NAVIGA IL SITO

Indici in rosso a Piazza Affari. FTSEMib respinto dai 34mila punti

Spicca il balzo di Iveco Group. Al contrario, ENI ha perso il 3%. Snam ha registrato un ribasso frazionale. È proseguito il trend positivo di Leonardo

di Edoardo Fagnani 14 mar 2024 ore 18:06

mercato-rosso_1I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno terminato la giornata con variazioni frazionali.

Il FTSEMib ha perso lo 0,29% a 33.786 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 33.737 punti e un massimo di 34.023 punti. Stessa variazione per il FTSE Italia All Share (-0,29%). Giornata negativa anche per il FTSE Italia Mid Cap (-0,29%) e per il FTSE Italia Star (-0,88%). Nella seduta del 14 marzo 2024 il controvalore degli scambi è salito a 3,32 miliardi di euro, rispetto ai 3,11 miliardi di mercoledì.

Alle 17.35 il bitcoin era sceso a 70.500 dollari (meno di 65.000 euro).

Lo spread Btp-Bund si è allargato oltre i 125 punti, con il rendimento del Btp decennale che ha superato il 3,7%.

L’euro è sceso sotto gli 1,09 dollari.

 

Sotto i riflettori ENI. Il titolo del colosso petrolifero ha perso il 3,04% a 14,522 euro. Il Cane a sei zampe ha presentato il piano strategico per il periodo 2024-2027 e ha aggiornato la politica dei dividendi. In particolare, La remunerazione degli azionisti sarà potenziata. ENI intende distribuire tra il 30%-35% del cash flow from operation annuale, in aumento rispetto al precedente 25%-30%, sotto forma di dividendi e di buyback. In presenza di upside il Cane a sei zampe prevede di destinare fino al 60% dei flussi di cassa incrementali del piano rispetto al precedente 35%. Sulla base di queste indicazioni, il dividendo proposto per il 2024 aumenta di oltre il 6% a un euro per azione da 0,94 euro, pagato in rate trimestrali.

 

Snam ha registrato un ribasso dello 0,2% a 4,481 euro. La società ha comunicato i risultati finanziari del 2023, esercizio chiuso con ricavi e redditività in crescita. In aumento anche l’indebitamento. Inoltre, i vertici hanno fornito alcune indicazioni finanziarie per l’esercizio in corso e hanno ufficializzato l’ammontare del dividendo.

 

Spicca il balzo di Iveco Group (+11,4% a 13,56 euro). La società ha presentato al Capital Markets Day un nuovo piano strategico che delinea gli obiettivi al 2028. L'azienda punta ad arrivare al 2028 con un adjusted diluted EPS (utile per azione) superiore a 3 euro. Previsti investimenti per oltre 5,5 miliardi di euro dal 2024 al 2028

 

È proseguito il trend positivo di Leonardo (+3,19% a 21,36 euro).

 

Molto bene anche Telecom Italia TIM (+3,49%).

 

Al segmento STAR spiccano i ribassi di Cembre (-4,14%) e di Servizi Italia (-4,75%), dopo la diffusione dei dati di bilancio dell'esercizio 2023.

Male anche SeSa (-7,24%).

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.