NAVIGA IL SITO
Home » Ultime » Azioni Italia » Banca Carige, i conti preliminari 2017

Banca Carige, i conti preliminari 2017

Banca Carige ha chiuso il 2017 con una perdita di 380 milioni di euro

di Mauro Introzzi 9 feb 2018 ore 17:21

Banca Carige ha chiuso il 2017 con una perdita di 380 milioni di euro. Gli ultimi mesi dello scorso anno hanno rappresentato un momento importante per l’istituto genovese grazie all’avvio del rafforzamento patrimoniale da oltre un miliardo di euro cui hanno contribuito l’aumento di capitale da 544 milioni, un’operazione di Liability Management su 510 milioni di obbligazioni subordinate e la cessione dello storico immobile milanese per 107,5 milioni.

 

CARIGE, CONTI ECONOMICI DEL 2017

Banca Carige ha chiuso il 2017 con proventi operativo pari a 516,5 milioni di euro, in calo del 13,9% rispetto ai 600 milioni circa del 2016 e un margine operativo lordo di 7,7 milioni di euro dai 64,8 dell’anno precedente. Dopo svalutazioni e perdite da cessione il margine operativo netto ha evidenziato un rosso di 728,5 milioni, dalla perdita di 396,5 milioni del 2016.

banca-carige-logoL’anno si è così chiuso con una perdita di 380,5 milioni di euro dal rosso di 291,7 milioni dell’anno precedente.

 

CARIGE: SCOSTAMENTO DEI RISULTATI DAL PIANO

L’istituto genovese ha dichiarato che, con riferimento alla richiesta di diffusione di informazioni contenuta nella comunicazione pervenuta da Consob in data 15 marzo 2017 si evidenzia un risultato dei valori consuntivi relativi all’esercizio 2017 inferiore di circa il 12,6% rispetto alle previsioni del Piano Industriale approvato a settembre 2017.

Tale variazione – secondo quanto scritto nella nota della società – “è parzialmente ascrivibile allo slittamento dell’operazione di cessione del Merchant book al 2018 e parzialmente ad un margine di interesse e commissionale complessivamente inferiore alle aspettative per circa il 4%”.

 

CARIGE, DATI PATRIMONIALI A FINE 2017

Nell’anno la raccolta diretta da clientela privata e imprese si è attestata a 14 miliardi di euro, in calo dell’11,0% rispetto all’esercizio precedente.

Il portafoglio crediti deteriorati si attestava a fine esercizio a 4,8 miliardi lordi, di cui 1,7 miliardi di sofferenze e 3 miliardi di inadempienze probabili (unlikely to pay; in termini netti il portafoglio scende dai 4 miliardi di fine 2016 a 2,7 miliardi di fine esercizio.

 

BANCA CARIGE, RATIO PATRIMONIALI A FINE 2017

A fine dell’anno il CET1 Ratio Phased-in era pari al 12,4%; il TCR Ratio Phased-in al  12,6% e il Leverage Ratio Phased-in al 7,4%.

Il portafoglio titoli governativi, di 1,7 miliardi, mantiene un profilo di rischio conservativo in termini di dimensione (86,3% dei fondi propri) e di duration (3 anni). Escludendo la partecipazione detenuta in Banca d’Italia, l’83,9% del portafoglio è costituito da titoli governativi italiani.

 

CARIGE, L’APPROVAZIONE DEL BILANCIO 2017

Il gruppo ha reso noto che il progetto di bilancio al 31 dicembre 2017 sarà approvato dal consiglio di amministrazione del prossimo 6 marzo 2018.

 

CARIGE, STIME 2018 SUL PORTAFOGLIO NPL

A conclusione delle operazioni nel programma di Banca Carige e in conseguenza della prudente politica di coverage, entro il 2018 lo stock complessivo di credito deteriorato netto è previsto attestarsi a 1,5 miliardi di euro (2,6 miliardi lordi), ben al di sotto quindi dei target BCE per il 2018 pari a 4,6 miliardi lordi e il 2019, pari a 3,7 miliardi lordi con un NPE ratio netto atteso inferiore al 10%.

Tutti gli articoli su: banca carige , bilanci 2017 Quotazioni: BCA CARIGE
Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.
da

SoldieLavoro

Smart working: cos'è e come funziona il lavoro agile

Smart working: cos'è e come funziona il lavoro agile

Per legge italiana è il lavoro agile. Per quasi tutti è lavorare da casa. Vediamo cos'è lo smart working, il modo di lavorare che può cambiare la vita Continua »

da

ABCRisparmio

Come detrarre asilo, scuole e università dal modello 730

Come detrarre asilo, scuole e università dal modello 730

Nella dichiarazione dei redditi è possibile detrarre le spese per istruzione. Tra queste ci sono quelle per l'asilo, le scuole e l'università. Continua »