NAVIGA IL SITO

Piazza Affari chiude in rialzo (grazie a banche e petroliferi)

UniCredit ha guadagnato oltre mezzo punto percentuale. Ottima giornata per MPS. Rimbalzo di Saipem, dopo aver perso oltre il 3% nella seduta di martedì

di Edoardo Fagnani 10 lug 2019 ore 17:45

Discreto rialzo per Piazza Affari, mentre le principali borse europee hanno terminato la giornata in territorio negativo, nel giorno dell’audizione di Jerome Powell al Congresso degli USA. Il numero uno della FED ha confermato che l’economia statunitense sta attraversando una fase di incertezza, in conseguenza alle tensioni commerciali con la Cina e al rallentamento della crescita a livello internazionale; di conseguenza, la banca centrale resta pronta ad agire in caso di necessità. Intanto, l’agenzia Fitch ha apprezzato la decisione della Commissione europea di non aprire una procedura contro l’Italia per debito eccessivo. Tuttavia, gli esperti ritengono che i contrasti con Bruxelles possano riemergere già in autunno in occasione della definizione della Legge di Bilancio per il 2020. In mattinata il Tesoro ha collocato il BOT annuale per un ammontare di 6,5 miliardi di euro: il rendimento del titolo è tornato negativo.

mercato-positivo_2Il FTSEMib ha messo a segno un progresso dello 0,73% a 22.045 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 21.879 punti e un massimo di 22.186 punti. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato lo 0,71%. Chiusura positiva anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,65%) e per il FTSE Italia Star (+0,59%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi salito a 2,08 miliardi di euro, rispetto ai 2,06 miliardi di martedì; sono passate di mano 516.581.723 azioni (475.345.130 nella seduta di martedì). Su 410 titoli trattati, 213 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 153; invariate le restanti 44 azioni.

L’euro ha sfiorato gli 1,125 dollari, mentre il bitcoin è scivolato sotto i 12.500 dollari (circa 11mila euro).

Lo spread tra Btp e bund si è ristretto a 204 punti.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

In generale recupero i bancari.

UniCredit ha terminato la seduta con un progresso superiore al mezzo punto percentuale (+0,72% a 11,464 euro).

Performance migliore per il Monte dei Paschi di Siena; il titolo dell’istituto toscano ha guadagnato il 5,44% a 1,687 euro.

 

Giornata positiva per i titoli del settore petrolifero, dopo che a New York il prezzo del greggio ha superato i 59 dollari al barile.

Rimbalzo di Saipem, dopo aver perso oltre il 3% nella seduta di martedì. Il titolo della società di ingegneristica ha registrato un rialzo del 3,4% a 4,47 euro. L’amministratore delegato di Saipem, Stefano Cao, ha dichiarato che l’azienda resta alla ricerca di un partner per la divisione drilling.

ENI ha guadagnato l’1,07% a 14,706 euro.

Bene anche Saras (+2,99% a 1,449 euro), nonostante Mediobanca abbia limato da 2 euro a 1,9 euro il target price sulla società di raffinazione, in seguito alla revisione delle stime finanziarie per il biennio 2019/2020. Tuttavia, gli esperti hanno confermato il giudizio “Outperform” (farà meglio del mercato).

 

NEXI ha terminato la giornata con un progresso dell’1,84% a 9,532 euro. Gli analisti di Equita sim hanno ritoccato al rialzo il prezzo obiettivo sulla società, portandolo da 9,5 euro a 10 euro; gli esperti hanno confermato l’indicazione di mantenere le azioni in portafoglio.

 

Balzo a due cifre di Digital Bros (+11,8% a 7,78 euro). Gli analisti di Banca Akros hanno aumentato il prezzo obiettivo sulla società, portandolo da 5 euro a 8 euro, in seguito alla revisione delle stime sul fatturato e sulla redditività per i prossimi esercizi, sulle aspettative di vendita dei nuovi videogiochi. Banca Akros ha anche migliorato il giudizio e ora consiglia l’acquisto delle azioni.

 

ItaliaOnline invariata a 2,8 euro. Il consiglio di amministrazione ha esaminato ed approvato il piano industriale per il triennio 2020-2022. I ricavi consolidati al 2022 sono previsti sostanzialmente stabili rispetto al dato del 2018, mentre l’EBITDA normalizzato è previsto in crescita nel periodo di piano rispetto al dato 2018 normalizzato, con un EBITDA margin normalizzato al 2022 compreso nel range 17-20%. L’incidenza degli investimenti industriali (Capex) sui ricavi nel periodo di piano dovrebbe collocarsi tra il 6,5% e l'8%.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

ABCRisparmio

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

Lotteria degli scontrini: come si partecipa (e si vince)

La lotteria degli scontrini è una delle manovre che secondo l’attuale esecutivo dovrebbe favorire il riemergere di una certa parte di sommerso. Vediamo cos’è e come funziona Continua »