NAVIGA IL SITO

Bond Enel, ecco i risultati dell’offerta

La domanda per i bond a tasso fisso ha toccato i 9,65 miliardi di euro, mentre quella relativa ai titoli con cedola variabile ha sfiorato i 5 miliardi

di Edoardo Fagnani 25 feb 2010 ore 11:45

Enel ha comunicato il risultato dell'offerta del bond da 3 miliardi di euro, destinato ai piccoli risparmiatori. La domanda è stata pari a 14,66 miliardi di euro, ovvero 4,9 volte l’offerta, confermando le indiscrezioni emerse nei giorni scorsi. L’importo finale delle spese per l’emissione del bond è stato di circa 51 milioni di euro.
Nel dettaglio, Enel ha assegnato un ammontare di 2 miliardi di euro di bond a tasso fisso a 251.417 investitori, mentre 123.079 investitori si sono visti assegnare un ammontare complessivo di un miliardo di euro di obbligazioni a tasso variabile. Anche la richiesta ha seguito queste proporzioni. Enel ha comunicato che la domanda per i bond a tasso fisso ha toccato i 9,65 miliardi di euro, mentre quella relativa ai titoli con cedola variabile ha sfiorato i 5 miliardi. Sulla base di questi risultati, il colosso elettrico ha confermato di aver assegnato almeno un lotto minimo di 2mila euro per ogni richiedente, mentre per le richieste eccedenti si è proceduto al riparto.
Enel ha ricordato di essere stato il primo emittente italiano a proporre obbligazioni corporate al pubblico, anche al di fuori dei confini nazionali. Tuttavia, la chiusura anticipata a causa della forte domanda pervenuta dai risparmiatori italiani ha limitato la possibilità per i risparmiatori di Francia, Germania, Belgio e Lussemburgo di aderire all’offerta con ordini più rilevanti di quelli pervenuti.

Nell’occasione Enel ha comunicato anche il rendimento definitivo delle due obbligazioni. Vediamoli nel dettaglio.

Obbligazioni a tasso fisso (ENELTF2010-2016)
Le obbligazioni a tasso fisso pagano un tasso di interesse nominale annuo lordo pari al 3,50% e saranno emesse a un prezzo pari al 99,89% del loro valore nominale, vale a dire a un prezzo di 998,9 euro per ciascuna obbligazione. Il tasso di rendimento annuo lordo effettivo è pari al 3,52%, determinato sommando un margine di 73 punti base al tasso mid swap a sei anni. La maggiorazione si colloca nella parte inferiore della forchetta, compresa tra i 65 e i 125 punti base, indicata prima dell’inizio del collocamento.

Obbligazioni a tasso variabile (ENELTV2010-2016)
Le obbligazioni a tasso variabile sono fruttifere di interessi che saranno corrisposti agli investitori semestralmente in via posticipata e calcolati al tasso variabile nominale annuo pari all’Euribor a 6 mesi, maggiorato di un margine pari a 73 punti base. Anche in questo caso, la maggiorazione si colloca nella parte inferiore della forchetta, compresa tra i 65 e i 125 punti base, indicata prima dell’inizio del collocamento.
Le obbligazioni a tasso variabile saranno emesse a un prezzo pari al 100% del loro valore nominale. A seguito della fissazione dell’Euribor a 6 mesi a 0,963%, il tasso nominale annuo della prima cedola in pagamento il 26 agosto 2010 risulta pari a 1,693%.

Tutte le ultime su: enel , bond enel
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.