NAVIGA IL SITO

FTSEMib, avvio di settimana positivo

Rialzi superiori al punto percentuale nella prima seduta della settimana. Buone performance per i bancari. Spiccano i forti rialzi di Atlantia e Tiscali

di Edoardo Fagnani 1 feb 2021 ore 17:46

mercato-positivo_2Rialzi superiori al punto percentuale per i maggiori indici di Borsa Italiana e per le principali piazze finanziarie europee nella prima seduta della settimana.

Il FTSEMib ha messo a segno un progresso dell'1,17% a 21.826 punti, dopo aver oscillato tra un minimo di 21.619 punti e un massimo di 21.883 punti. Il FTSE Italia All Share ha guadagnato l'1,18%. Performance migliori per il FTSE Italia Mid Cap (+1,58%) e per il FTSE Italia Star (+1,62%). Nella seduta del 1° febbraio 2021 il controvalore degli scambi è sceso a 1,81 miliardi di euro, rispetto ai 2,28 miliardi di venerdì; sono passate di mano 572.776.668 azioni (605.516.045 nella seduta di venerdì). Su 435 titoli trattati, 268 hanno registrato una performance positiva, mentre i ribassi sono stati 120; invariate le restanti 47 azioni.

L’euro è sceso sotto gli 1,21 dollari. Alle 17.40 il bitcoin era scivolato sotto i 33.500 dollari (circa 27.500 euro).

Lo spread Btp-Bund è rimasto sotto i 115 punti.

 

Buone performance per i bancari.

IntesaSanpaolo si è allineata al trend positivo del comparto (+0,93% a 1,822 euro). L’istituto ha comunicato che, a seguito dell’autorizzazione rilasciata dalla Banca Centrale Europ ea ai sensi della vigente normativa, è stato depositato presso il registro delle imprese di Torino il progetto di fusione per incorporazione di UBI Banca in IntesaSanpaolo.

UniCredit ha guadagnato l'1,47% a 7,668 euro. Gli analisti di UBS hanno alzato a 10,8 euro il target price sull'istituto e hanno migliorato a "Buy" (acquistare) il giudizio.

 

Ottima giornata per Buzzi Unicem (+2,04% a 19,98 euro). La società ha staccato un dividendo straordinario di 0,75 euro per azione. Di conseguenza, il prezzo di chiusura di venerdì 29 gennaio, pari a 20,33 euro, era stato rettificato a 19,58 euro.

 

Atlantia ha registrato un balzo dell'8,78% a 14,255 euro, dopo uno stop per eccesso di rialzo. La holding delle infrastrutture ha comunicato di aver ricevuto, nella tarda serata del 31 gennaio, una lettera dal Consorzio formato da CDP Equity, Blackstone Infrastructure Advisorse Macquarie Infrastructure and Real Assets (Europe) Limited, in cui viene richiesta una estensione dei termini per la presentazione di un'offerta finale per l’88% del capitale di Autostrade per l’Italia entro la fine del mese di febbraio. La lettera ricevuta non contiene alcuna indicazione di prezzo.

 

In difficoltà ENI, in flessione dell'1,82% a 8,2 euro.

 

Al MidCap spicca l'ottima performance di Technogym (+6,75% a 9,015 euro). La società stima il raggiungimento di 300 milioni di euro di fatturato nel segmento Home Fitness e di traguardare un miliardo di euro complessivi già nel medio termine.

 

Geox è salita dell'1,17% a 0,78 euro. La società ha fornito alcune indicazioni sull’andamento operativo dell’azienda nel 2020. Geox ha terminato lo scorso anno con ricavi per 534,9 milioni di euro, evidenziando una contrazione del 33,6% rispetto agli 805,86 milioni ottenuti nell'esercizio precedente, impattati dalla diffusione della pandemia da Covid-19 e dalla razionalizzazione distributiva effettuata in corso d’anno. A cambi costanti il fatturato si sarebbe ridotto del 33%. Inoltre, Geox ha annunciato che porterà avanti una ulteriore ottimizzazione distributiva nei prossimi 3 anni.

 

Tiscali ha registrato un balzo del 16% a 0,0319 euro, dopo essere rimasta sospesa per eccesso di rialzo per gran parte della sedua.

Tutte le ultime su: piazza affari
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.