NAVIGA IL SITO

Banca Carige, saltato l'aumento di capitale. Via 2 consiglieri

di Mauro Introzzi 27 dic 2018 ore 07:06 Le news sul tuo Smartphone

banca-carige-logoPeriodo decisamente travagliato per Banca Carige. Nella giornata del 22 dicembre scorso i soci dell'istituto, convocati in un'assemblea straordinaria, non hanno approvato l'attribuzione al consiglio di amministrazione della delega per aumentare a pagamento il capitale sociale per un importo massimo complessivo, comprensivo di eventuale sovrapprezzo, pari a 400 milioni di euro.

Alla base della bocciatura della ricapitalizzazione l'astensione della Malacalza Investimenti, primo socio della banca ligure. L'investitore avrebbe chiesto un piano industriale, una completa stima dell’intero portafoglio crediti e la comunicazione dei risultati di bilancio 2018 e degli obiettivi patrimoniali per il 2019.

Bocciate anche le proposte di raggruppamento delle azioni ordinarie e di risparmio in circolazione nel rapporto di una nuova azione ogni mille esistenti e la conversione facoltativa delle azioni di risparmio della banca in azioni ordinarie secondo un rapporto di conversione di 20.500 azioni ordinarie per ogni azione di risparmio.

L'assemblea ha infine approvato la riduzione del capitale sociale per perdite, e la non ricostituzione delle riserve valutative.

 

Nella stessa giornata Lucrezia Reichlin (vice presidente, presidente del comitato nomine e governance, nonché membro del comitato rischi e del  comitato remunerazione) e Raffaele Mincione hanno comunicato le proprie dimissioni, rispettivamente, dalla carica di vice presidente e consigliere di amministrazione, nonché dalla carica di consigliere di amministrazione della banca.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
Tutte le ultime su: banca carige