NAVIGA IL SITO

Rally finale per il FTSEMib (nonostante UniCredit)

I principali indici di Borsa Italiana hanno guadagnato oltre un punto percentuale. Forte volatilità sui bancari. Spiccano le ottime performance messe a segno da Prysmian e STM

di Edoardo Fagnani 14 mag 2019 ore 17:49

Piazza Affari e le borse europee hanno terminato la seduta del 14 maggio 2019 con gli indici in territorio positivo, dopo la forte correzione subita il giorno precedente. I principali indici di Borsa Italiana hanno guadagnato oltre un punto percentuale. È rimasta alta la tensione tra Stati Uniti e Cina, dopo che quest'ultima ha ufficializzato che dal 1° giugno applicherà dazi punitivi dal 5% al 25% su prodotti importati dagli Stati Uniti, per un controvalore di 60 miliardi di dollari. "La misura è da intendersi come una rappresaglia all’aumento dei dazi punitivi annunciato venerdì dagli Stati Uniti", hanno evidenziato gli analisti di IntesaSanpaolo.

borsa-positivaIl FTSEMib ha registrato un progresso dell’1,45% a 20.893 punti, il massimo di giornata (minimo di 20.650 punti). Il FTSE Italia All Share ha guadagnato l’1,38%. Performance positive anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,87%) e per il FTSE Italia Star (+1,11%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è sceso a 2,35 miliardi di euro, rispetto ai 2,39 miliardi di lunedì; sono passate di mano 662.125.879 azioni (887.659.853 nella seduta di lunedì). Su 407 titoli trattati, 227 hanno registrato una performance positiva, mentre i segni meno sono stati 139; invariate le restanti 41 azioni.

L’euro è sceso a 1,12 dollari, mentre il bitcoin ha superato gli 8.000 dollari (oltre 7.000 euro).

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

Forte volatilità sui bancari, dopo che lo spread tra Btp e Bund ha toccato i 281 punti.

Chiusura negativa per UniCredit (-1,69% a 10,71 euro). Secondo quanto riportato dall’agenzia Reuters l’istituto guidato da Jean-Pierre Mustier avrebbe nominato i consulenti finanziari per valutare un possibile progetto di integrazione con il colosso tedesco Commerzbank. Intanto, gli analisti di HSBC hanno ritoccato al rialzo il prezzo obiettivo su UniCredit, portandolo da 16 euro a 16,5 euro; gli esperti hanno confermato l’indicazione di acquisto delle azioni.

FinecoBank è salita dell’1,96% a 9,796 euro. La Consob ha fornito un aggiornamento sui principali azionisti della compagnia. La commissione ha ufficializzato che l’8 maggio UniCredit ha ridotto la partecipazione detenuta nel capitale dell’istituto, portandola dal 35,479% al 18,321%. Lo stesso giorno BlackRock ha incrementato la partecipazione aggregata in FinecoBank, portandola dal 6,821% al 7,246% del capitale. Intanto, gli analisti di Banca IMI hanno tagliato da 10,3 euro a 9,3 euro il target price sulla compagnia in seguito alla riduzione delle stime sull’utile netto per il triennio 2019/2021. Gli esperti hanno confermato l’indicazione di mantenere le azioni in portafoglio.

 

Prysmian ha registrato un balzo del 7,18% a 17,17 euro, registrando la migliore performance di giornata al FTSEMib. La società ha comunicato i risultati del primo trimestre del 2019, periodo chiuso con ricavi per 2,77 miliardi di euro, in aumento dell’1,3% rispetto ai 2,73 miliardi di euro (dato proforma) registrati nei primi tre mesi dello scorso anno. Prysmian ha terminato il periodo in esame con un utile netto di 88 milioni di euro, risultato che si confronta con i 28 milioni di euro contabilizzati nei primi tre mesi del 2018. Il management di Prysmian prevede di realizzare nell’esercizio 2019 un EBITDA rettificato compreso tra i 950 milioni me gli 1,02 miliardi di euro, in significativo miglioramento rispetto ai 768 milioni registrati nel 2018 (che includeva l’effetto negativo di 165 milioni accantonato per il progetto Western Link). Inoltre, Prysmian prevede di generare flussi di cassa per circa 300 milioni di euro, ammontare è al netto della prevista uscita di cassa di 90 milioni relativa alle attività di ristrutturazione e integrazione. Intanto, gli analisti di Equita sim hanno ridotto a 19,6 euro il prezzo obiettivo su Prysmian, confermando l’indicazione di mantenere le azioni in portafoglio.

 

Ottima performance anche per STM (+6,68% a 15,1 euro). Nel corso dell’Investor Day a Londra i vertici del gruppo italofrancese hanno fornito alcune indicazioni finanziarie e operative per i prossimi esercizi. Nel medio termine STM punta ad arrivare a un giro d’affari nell’ordine dei 12 miliardi di dollari e una marginalità lorda compresa tra il 40% e il 41%, mentre la marginalità netta dovrebbe collocarsi tra il 17% e il 19%. La società punta a contabilizzare un utile netto compreso tra gli 1,7 miliardi e gli 1,9 miliardi di dollari, con una generazione di cassa superiore al miliardo di dollari. Gli investimenti annuali, invece, sono stimati compresi tra gli 1,1 miliardi e gli 1,5 miliardi di dollari. STM punta a distribuire dividendi in linea con la prevista generazione di cassa.

 

Chiusura negativa per Campari (-0,76% a 9,09 euro). I vertici dell’azienda hanno comunicato che venderanno azioni derivante dall’esercizio di stock option attraverso transazioni ai blocchi.

 

Tiscali ha terminato la giornata invariata a 0,0139 euro. Il consiglio di amministrazione straordinario del gruppo sardo ha dato al suo fondatore, Renato Soru, le deleghe di presidente e di amministratore delegato al posto, rispettivamente, di Alexander Okun e Alex Kossuta.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

L'anticipo del TFR: quanto e quando è possibile chiederlo

Il lavoratore può chiedere al datore di lavoro anche un anticipo del TFR (il Trattamento di Fine Rapporto) mentre ancora sta lavorando per lui. La richiesta deve essere presentata per iscritto

da

ABCRisparmio

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

La lotteria degli scontrini è una delle manovre che secondo l’attuale esecutivo dovrebbe favorire il riemergere di una certa parte di sommerso. Vediamo cos’è e come funziona Continua »