NAVIGA IL SITO

Piazza Affari la migliore in Europa. Bene petroliferi e utilities

In altalena i bancari: ancora in rialzo il Monte dei Paschi di Siena. Bene anche UniCredit. AVIO ha perso oltre il 10% dopo alcune sospensioni per eccesso di ribasso

di Edoardo Fagnani 11 lug 2019 ore 17:48

Piazza Affari ha terminato la seduta dell’11 luglio 2019 in territorio positivo, registrando la migliore performance di giornata del Vecchio Continente. Nel corso dell’audizione al Congresso USA, il numero uno della FED, Jerome Powell, ha aperto all'ipotesi di un taglio dei tassi di interesse di 25 punti base già dalla riunione di luglio, nel caso in cui i dati macroeconomici dovessero mostrare un rallentamento dell'economia statunitense. Più drastici gli analisti di IntesaSanpaolo, secondo cui un taglio dei tassi a luglio è stato già probabilmente scritto alla riunione di giugno. Sulla stessa lunghezza d'onda Antonio Cesarano, Chief Global Strategist di Intermonte SIM: "Gli operatori chiedono almeno un taglio di 25 punti base e probabilmente la Fed lo effettuerà il 31 luglio, mantenendo la porta aperta anche a fare di più se ve ne fosse bisogno", ha segnalato l'esperto. In mattinata il Tesoro ha collocato due Btp, con scadenza a 3 e 7 anni per un ammontare di 5,5 miliardi di euro: il rendimento del titolo triennale è sceso sotto lo 0,5%.

mercato-andamentoIl FTSEMib ha messo a segno un progresso dello 0,56% a 22.169 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 22.126 punti e un massimo di 22.270 punti. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato lo 0,51%. Seduta contrastata per il FTSE Italia Mid Cap (+0,25%) e per il FTSE Italia Star (-0,62%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è salito a 2,1 miliardi di euro, rispetto ai 2,08 miliardi di mercoledì; sono passate di mano 543.228.410 azioni (516.581.723 nella seduta di mercoledì). Su 415 titoli trattati, 197 hanno registrato una performance negativa, mentre i rialzi sono stati 178; invariate le restanti 40 azioni.

L’euro si è attestato oltre gli 1,125 dollari, mentre il bitcoin si è riportato oltre i 11.500 dollari (circa 10.500 euro).

Lo spread tra Btp e bund è sceso sotto i 200 punti.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40


Seduta positiva per i titoli del settore petrolifero, dopo che a New York il prezzo del greggio ha sfiorato i 61 dollari al barile.

Segno più per ENI e Tenaris che hanno guadagnato rispettivamente lo 0,64% a 14,8 euro e l’1,83% a 12,21 euro.

 

Sono tornate a correre le utilities, dopo la riduzione dello spread tra Btp e bund.

Spicca il rialzo di Snam (+1,2% a 4,655 euro).

Enel è salita dell’1,31% a 6,51 euro. Gli analisti del Credit Suisse hanno ritoccato al rialzo il prezzo obiettivo sul colosso elettrico, portandolo da 6,5 euro a 7 euro, in seguito alla revisione dei parametri di valutazione dell’azienda; gli esperti hanno confermato il giudizio “Outperform” (farà meglio del mercato), anche se hanno ridotto le stime sull’utile per azione per il triennio 2020/2022. 

Molto bene anche Atlantia (+2,57% a 24,33 euro). Secondo il Corriere della Sera, il vicepremier, Luigi Di Maio, avrebbe aperto alla possibilità dell'ingresso della concessionaria nel capitale di Alitalia, nonostante i recenti scontri con l'azienda dopo il crollo del Ponte Morandi a Genova.

 

Giornata nervosa per i bancari.

È proseguito il rialzo del Monte dei Paschi di Siena; il titolo dell’istituto toscano ha guadagna l'1,36% a 1,71 euro.

UniCredit ha chiuso la seduta con un progresso superiore al punto percentuale (+1,15% a 11,596 euro).

Banca Mediolanum è salita dello 0,6% a 6,69 euro. Il Sole24Ore ha intervistato il numero uno della compagnia, Massimo Doris. Il manager ha aperto alla possibilità di procedere con eventuali aggregazioni nell'ambito del risparmio gestito, precisando, tuttavia, che l'obiettivo primario del gruppo resta quello della crescita organica.

 

Telecom Italia TIM ha recuperato lo 0,1% a 0,4954 euro. L’agenzia Moody’s ha confermato il rating sul debito a lungo termine della compagnia telefonica, fissato a “Ba1”. Tuttavia, gli esperti hanno peggiorato le prospettive sul rating per i prossimi trimestri, portandole da “Stabili” a “Negative”. Moody’ ha segnalato che Telecom Italia TIM opera in un settore altamente concorrenziale con un alto livello di indebitamento, nonostante l’impegno del management a ridurre la leva. Gli esperti stimano che il rapporto tra Debito Netto ed EBITDA resterà vicino a 4 a fine 2019, per ridursi a 3,5 nell’esercizio successivo.

 

Prysmian ha guadagnato il 2,04% a 18,73 euro. Gli analisti di Banca IMI hanno alzato da 18,5 euro a 21 euro il prezzo obiettivo sulla società, prospettando risultati positivi nel secondo trimestre del 2019; gli esperti hanno confermato l’indicazione di aggiungere le azioni in portafoglio.

 

Giovedì nero per AVIO, che ha lasciato sul terreno il 14,7% a 12,2 euro, dopo alcune sospensioni per eccesso di ribasso nel corso della mattinata. Il titolo ha risentito del fallimento della messa in orbita di un satellite attraverso il lanciatore Vega progettato dall’azienda italiana. AVIO ha precisato che a circa due minuti dal decollo del lanciatore, si è verificata un’anomalia poco dopo l'accensione del secondo stadio, che ha portato alla conclusione prematura della missione. Gli analisti di Banca IMI hanno messo in revisione il rating e il target price su AVIO dopo il fallimento della missione del lanciatore Vega.

 

Salini Impregilo ha subito una flessione dello 0,65% a 1,848 euro. L’agenzia Fitch ha peggiorato di un livello il rating sul debito a lungo termine della società di costruzioni, portandolo da “BB+” a “BB”; il giudizio conferma l’azienda tra gli emittenti speculativi. Le prospettive sul rating per i prossimi trimestri restano “Negative”.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Reddito di cittadinanza (Rdc) 2019: a chi spetta, requisiti e importo

Il Reddito di cittadinanza è il nuovo sussidio contro la povertà. Lo si potrà richiedere dal 6 marzo 2019 e verrà distribuito a partire dal 27 aprile. Destinatari, requisiti e importi Continua »

da

ABCRisparmio

APE volontaria: come funziona (requisiti, calcolo e domanda)

APE volontaria: come funziona (requisiti, calcolo e domanda)

Ape volontaria è un anticipo sulla pensione di vecchiata. La si può ottenere per un massimo di 3 anni e 7 mesi fino al raggiungimento dell'età pensionabile. Continua »