NAVIGA IL SITO

BancoBPM, il dossier Cattolica spunta tra le carte per il risiko (Il Sole24Ore)

di Redazione Lapenna del Web 9 nov 2020 ore 08:07 Le news sul tuo Smartphone

banco-bpm_2Il Sole24Ore, nell'edizione di sabato, analizza la partnership tra BancoBPM e Cattolica Assicurazioni, con la nascita di Vera Vita e Vera Assicurazioni, dopo la recente salita di Generali al 24,4% del capitale della compagnia assicurativa veronese.

L'articolo di Laura Galvagni, evidenzia la clausola del "change of control" nata per gestire l'accordo stipulato tra le parti nel 2017. Tale condizione sarebbe esercitabile solo nel caso in cui un'istituto di credito dovesse detenere il controllo della compagnia assicurativa oppure il caso opposto. Questa sarebbe possibile nel caso di Generali, salita al 24,4% del capitale di Cattolica ma, nonostante l'aumento di quote del Leone di Trieste, saremmo ancora lontani da tale ipotesi in quanto il gruppo assicurativo non avrebbe ancora terminato il processo di trasformazione in società per azioni. Evento che dovrebbe avvenire ad aprile 2021.

Quindi la definizione del tema, secondo il quotidiano, dovrebbe ancor aspettare e molto dovrebbe dipendere dalle quote che deterrà Generali alla fine del processo di rafforzamento patrimoniale di Cattolica.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: bancobpm , cattolica assicurazioni , generali