NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib chiude in positivo (ma lontano dai massimi)

Aumento della volatilità dopo i dati sull'inflazione negli USA. Qualche spunto tra i titoli del settore bancario: spicca il rialzo di UniCredit

di Edoardo Fagnani 12 apr 2023 ore 17:40

borsa-positiva_1I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno registrato rialzi frazionali, evidenziando un aumento della volatilità dopo i dati sull'inflazione negli USA: a marzo i prezzi al consumo hanno registrato un incremento inferiore rispetto al mese precedente. Gilles Guibout - gestore del fondo AXA WF Italy Equity di AXA IM – ha segnalato che nelle prossime settimane, l’attenzione sarà puntata sulle nuove pubblicazioni trimestrali, che permetteranno di farsi un’idea su come è partito il 2023 ma anche di capire qual è stato l’impatto della crisi bancaria. “Ci aspettiamo mercati ancora volatili”, ha ipotizzato l’esperto.

Il FTSEMib ha guadagnato lo 0,38% a 27.629 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 27.518 punti e un massimo di 27.952 punti. Il FTSE Italia All Share ha registrato un progresso dello 0,32%. In rosso, invece, il FTSE Italia Mid Cap (-0,18%) e il FTSE Italia Star (-0,36%).

Il bitcoin è tornato a 30.000 dollari (meno di 27.500 euro).

Lo spread Btp-Bund ha oscillato tra i 180 e i 185 punti, con il rendimento del Btp decennale che è balzato oltre il 4,2%.

L’euro ha sfiorato gli 1,1 dollari.

 

Qualche spunto tra i titoli del settore bancario.

Spicca il rialzo di UniCredit (+2,61% a 18,84 euro). Dalle comunicazioni diffuse dalla Consob il 6 aprile 2023 si apprende che il 31 marzo The Goldman Sachs Group ha ridotto la partecipazione aggregata nel capitale dell'istituto guidato da Andrea Orcel, portandola allo 0,722% da una situazione precedente del 5,339% al 30 marzo.

Performance positive anche per il Monte dei Paschi di Siena (+1,58%) e BPER Banca (+1,95%).

 

In rosso i titoli del settore petrolifero, nonostante il prezzo del greggio a New York (contratto con scadenza a maggio 2023) abbia superato gli 82,5 dollari al barile.

 

Enel (+1,49%) tra i migliori al FTSEMib.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.