NAVIGA IL SITO

BCE, NIENTE TAGLIO DEI TASSI

Come nelle attese della maggior parte degli analisti la Banca Centrale Europa ha deciso di non modificare i tassi di interesse. Il saggio di riferimento è rimasto fermo all’1%

di Edoardo Fagnani 6 giu 2012 ore 13:52
Nessuna sorpresa dalla BCE. Come nelle attese della maggior parte degli analisti la Banca Centrale Europa ha deciso di non modificare i tassi di interesse. Di conseguenza, il saggio di riferimento è rimasto fermo all’1%.
Piazza Affari e per le principali piazze finanziarie europee restano in territorio positivo dopo la decisione della BCE. Il FTSEMib registra un progresso del 2,08%, mentre il FTSE Italia All Share sale dello 2%. Performance positive anche per il FTSE Italia Mid Cap (+2,05%) e il FTSE Italia Star (+0,57%).
L’euro ha superato gli 1,25 dollari, in attesa della diffusione del Beige Book sullo stato dell’economia americana. L’oro è salito a 1.635 dollari.

CONSULTA tutte le quotazioni dei titoli del FTSE MIB


Ancora una giornata positiva per Generali che guadagna il 2,88% a 9,285 euro, dopo tre sedute di forti rialzi. La compagnia assicurativa ha comunicato che Diego Della Valle ha formalizzato le proprie dimissioni dalla carica di componente il consiglio di amministrazione, motivandole con il suo dissenso circa le modalità di gestione della sostituzione dell'amministratore delegato, Giovanni Perissinotto.
Bene la galassia Ligresti. Fondiaria-SAI registra un rialzo del 2,56% a 1 euro. Il management di Unipol (+6,48% a 19,22 euro) ha deliberato di proseguire nel progetto di integrazione mediante fusione con Premafin Finanziaria, Fondiaria-SAI e Milano Assicurazioni, dando mandato all'amministratore delegato, Carlo Cimbri, di formulare una proposta alle compagnie della galassia Ligresti, che riconduca l'operazione all'impianto originario del progetto di integrazione.

Buona giornata per i bancari. L’agenzia di Moody’s ha tagliato rating di alcuni importanti istituti bancari tedeschi, sulle prospettive di un peggioramento della crisi dei debiti sovrani nella zona euro. Tra le banche oggetto del taglio c’è anche Commerzbank. Sotto osservazione il giudizio di Deutsche Bank.
Monte dei Paschi di Siena guadagna il 4,46% a 0,2249 euro. Mediobanca ha tagliato il target price sull’istituto toscano, portandolo da 0,45 euro a 0,27 euro. Gli esperti hanno ribadito il giudizio “Neutrale”.
IntesaSanpaolo registra un rialzo del 3,37% a 1,105 euro, mentre Unicredit guadagna il 2,92% a 2,75 euro.

Telecom Italia registra un rialzo del 3,05% a 0,676 euro, dopo il pesante ribasso ieri. Secondo quanto riportato da alcune agenzie stampa, la Cassa Depositi e Prestiti sarebbe disponibile a partecipare al finanziamento degli investimenti di Telecom Italia per la rete a banda larga di nuova generazione.

Tutte le ultime su: piazza affari , bce , generali , fondiaria sai
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.