NAVIGA IL SITO

Borsa italiana poco mossa: FTSEMib respinto dai 22mila punti

La settimana inizia lievemente positiva. Bene le banche, che hanno ridotto i guadagni della prima parte di seduta dopo le trimestrali di Citigroup e Goldman Sachs

di Edoardo Fagnani 15 apr 2019 ore 17:41

Inizia con una chiusura lievemente positiva la settimana borsistica di Piazza Affari. Poco mosse anche le altre borse del Vecchio Continente. A livello settoriale, a Milano, bene i titoli del comparto bancario. Che nella prima parte della giornata avevano trainato tutti i principali indici a rialzi ben più corposi di quelli visti poi nella seconda parte della seduta.

Dal fronte macroeconomico va segnalato che, in mattinata, la Banca d’Italia ha fornito l’aggiornamento sul debito pubblico italiano, che a febbraio ha fissato il nuovo massimo storico a 2.364 miliardi di euro.

andamento-borsa-positivoCosì, alla campana, il FTSEMib ha messo a segno un progresso dello 0,16% a 21.892 punti (minimo di 21.841 punti, massimo di 22.004 punti). Il FTSE Italia All Share ha guadagnato lo 0,23%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,37%) e il FTSE Italia Star (+0,52%).

L’euro si è confermato poco sopra gli 1,13 dollari.

Lo spread tra Btp e Bund ha oscillato tra i 230 e i 235 punti.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

Il recupero dei titoli del settore bancario, dopo le ottime performance registrate nella seduta di venerdì, è proseguito nella giornata di oggi. Tuttavia, i titoli del comparto hanno ridotto i guadagni accumulati nella prima parte di seduta, dopo le trimestrali dei colossi Usa Citigroup e Goldman Sachs diffuse prima dell'avvio delle contrattazioni di Wall Street.

UniCredit ha registrato un progresso dello 0,66%, dopo essere arrivata a guadagnare oltre il 2% in mattinata. IntesaSanpaolo ha registrato un progresso dello 0,77%. Performance migliore per UBI Banca (+1,73%) e soprattutto per BPER Banca (+2,64%)

 

Fiat Chrysler Automobiles in salita dello 0,72%. Il Sole24Ore di sabato ha riportato le dichiarazioni dei vertici del gruppo a margine dell’assemblea dei soci che ha approvato il bilancio 2018. In particolare, il Lingotto si starebbe preparando a chiudere - in un paio di settimane - l’operazione di cessione di Magneti Marelli. Una dismissione da 6,2 miliardi di euro, che permetterà al gruppo di rafforzarsi con 4,2 miliardi di cassa e pagare un extra dividendo da 2 miliardi di euro. Inoltre, il presidente John Elkann, ha ribadito l’impegno in prima linea della famiglia Agnelli nel futuro della casa italo americana.

 

Moncler in calo dello 0,58%. Il Financial Times ha riportato le dichiarazioni del numero uno dell’azienda, Remo Ruffini. Il manager ha escluso la possibilità di procedere con acquisizioni e ha precisato che al momento nessun soggetto è interessato a rilevare il controllo dell’azienda.

 

Ambienthesis in rialzo del 3,22%, dopo uno stop per eccesso di rialzo in avvio di giornata. La società ha comunicato i risultati dell’esercizio 2018, chiuso con un utile netto (esclusa la quota di terzi) di 3,17 milioni di euro, rispetto al rosso di 2,71 milioni contabilizzato nel 2017. I vertici di Ambienthesis hanno proposto la distribuzione di un dividendo 2019 (relativo all’esercizio 2018) di 0,008 euro per azione.

 

Prosegue la corsa di Seri Industrial dopo il rally registrato nelle ultime due sedute della scorsa settimana, in scia ai dati dell’esercizio 2018. Il titolo è stato anche sospeso per eccesso di rialzo, e ha chiuso in rialzo del 17,08%.

 

Molto bene anche Bastogi (+19,83%), anche sospesa per eccesso di rialzo. Il gruppo ha chiuso il 2018 con un utile netto (esclusa la quota di terzi) di 16,97 milioni di euro, risultato che si confronta con i 9,81 milioni del 2018, che comprendevano proventi non ricorrenti per 24,53 milioni di euro. I ricavi sono balzati da 58,81 milioni a 90,35 milioni di euro, in seguito alla cessione del complesso immobiliare di via Darwin a Milano da parte delle controllate Brioschi Sviluppo Immobiliare e Camabo. A fine 2018 l’indebitamento netto era sceso a 182,69 milioni di euro dai 287,56 milioni di inizio anno.

Tutti gli articoli su: piazza affari Quotazioni: AMBIENTHESIS MONCLER FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »

da

ABCRisparmio

APE volontaria: come funziona (requisiti, calcolo e domanda)

APE volontaria: come funziona (requisiti, calcolo e domanda)

Ape volontaria è un anticipo sulla pensione di vecchiata. La si può ottenere per un massimo di 3 anni e 7 mesi fino al raggiungimento dell'età pensionabile. Continua »