NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib chiude in positivo (ma lontano dai massimi)

Tra i bancari spicca il rally di Banca MPS. Seduta dai due volti per i petroliferi. In rosso le società del lusso, in scia ai deludenti dati sul fatturato di LVMH

di Edoardo Fagnani 11 ott 2023 ore 17:42

mercato-positivo_3I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno terminato la giornata con variazioni frazionali, dopo i forti rialzi messi a segno nella seduta precedente. Michael Blümke - Portfolio Manager di ETHENEA - sconsiglia il panic selling sull’azionario e considera le battute d'arresto come opportunità di acquisto. "Nel caso di portafogli di investimento più focalizzati sull'Europa, suggeriamo una buona diversificazione", ha aggiunto l'esperto.

Il FTSEMib ha messo a segno un progresso dello 0,36% a 28.419 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 28.163 punti e un massimo di 28.587 punti. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato lo 0,31%. Variazioni frazionali per il FTSE Italia Mid Cap (-0,25%) e per il FTSE Italia Star (+0,31%). Nella seduta dell'11 ottobre 2023 il controvalore degli scambi è sceso a 2,25 miliardi di euro, rispetto ai 2,26 miliardi di martedì.

Il bitcoin è scivolato sotto i 27.000 dollari (meno di 25.500 euro).

Lo spread Btp-Bund ha oscillato tra i 190 e i 195 punti, con il rendimento del Btp decennale che si è ridotto al 4,65%.

L’euro si è consolidato oltre gli 1,06 dollari.

 

In altalena i titoli del settore bancario.

Forte volatilità sul Monte dei Paschi di Siena: l’istituto senese ha terminato la seduta con un balzo del 5,69% a 2,599 euro, dopo aver oscillato tra un minimo di 2,432 euro e un massimo di 2,61 euro.

Bene anche BPER Banca in rialzo del 2,78% a 2,962 euro.

 

Seduta dai due volti per i titoli del settore petrolifero, dopo che il prezzo del greggio a New York (contratto con scadenza a novembre 2023) è scivolato sotto gli 83,5 dollari al barile.

ENI ha lasciato sul terreno lo 0,42% a 15,086 euro.

 

In rosso le società del lusso, in scia ai deludenti dati sul fatturato di LVMH nel 3° trimestre 2023.

Spiccano i ribassi di Moncler (-2,46% a 53,9 euro) e di Brunello Cucinelli (-3,19% a 71,4 euro).

 

Male DiaSorin (-3,43% a 85,5 euro). Gli analisti di Morgan Stanley hanno limato il target price sulla società di diagnostica, portandolo da 86 euro a 85 euro.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.