NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib riesce a chiudere in rialzo: rally di Telecom

Forte volatilità per i titoli del settore bancario: spicca il rialzo di UBI Banca. Ottima performance per NEXI. La Juventus FC ha chiuso in territorio positivo

di Edoardo Fagnani 13 feb 2020 ore 17:46

Piazza Affari e le principali borse europee hanno terminato con variazioni frazionali la seduta del 13 febbraio, giornata caratterizzata dall’aumento della volatilità. Secondo Antonio Cesarano - Chief Global Strategist di Intermonte SIM - le penalizzazioni dei mercati azionari sono conseguenza del primo impatto emotivo di fronte al peggioramento del quadro macro indotto dai dati sul coronavirus, ma in modo altrettanto veloce si assiste nel giro di qualche giorno a un recupero. "Il quadro migliora rapidamente ma altrettanto rapidamente mutano le attese sulle banche centrali e, di conseguenza, sulla liquidità", ha evidenziato l'esperto. In mattinata il Tesoro ha collocato due Btp con scadenza a 3 e 7 anni per un ammontare complessivo di 5 miliardi di euro: in particolare il rendimento del titolo settennale è sceso sotto lo 0,5%.

andamento-mercato_1Il FTSEMib ha guadagnato lo 0,12% a 24.892 punti, il massimo di giornata (minimo di 24.588 punti). Il FTSE Italia All Share è salito dello 0,1%. Variazioni minime per il FTSE Italia Mid Cap (-0,09%) e per il FTSE Italia Star (+0,14%). Nella seduta dl 13 febbraio il controvalore degli scambi è sceso a 2,63 miliardi di euro, rispetto ai 2,86 miliardi di mercoledì; sono passate di mano 798.095.547 azioni (731.686.496 nella seduta di mercoledì). Su 432 titoli trattati, 212 hanno registrato una performance negativa, mentre i rialzi sono stati 173; invariate le restanti 47 azioni.

L’euro si è confermato sotto gli 1,09 dollari, mentre il bitcoin ha oscillato tra i 10.000 e i 10.500 dollari (circa 9.500 euro).

Lo spread Btp-Bund è sceso a 132 punti.

 

Al FTSEMib spicca l’ottima performance registrata da Telecom Italia TIM (+3,65% a 0,525 euro). Secondo quanto riportato dall’agenzia Bloomberg il fondo KKR potrebbe affiancare la compagnia telefonica nell’ambito dell’acquisizione di Open Fiber, con l’obiettivo di creare un unico operatore nazionale. Il fondo di private equity acquisirebbe una quota di minoranza in una società in cui confluirebbero le attività in rame e in fibra ottica di Telecom Italia TIM; queste attività sarebbero state valutate tra i 7 e i 7,5 miliardi di euro.

 

Forte volatilità tra i titoli del settore bancario.

UniCredit ha terminato la seduta con un ribasso dello 0,67% a 14,028 euro. L’istituto ha collocato un'emissione di strumenti Additional Tier 1 destinata a investitori istituzionali per un totale di 1,25 miliardi di euro. In seguito all’interesse del mercato la guidance iniziale, indicata in area 4,625%, è stata rivista in area 4,125%. L'operazione ha incontrato una domanda consistente coinvolgendo oltre 500 investitori istituzionali, in prevalenza fondi (70%) e banche (25%).

Al contrario, è proseguito il trend positivo di UBI Banca (+1,86% a 3,34 euro), dopo il rally registrato nelle ultime sedute. Secondo quanto riportato da MF, il CAR (il nuovo patto parasociale di UBI Banca che raccoglie il 17,8% del capitale) sarebbe intenzionato ad aprire un canale di comunicazione con la banca guidata da Victor Massiah "per condividere le strategie, a partire dalla scelta dell'eventuale partner". L'obiettivo del patto pare essere, in altre parole, quello di diventare un interlocutore stabile del management.

 

Ottima performance per NEXI (+4,53% a 14,64 euro). Non si sono fatte attendere le nuove indicazioni delle banche d’affari sulla società, dopo la diffusione dei risultati del 2019. Gli analisti di Equita sim hanno incrementato da 11,7 euro a 13,6 euro il target price, in seguito al miglioramento delle stime sull’utile per azione per il biennio 2020/2021 e alla modifica dei parametri di valutazione della società; gli analisti hanno confermato l’indicazione di mantenere le azioni in portafoglio. Sulla stessa lunghezza d’onda Kepler Cheuvreux e Société Générale, che hanno incrementato la valutazione su NEXI, portandola rispettivamente a 13,3 euro e a 14,3 euro per azione, in seguito al miglioramento delle stime per l’esercizio in corso; entrambe le banche d’affari hanno ribadito il rating “Hold” (mantenere). Promozione completa da Banca Akros: gli analisti hanno aumentato da 11,2 euro a 13,8 euro il prezzo obiettivo su NEXI, in seguito alla revisione delle stime finanziarie per il triennio 2020/2022; gli esperti hanno anche migliorato da “Reduce” (ridurre) a “Neutrale” il giudizio.

 

La Juventus FC ha terminato la giornata con un rialzo dell’1,39% a 1,2415 euro. Il club bianconero ha comunicato di aver raggiunto un accordo di sponsorizzazione con Allianz avente ad oggetto la visibilità sul training kit della Prima Squadra e alcuni diritti di sponsorizzazione legati al settore femminile a partire dall’esercizio corrente. Inoltre, l'accordo prevede l’estensione del naming right dell’Allianz Stadium per sette stagioni sportive. L’accordo prevede un corrispettivo complessivo di 103,1 milioni di euro che si aggiunge a quanto previsto dagli accordi già in essere.

 

Al segmento STAR spicca l’ottima performance di Tinexta (+14,3% a 12,12 euro, dopo uno stop per eccesso di rialzo). La società – attiva nel settore dei servizi tecnologici e informatici – ha comunicato i risultati preliminari del 2019, esercizio chiuso on ricavi per 258 milioni di euro, in aumento del 7,7% rispetto ai 239,6 milioni ottenuti nel 2018. In crescita anche il margine operativo lordo, che è salito da 66 milioni a 72 milioni di euro (+8,8%); di conseguenza, la marginalità si è attestata al 27,8%. Inoltre, il management di Tinexta ha approvato le linee guida strategiche e gli obiettivi del Piano triennale per il periodo 2020-2022, che prevede il consolidamento del nuovo modello organizzativo e il proseguimento della strategia di M&A.

 

Prese di beneficio su Risanamento, dopo il rally registrato nelle ultime tre sedute. Il titolo ha terminato la giornata con un ribasso dell’1,29% a 0,0766 euro.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Cosa è e come si usa il cassetto fiscale

Il cassetto fiscale è un archivio online tramite il quale ogni contribuente può consultare qualsiasi informazione riguardante la propria posizione fiscale Continua »