NAVIGA IL SITO

Beni Stabili ristruttura cartolarizzazione

di La redazione di Soldionline 26 giu 2006 ore 11:04 Le news sul tuo Smartphone
Beni Stabili in discreto rialzo (+0,7% a 0,78 euro per azione) dopo aver annunciato venerdì scorso in serata la conclusione dell’operazione di rifinanziamento e di ristrutturazione dell’operazione di cartolarizzazione posta in essere nel mese di novembre del 2002 dalla società Imser Securitisation Srl (società consolidata integralmente nel Bilancio di Gruppo Beni Stabili).
Il rifinanziamento è stato effettuato attraverso un’emissione di titoli a tasso variabile dello stesso importo di quelli rimborsati, ma con spread e piano di ammortamento differenti. I nuovi titoli sono stati emessi da un nuovo veicolo di cartolarizzazione Imser Securitisation 2 Srl, che si è accollato anche il debito relativo ai titoli a tasso fisso emessi originariamente da Imser Securitisation Srl. I nuovi titoli a tasso variabile, anche essi quotati alla Borsa di Dublino, sono stati collocati presso investitori istituzionali, in Italia e all’estero. L’operazione di rifinanziamento, coordinata da Lehman Brothers in veste di arranger e bookrunner e da Morgan Stanley e dalla stessa Lehman Brothers in veste di co lead manager, consentirà di ridurre l’attuale costo finanziario del debito Imser grazie sia alla riduzione degli spread sui titoli a tasso variabile, sia al differimento dello step up dal 2009 al 2015.
Il tasso di interesse effettivo (al netto di oneri di ristrutturazione e del costo degli strumenti di copertura) sull’intero finanziamento pari a 1.035,5 milioni di euro si riduce dall’attuale 7,2% a circa 6,4% per la durata residua del prestito. (l.s.) Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.