NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib chiude sui massimi. Rally di Telecom Italia

I titoli bancari sono rimasti sotto i riflettori. È proseguito il trend positivo di Prysmian. Bene anche Saipem. Al segmento STAR forte volatilità per Landi Renzo

di Edoardo Fagnani 10 lug 2024 ore 17:40

piazza-affari-verdeI maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno terminato la seduta in territorio positivo.

Il FTSEMib ha guadagnato l'1,3% a 34.306 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 33.848 punti e un massimo di 34.311 punti. Il FTSE Italia All Share ha messo a segno un progresso dell'1,24%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,57%) e per il FTSE Italia Star (+0,62%). Nella seduta del 10 luglio 2024 il controvalore degli scambi è sceso a 2,02 miliardi di euro, rispetto ai 2,15 miliardi di martedì.

Alle 17.30 il bitcoin era sceso sotto i 58.000 dollari (meno di 53.500 euro).

Lo spread Btp-Bund si è ristretto sotto i 135 punti, con il rendimento del Btp decennale che si è attestato poco sopra il 3,85%.

L’euro è rimasto oltre gli 1,08 dollari.

 

Telecom Italia TIM ha terminato la giornata con un balzo del 4,86% a 0,2373 euro. L’agenzia S&P Global ha migliorato di due livelli il rating sul debito a lungo termine della compagnia telefonica, portandolo da “B+” a “BB”. Le prospettive sul rating per i prossimi trimestri sono stabili.

 

I titoli del settore bancario sono rimasti sotto i riflettori.

Chiusura positiva per il Monte dei Paschi di Siena (+1,19% a 5,01 euro). L'istituto senese ha comunicato di aver concluso il collocamento di un’emissione di Social Conditional Pass Through European Covered Bond con scadenza 6 anni (16 luglio 2030), destinata ad investitori istituzionali italiani ed esteri, per un ammontare pari a 750 milioni di euro.

Segno meno, invece, per il BancoBPM (-0,5% a 6,312 euro). L'istituto ha comunicato di aver portato a termine una nuova emissione di uno strumento di capitale Additional Tier 1 con durata perpetua e richiamabile “callable” a partire da gennaio 2031, per un ammontare pari a 400 milioni di euro.

 

È proseguito il trend positivo di Prysmian (+3,43% a 62,06 euro). Gli analisti di Jp Morgan hanno ripreso la copertura sulla società con un target price di 71 euro e un rating "Overweight" (sovrappesare).

 

Molto bene anche Saipem (+4,21% a 2,328 euro). Gli analisti di Barclays e Morgan Stanley hanno incrementato il prezzo obiettivo sulla società di ingegneristica, portandolo rispettivamente a 3,2 euro e a 3,4 euro; entrambe le banche d'affari hanno confermato il giudizio "Overweight".

 

Al MidCap spicca la flessione di Piaggio (-5,26% a 2,7 euro). Gli analisti di Exane hanno ridotto a 3,1 euro il target price sulla società motociclistica; gli esperti hanno anche peggiorato a "Neutrale" il giudizio.

Fincantieri ha registrato un calo dell'1,17% a 4,829 euro.

 

Al segmento STAR forte volatilità per Landi Renzo (-4,19% a 0,2515 euro, con un massimo intraday di 0,295 euro). La società ha comunicato di aver ricevuto l’adesione da parte delle banche alla rimodulazione degli accordi di finanziamento a medio e lungo termine nel contesto di una operazione di rafforzamento patrimoniale che prevede l’ingresso del fondo salvaguardia imprese (promosso dal MIMIT e gestito da Invitalia) nell’azionariato.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.