NAVIGA IL SITO

FTSEMib positivo (ma chiude sui minimi)

Positivo l’incontro tra il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, e il numero uno della Cina, Xi Jinping nel G20 della scorsa settimana. In altalena i bancari

di Edoardo Fagnani 1 lug 2019 ore 17:47

Avvio di settimana positivo per Piazza Affari e per le principali borse europee, anche se lontani dai massimi toccati in apertura. La riunione del G20 di venerdì e sabato ha visto un esito positivo dell’incontro tra il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, e il numero uno della Cina, Xi Jinping, che portato alla riapertura delle trattative tra i due paesi. Gli analisti di IntesaSanpaolo hanno segnalato che gli Stati Uniti hanno revocato il bando di esportazione di prodotti tecnologici a Huawei, pur mantenendolo su prodotti collegati alla sicurezza nazionale, e ha congelato l’imposizione di dazi del 25% su più di 300 miliardi di dollari di importazioni cinesi, mentre la Cina ha aumentato gli acquisti di prodotti agricoli americani (soia).

mercato-positivo_2Il FTSEMib ha registrato un rialzo dello 0,09% a 21.254 punti, il minimo di giornata (massimo di 21.482 punti). Il FTSE Italia All Share ha guadagnato lo 0,13%. Segno più anche per il FTSE Italia Mid Cap (+0,4%) e per il FTSE Italia Star (+0,35%). Nella seduta odierna il controvalore degli scambi è salito a 1,95 miliardi di euro, rispetto agli 1,88 miliardi di venerdì; sono passate di mano 489.533.970 azioni (526.845.680 nella seduta di venerdì). Su 391 titoli trattati, 216 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 138; invariate le restanti 37 azioni.

L’euro è sceso a 1,13 dollari, mentre il bitcoin è scivolato a 10mila dollari (meno di 9mila euro).

Lo spread tra Btp e bund si è avvicinato ai 230 punti.

 

CONSULTA le quotazioni dei titoli del SOLMib40

 

In altalena i bancari, dopo un avvio di giornata brillante.

UniCredit ha chiuso in calo di un punto e mezzo percentuale (-1,5% a 10,664 euro). Nel corso di un’intervista pubblicata sul quotidiano La Stampa il numero uno dell’istituto, Jean-Pierre Mustier ha anticipato che il nuovo piano industriale sarà focalizzato sulla crescita per linee interne. Il manager ha puntualizzato che in questo momento le fusioni tra banche europee risultano molto difficili. 

Spicca il balzo del Monte dei Paschi di Siena (+4,45% a 1,126 euro). L’istituto senese ha deliberato di esercitare il diritto di recesso previsto dal contratto di servicing decennale stipulato con Juliet, avente ad oggetto l’attività di recupero di una quota significativa degli NPL dell'istituto. L’esercizio del recesso comporta l’obbligo per la banca senese di pagare un indennizzo omnicomprensivo per un importo di 40 milioni di euro.

 

Buone performance per i titoli del settore petrolifero, in scia alla ripresa del prezzo del greggio.

Saipem e Tenaris hanno guadagnato rispettivamente il 2,38% a 4,479 euro e il 2,52% a 11,8 euro. 

 

L’accordo raggiunto tra Trump e Xi Jinping ha messo le ali a STM. Il titolo del gruppo italofrancese ha terminato la giornata con un balzo del 4,2% a 16,255 euro.

 

In difficoltà Atlantia, che ha registrato la peggiore performance di giornata al FTSEMib. Le azioni della concessionaria autostradale hanno perso il 3,23% a 22,17 euro. La controllata Autostrade per l’Italia ha comunicato di non aver ricevuto alcuna comunicazione in relazione al procedimento in corso e di aver appreso solo da notizie di stampa dell’esistenza e dei contenuti della relazione della Commissione ministeriale insediata presso il MIT.

 

ItaliaOnline ha registrato un balzo del 20,3% a 2,79 euro, dopo uno stop per eccesso di rialzo in avvio di giornata. Libero Acquisition e Sunrise Investments (società controllata da Libero Acquisition) hanno comunicato l'intenzione di promuovere un’offerta pubblica di acquisto volontaria sulla totalità delle azioni ordinarie di Italiaonline e sulla totalità delle azioni di risparmio. Sunrise Investments riconoscerà a ciascun aderente all’offerta sulle azioni ordinarie un corrispettivo in contanti di 2,82 euro per ogni azione ordinaria portata in adesione. Il prezzo incorpora un premio pari al 23,2% rispetto al prezzo ufficiale delle azioni nella seduta del 28 giugno 2019. Parallelamente Sunrise Investments riconoscerà a ciascun aderente all’offerta sulle azioni di risparmio un corrispettivo in contanti di 880 euro (+120% rispetto al prezzo di chiusura di venerdì 28 giugno 2019) per ogni azione di risparmio portata in adesione.

 

Chiusura decisamente negativa per Safilo (-5,97% a 0,867 euro). La società ha confermato che l’accordo di licenza per le collezioni di occhiali da sole e montature da vista Dior e Dior Homme terminerà alla data di scadenza del 31 dicembre 2020.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.