NAVIGA IL SITO

Il FTSEMib chiude in positivo una seduta volatile

Borse europee in balìa dei dati sull'inflazione negli Stati Uniti. Performance brillanti per i titoli del settore bancario. Vendite sulle utilities

di Edoardo Fagnani 10 apr 2024 ore 17:40

borsa-positiva_1I maggiori indici di Borsa Italiana e le principali piazze finanziarie europee hanno registrato forte volatilità, dopo i dati sull’inflazione negli Stati Uniti, che hanno evidenziato tassi di crescita superiori al consensus degli analisti. Secondo Filippo Diodovich - Senior Market Strategist di IG Italia - le cifre sull'inflazione statunitense hanno evidenziato pressioni inflazionistiche ancora forti. "Tenendo conto anche delle cifre robuste sul mondo del lavoro crediamo che le possibilità che il FOMC, la commissione operativa della Federal Reserve, possa decidere di tagliare i tassi di interesse nei prossimi mesi siano molto basse", ha ipotizzato l'esperto.

Il FTSEMib ha guadagnato lo 0,27% a 34.040 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 33.712 punti e un massimo di 34.242 punti. Il FTSE Italia All Share ha messo a segno un rialzo dello 0,23%. Chiusura negativa, invece, per il FTSE Italia Mid Cap (-0,35%) e per il FTSE Italia Star (-0,19%). Nella seduta del 10 aprile 2024 il controvalore degli scambi è salito a 2,86 miliardi di euro, rispetto ai 2,64 miliardi di martedì.

Alle ore 17.35 il bitcoin era sceso sotto i 69.000 dollari (circa 64.000 euro).

Lo spread Btp-Bund ha oscillato tra i 130 e i 135 punti, con il rendimento del Btp decennale che è balzato oltre il 3,75%.

L’euro è scivolato sotto gli 1,075 dollari.

 

I titoli del settore bancario hanno registrato forti rialzi.

IntesaSanpaolo ha guadagnato oltre un punto percentuale (+1,16% a 3,35 euro). L’istituto guidato da Carlo Messina ha collocato sul mercato istituzionale un’emissione obbligazionaria dual tranche per un ammontare complessivo di 2 miliardi di euro, raccogliendo ordini complessivi per circa 5 miliardi.

Performance migliore per il Monte dei Paschi di Siena, che è salito del 4,83% a 4,167 euro. Molto bene anche la Popolare di Sondrio (+3,44%).

 

In altalena Leonardo, dopo il forte ribasso registrato nella seduta precedente. Il titolo della società aerospaziale ha guadagnato lo 0,23% a 21,63 euro.

 

Male Iveco Group, che ha lasciato sul terreno il 2,03% a 13,29 euro, dopo alcune sospensioni per eccesso di scostamento.

 

Performance negative per le utilities: spiccano i ribassi di Enel (-2,16%) e di Italgas (-2,81%).

 

Autostrade Meridionali ancora sospesa dalle contrattazioni, dopo essere rimasta ferma dagli scambi nelle precedenti due sedute.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.