NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib chiude oltre i 24mila punti

La BCE ha confermato le indicazioni di politica monetaria. Seduta positiva per Generali: il Leone di Trieste ha comunicato i risultati del 2020. In rosso DiaSorin

di Edoardo Fagnani 11 mar 2021 ore 18:35

mercato-azionario-positivoChiusura positiva per i maggiori indici di Borsa Italiana e per le principali piazze finanziarie europee, dopo che la BCE ha confermato le indicazioni di politica monetaria. Il mercato azionario italiano ha registrato progressi di poco inferiori al punto percentuale.

Il FTSEMib ha guadagnato lo 0,82% a 24.121 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 24.024 punti e un massimo di 24.222 punti. Il FTSE Italia All Share ha messo a segno un rialzo dello 0,9%. Performance migliori per il FTSE Italia Mid Cap (+1,6%) e per il FTSE Italia Star (+1,41%). Nella seduta dell'11 marzo 2021 il controvalore degli scambi è risalito a 3,52 miliardi di euro, rispetto ai 2,98 miliardi di mercoledì; sono passate di mano 1.071.474.303 azioni (824.989.229 nella seduta di mercoledì). Su 441 titoli trattati, 249 hanno registrato una performance positiva, mentre i segni meno sono stati 166; invariate le restanti 26 azioni.

Alle 17.30 il bitcoin si attestava poco sotto i 57.000 dollari (poco più di 47.500 euro), dopo aver toccato un massimo intraday di 57.212 dollari.

Lo spread Btp-Bund si è ristretto sotto i 95 punti.

L’euro ha superato gli 1,195 dollari.

 

Generali ha registrato un progresso dello 0,87% a 16,765 euro. Il Leone di Trieste ha comunicato i risultati finanziari del 2020. I dati hanno mostrato un calo dell’utile netto e un miglioramento del risultato operativo, che ha superato il consensus degli analisti. Il management della compagnia assicurativa ha confermato l’obiettivo di una crescita annua composta 2018-2021 degli utili per azione tra il 6% e l’8% e un target di dividendi cumulati 2019-2021 tra 4,5 e 5 miliardi di euro, subordinatamente al contesto regolatorio. Generali ha proposto la distribuzione di un dividendo complessivo di 1,47 euro per azione, che sarà pagato in due tranche.

 

Pirelli in territorio negativo (-0,91% a 4,904 euro). La società ha diffuso i risultati finanziari preliminari del 2020, periodo in cui anche il settore tyre è stato fortemente impattato dall’emergenza Covid-19, che ha determinato un calo della domanda, in particolare nel primo semestre. Il management ha fornito anche le stime finanziarie per il 2021.

 

Performance peggiore per DiaSorin (-6,78% a 144,3 euro), dopo la diffusione dei risultati finanziari del 2020. Considerata l'incertezza del contesto macroeconomico e sanitario prevista ancora per i prossimi mesi, DiaSorin non è in grado di fornire la guidance relativa all'intero esercizio in corso e si è limitata a fornire le indicazioni per solo primo semestre del 2021. La società di diagnostica prevede di chiudere il periodo in esame con ricavi in crescita del 40% rispetto al risultato ottenuto nella prima metà del 2020, mentre la marginalità dovrebbe attestarsi a circa il 45%.

 

Performance decisamente positive, invece, per Telecom Italia TIM (+4,66% a 0,4384 euro) e STM (+3,95% a 30,29 euro).

 

Sono proseguite le vendite su Prysmian (-2,43% a 25,74 euro).

 

Al MidCap spicca il rally di Maire Tecnimont (+14% a 2,68 euro). Gli analisti apprezzano le indicazioni comunicate dall’azienda per l’esercizio in corso.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.