NAVIGA IL SITO

FTSEMib, è proseguito il trend positivo (con il rally delle banche)

In deciso progresso il BancoBPM dopo il collocamento di un bond con scadenza a 5 anni. Ottima giornata per UBI Banca e illimityBank. Niente rimbalzo per FinecoBank

di Edoardo Fagnani 12 feb 2020 ore 17:45

Piazza Affari e le principali borse europee hanno registrato progressi inferiori al punto percentuale e hanno consolidato i rialzi registrati nella seduta dell’11 febbraio. Pierre Veyret – analista tecnico di ActivTrades - ha segnalato che il rinnovato appetito nei confronti degli asset più rischiosi arriva in seguito alle buone notizie dalla Cina dove la velocità di diffusione del coronavirus sembra rallentare. "Il sentiment di mercato è notevolmente migliorato in quanto ora molti investitori e analisti si aspettano che l'impatto del virus sulle economie avrà vita breve e sarà confinato al primo trimestre del 2020", ha precisato l'esperto. In mattinata il Tesoro ha collocato il BOT con scadenza annuale per un ammontare di 6 miliardi di euro: il rendimento del titolo è rimasto negativo.

mercato-positivo_2Il FTSEMib ha terminato la seduta con un progresso dello 0,7% a 24.861 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 24.735 punti e un massimo di 24.902 punti. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato lo 0,71%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,74%) e per il FTSE Italia Star (+0,72%). Nella seduta del 12 febbraio il controvalore degli scambi è salito a 2,86 miliardi di euro, rispetto ai 2,77 miliardi di martedì; sono passate di mano 731.686.496 azioni (709.979.243 nella seduta di martedì). Su 429 titoli trattati, 262 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 131; invariate le restanti 36 azioni.

L’euro è sceso sotto gli 1,09 dollari, mentre il bitcoin ha sfiorato i 10.500 dollari (circa 9.500 euro).

Lo spread Btp-Bund si è ristretto a 133 punti.

 

Performance generalmente positive per i bancari. Nel report mensile “Italian Times”, a cura di Massimo Trabattoni (Head of Italian Equity di Kairos), l’esperto ha evidenziato il buon andamento dei bilanci delle banche. Trabattoni ha segnalato che gli istituti hanno beneficiato del basso livello di spread per fare un’ottima performance di trading, ma che in qualche caso (come IntesaSanpaolo) sono riuscite inoltre a migliorare il margine netto d’interesse, ossia la parte degli utili di maggiore qualità, e ad aumentare la distribuzione verso gli investitori tramite dividendo e buy-back (come Unicredit).

In deciso progresso il BancoBPM (+3,68% a 2,171 euro). L'istituto ha comunicato di aver portato a termine la prima emissione obbligazionaria senior non preferred per un ammontare di 750 milioni di euro e scadenza 5 anni. L’emissione ha riscontrato ordini finali pari circa a 2,2 miliardi di euro da parte di 210 investitori istituzionali, provenienti in larga parte dall’estero. Il bond paga una cedola fissa del 1,625%, con uno spread sopra il tasso mid-swap di 193 punti base e un prezzo all’emissione pari a 99,87.

È proseguito il rally di UBI Banca (+5,1% a 3,279 euro). Dopo la diffusione dei risultati del 2019 gli analisti di Equita sim hanno incrementato da 3,2 euro a 3,5 euro il target price sull’istituto, in seguito al miglioramento delle stime finanziarie per il triennio 2020/2022; gli esperti hanno confermato l’indicazione di mantenere le azioni in portafoglio.

Buona performance per il Monte dei Paschi di Siena (+1,96% a 1,825 euro). L’istituto senese ha comunicato che, nell’ambito della procedura competitiva avente ad oggetto la cessione di un portafoglio immobiliare di proprietà, ha concesso ad Ardian un periodo di esclusiva nell’ottica di giungere alla definizione della documentazione contrattuale necessaria alla cessione entro la fine del mese di febbraio.

Molto bene illimityBank (+5,26% a 10,2 euro). L'istituto nato dalla fusione tra SPAXS e Banca Interprovinciale ha comunicato i risultati preliminari del 2019, esercizio chiuso con una perdita netta di 16,14 milioni di euro (in linea con quanto previsto dal piano industriale in relazione alla fase di start-up della banca), rispetto al rosso di 23,54 milioni dell’esercizio precedente. Nel solo quarto trimestre il risultato finale è stato positivo per 2,1 milioni di euro. I vertici di IllimityBank prevedono per il 2020 una forte progressione trimestrale di ricavi e redditività, oltre a un ulteriore progressivo miglioramento della leva operativa.

Al contrario, non è riuscito il rimbalzo a FinecoBank, dopo la forte correzione subita nella seduta dell’11 febbraio, in seguito alla diffusione dei dati di bilancio 2019. Il titolo ha terminato la giornata con una flessione dello 0,63% a 10,955 euro. Gli analisti di Banca Akros hanno incrementato da 10 euro a 11 euro il target price su FinecoBank, in seguito al miglioramento delle stime sull’utile per azione per il biennio 2020/2021; gli esperti hanno confermato il giudizio “Neutrale”.

 

Non si è fermata la corsa di Risanamento dopo il rally registrato nelle ultime due sedute: il titolo ha terminato la giornata con un balzo del 14,6%.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Guide Lavoro

Cosa è il Durc e a chi serve

Il Durc (Documento Unico di Regolarità Contributiva), serve ad attestare la regolarità dei versamenti dovuti a Inps e Inail

da

ABCRisparmio

Cosa è e a cosa serve l'Isee

Cosa è e a cosa serve l'Isee

L’Isee è una sorta di "carta di identità" economica in base alla quale la pubblica amministrazione valuta se un cittadino ha diritto o meno a determinate prestazioni o agevolazioni Continua »