NAVIGA IL SITO

Banche: brillano MPS e Carige

di Edoardo Fagnani 3 mar 2016 ore 17:55 Le news sul tuo Smartphone

Spunti importanti tra i bancari.
Ottima giornata per il Monte dei Paschi di Siena. L’istituto toscano ha guadagnato il 5,99% a 0,566 euro. Dalle comunicazioni giornaliere fornite dalla Consob si apprende che il 2 marzo Marshall Wace ha riaperto lo “short” sul Monte dei Paschi di Siena, con una quota dello 0,52%.
Banca Carige ha registrato un balzo del 6,41% a 0,6305 euro. In giornata si sono riuniti i vertici dell’istituto ligure per l’approvazione dei risultati dell’esercizio 2015. Intanto, Il Sole24Ore ha riportato i candidati alla dirigenza della banca. Secondo il giornale in pole position per l’istituto genovese ci sarebbero Giuseppe Tesauro, ex presidente della Corte costituzionale, e Guido Bastianini, attuale direttore generale di Sator. Il primo è candidato a ricoprire il ruolo di presidente, mentre il secondo quello di amministratore delegato.
Bene anche IntesaSanpaolo (+4,04% a 2,576 euro) e Unicredit (+0,59% a 3,722 euro).
Al contrario la Popolare dell’Emilia Romagna ha perso l’1,73% a 4,928 euro. Mediobanca ha ridotto da 8,5 euro a 7 euro il target price sull’istituto, in seguito al taglio delle stime sull’utile per azione per i prossimi esercizi; tuttavia, gli esperti hanno confermato il giudizio “Outperform” (farà meglio del mercato).

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.