al MidCap Antares Vision è rimasta sotto i riflettori, dopo la pesante correzione subita nelle precedenti due sedute. Il titolo ha registrato un balzo del 15,3% a 1,674 euro.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.