NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » BancoBPM, i conti preliminari del 2017

BancoBPM, i conti preliminari del 2017

BancoBPM ha diffuso i conti preliminari dell’intero 2017, periodo chiuso con un risultato netto pari a 558 milioni di euro. In contrazione, a 13 miliardi di euro, lo stock di crediti deteriorati netti

di Mauro Introzzi 8 feb 2018 ore 08:12

BancoBPM ha diffuso i conti preliminari dell’intero 2017, periodo chiuso con un risultato netto pari a 558 milioni di euro comprensivo dell’utile realizzato per la cessione di Aletti Gestielle. In contrazione, a 13 miliardi di euro, lo stock di crediti deteriorati netti.

 

BANCOBPM, CONTI ECONOMICI PRELIMINARI DEL 2017

BancoBPM ha chiuso il 2017 con un margine di interesse di 2,11 miliardi, in salita dello 0,3% rispetto ai 2,1 miliardi del dato aggregato dell’esercizio 2016.

Le commissioni nette sono state pari  a 2,1 miliardi di euro, in crescita del 10% rispetto agli 1,9 miliardi dello scorso esercizio.

banco-bpm-logoIl totale dei proventi operativi è stato pari quindi a 4,63 miliardi di euro, in calo del 2,3% rispetto ai 4,74 miliardi del 2016.

Considerata la quota del risultato economico attribuibile ai soci terzi il 2017 si chiude con un utile netto di periodo senza badwill ed impairment degli avviamenti pari a 557,8 milioni, rispetto alla perdita netta di 1,33 miliardi di euro realizzata nello scorso esercizio.

Escludendo le componenti economiche non ricorrenti il risultato netto adjusted è stato pari a 13,54 milioni di euro.

 

BANCOBPM, AGGREGATI PATRIMONIALI A FINE 2017

La raccolta diretta al 31 dicembre 2017 era pari a 107,3 miliardi in calo del 2,5% rispetto ai 110 miliardi di fine 2016 mentre la raccolta indiretta è stata pari a 99,3 miliardi, in crescita del 2,2% rispetto ai 97,2 miliardi del 31 dicembre 2016.

Le esposizioni nette deteriorate (sofferenze, inadempienze probabili ed esposizioni scadute e/o sconfinate) ammontavano a fine 2017 a 13 miliardi, in calo di 3,2 miliardi (-19,6%) rispetto a fine 2016 e di 1 miliardo (-6,8%) rispetto allo scorso 30 settembre 2017. 

 

BANCOBPM, RATIO PATRIMONIALI A FINE 2017

Il Common Equity Tier 1 ratio (CET1 ratio) è pari al 12,36% rispetto all’11,01% del 30 settembre 2017. Il Tier 1 ratio ha raggiunto il 12,66% rispetto all’11,24% del 30 settembre 2017, mentre il Total Capital ratio era pari al 15,21% rispetto al 13,86% del 30 settembre 2017.

 

BANCOBPM, LE INDICAZIONI DI CASTAGNA

Nel corso della conference call a commento dei risultati del 2017 il numero uno del BancoBPM, Giuseppe Castagna ha anticipato che entro il mese di giugno saranno ceduti crediti in sofferenza per 2 miliardi di euro, utilizzando la richiesta la garanzia pubblica (gacs); il manager ha aggiunto che i restanti 3 miliardi di euro di crediti saranno ceduti nel biennio 2018/2019.

Giuseppe Castagna ha segnalato che l’utilizzo di modelli di validazione interni porteranno un beneficio di 80 punti al CET1.

 

BANCOBPM, ACCORDI CON BNP PARIBAS E ANIMA HOLDING

Intanto, BancoBPM ha sottoscritto un Memorandum of Understanding vincolante con BNP Paribas Securities Services per la cessione di un ramo d’azienda destinato all’esercizio delle attività di banca depositaria e fund administration. Il controvalore della cessione è stato convenuto in 200 milioni di euro da corrispondersi per cassa al closing, generando una plusvalenza, lordo imposte, di pari importo, nonché un impatto positivo di 33 punti base sul CET1 Ratio, rispetto al dato di CET1 Fully Phased al 31 dicembre 2017. Il completamento dell’operazione è previsto entro fine giugno 2018.

Inoltre, l'istituto ha raggiunto un accordo con Anima Holding per la cessione da Banca Aletti ad Anima SGR dei mandati di gestione in delega degli attivi assicurativi attualmente svolti per conto delle joint-venture assicurative legate alla ex rete Banco Popolare, a cui si aggiunge una partnership ventennale relativa al conferimento ad Anima SGR della gestione in delega degli attivi sottostanti ai prodotti assicurativi collocati presso la rete del BancoBPM. Il controvalore dell’operazione è stato convenuto in 120 milioni di euro da corrispondersi per cassa al closing, generando una plusvalenza, lordo imposte, di pari importo, nonché un impatto positivo di 20 punti base sul CET1 Ratio rispetto al dato di CET1 Fully Phased al 31 dicembre 2017. Anche in questo caso il completamento dell’operazione è previsto entro fine giugno 2018.

Tutti gli articoli su: bancobpm , bilanci 2017 Quotazioni: BANCO BPM
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Reddito di cittadinanza 2019: cos'è e come funziona

Reddito di cittadinanza 2019: cos'è e come funziona

Il Reddito di Cittadinanza è quasi al via. Tutto verrà definito dalla legge di bilancio. Vediamo, sulla linea delle ultime novità, a chi spetta e quali sono i requisiti per ottenerlo Continua »

da

ABCRisparmio

La cedolare secca spiegata in tre minuti

La cedolare secca spiegata in tre minuti

In questa guida vediamo cos'è e come funziona la cedolare secca sui contratti di locazione, le sue aliquote, le novità introdotte per il 2018 e il cosiddetto decreto Airbnb Continua »