NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib chiude in calo di un punto percentuale

In forte ribasso i titoli del settore bancario. In altalena i titoli del settore petrolifero. Al MidCap spicca la flessione di Salvatore Ferragamo

di Edoardo Fagnani 11 apr 2024 ore 17:39

milano-negativa_1I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno chiuso la seduta in ribasso, dopo le decisioni di politica monetaria della BCE. Come nelle attese l'istituto centrale ha deciso di non modificare i tassi di interesse, confermando il saggio di riferimento al 4,5%.

Il FTSEMib ha subito una flessione dello 0,96% a 33.714 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 33.519 punti e un massimo di 34.113 punti. Il FTSE Italia All Share ha chiuso in calo dello 0,92%. Ribassi frazionali per il FTSE Italia Mid Cap (-0,65%) e per il FTSE Italia Star (-0,32%). Nella seduta dell'11 aprile 2024 il controvalore degli scambi è sceso a 2,68 miliardi di euro, rispetto ai 2,86 miliardi di mercoledì.

Alle 17.30 il bitcoin era sceso sotto i 70.000 dollari (circa 65.000 euro).

Lo spread Btp-Bund è rimasto sopra i 135 punti, con il rendimento del Btp decennale che si è attestato poco sotto il 3,85%.

L’euro è scivolato a 1,07 dollari, dopo le indicazioni della BCE.

 

In forte calo i titoli del settore bancario.

Il Monte dei Paschi di Siena ha perso il 3,48% a 4,022 euro. In giornata si è riunita l'assemblea degli azionisti che ha approvato il bilancio 2023 e ha deliberato la distribuzione di un dividendo di 0,25 euro.

Male anche il BancoBPM (-3,54%) e per BPER Banca (-3,89%).

 

In altalena i titoli del settore petrolifero, dopo che il prezzo del greggio a New York (contratto con scadenza a maggio 2024) è sceso sotto gli 85,5 dollari al barile, da un massimo intraday di 86,63 dollari.

ENI ha chiuso in territorio negativo (-0,38% a 15,318 euro).

Bene Saipem (+0,56% a 2,324 euro).

 

Ancora vendite su Iveco Group (-4,06% a 12,75 euro), dopo la correzione subita nella seduta precedente.

 

Al MidCap spicca il ribasso di Salvatore Ferragamo (-6,08% a 9,58 euro). Alcune banche d'affari hanno rivisto al ribasso il target price sulla società del lusso.

Performance decisamente negativa anche per Juventus FC (-5,44%) e Maire (-4,44%).

 

Tra le aziende a minore capitalizzazione in evidenza Safilo Group (+3,9% a 1,172 euro). La società ha comunicato di aver rinnovato anticipatamente il contratto di licenza globale pluriennale per le collezioni eyewear di Marc Jacobs.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.