NAVIGA IL SITO

Banche in rosso: altro scivolone di MPS (-4,2%)

di Edoardo Fagnani 14 dic 2015 ore 17:56 Le news sul tuo Smartphone

Giornata negativa per i bancari. Il Sole24Ore di domenica ha scritto che nella sesta operazione TLTRO promossa dalla BCE, gli istituti di credito hanno chiesto risorse per 18,3 miliardi di euro. Nella precedente operazione effettuata a settembre le richieste erano state pari a 15,5 miliardi.
Ancora in rosso il Monte dei Paschi di Siena, dopo aver terminato la scorsa settimana con un calo del 13%. L’istituto toscano è sceso del 4,15% a 1,154 euro. Secondo quanto scritto su Il Sole24Ore di domenica BTG Pactual avrebbe praticamente azzerato la partecipazione detenuta nel capitale del Monte dei Paschi di Siena. Al contrario, Fintech non avrebbe apportato modifiche alla quota del 4,5% detenuta nell’istituto toscano, anche se non esclude la possibilità di una riduzione. Il Sole24Ore ha ricordato che prima della fine del 2015 scadrà il lock-up del Tesoro sul 4,02% del capitale, quota ricevuta a saldo dei Monti bond. Intanto, gli analisti di Exane hanno ridotto da 2,6 euro a 2,4 euro il target price sul Monte dei Paschi di Siena; tuttavia, gli esperti hanno confermato il giudizio “Outperform” (farà meglio del mercato).
La stessa banca d’affari ha alzato a 15,2 euro il target price sul Banco Popolare (-1,17% a 11,82 euro), in seguito al miglioramento delle stime sull’utile per azione per il biennio 2016/2017. Gli esperti hanno anche migliorato il rating, portandolo da “Neutrale” ad “Outperform” (farà meglio del mercato).
Sempre Exane ha incrementato il prezzo obiettivo sulla Popolare dell’Emilia Romagna (-2,11% a 6,48 euro) e sulla Popolare di Milano (-2,32% a 0,842 euro), portandolo rispettivamente a 8,9 euro e a 0,96 euro. Gli esperti hanno confermato il giudizio “Outperform” su entrambi gli istituti.
Male Unicredit (-3,21% a 4,912 euro). Gli analisti di Exane hanno ridotto da 6,1 euro a 5,7 euro il target price sull’istituto guidato da Federico Ghizzoni; tuttavia, gli esperti hanno confermato l’indicazione di mantenere le azioni in portafoglio.
Indicazione simile su UBI Banca (+0,86% a 5,88 euro). Gli analisti di Exane hanno alzato da 6,2 euro a 6,5 euro il prezzo obiettivo sull’istituto; gli esperti hanno confermato il giudizio “Neutrale”.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.